fbpx
Offerte Hotel Le Canne

La cacca dei neonati

la-cacca-dei-neonati-libellula-Brescia

La pupù del lattante e i suoi strabilianti colori

Quante volte vi siete chieste/i se il colore della pupù di vostro figlio significasse qualcosa?

Forse l’ostetrica o il pediatra vi aveva detto di farci attenzione… ma eravate pronti all’arcobaleno di colori che state osservando? Questa è una delle sorprese che la gioia del cambio pannolino riserva a mamme e papà.

Come faccio a capire se la cacca del mio bimbo è normale o preoccupante?
Vorrei tranquillizzare subito gli animi più sensibili: la normalità è come una tavolozza di colori nelle mani di Van Gogh, ampia, con tante sfumature possibili ma con predominanza del colore giallo, anzi giallo senape per essere precisi.
Andiamo per gradi e per colori…

Il meconio

la prima cacca nera e appiccicosa. Entro il primo giorno di vita il neonato ha la sua prima scarica e per 2-3 giorni ripulisce il suo intestino da questo meconio, è una sostanza composta da cellule, bile, muco intestinale e liquido amniotico deglutito durante la gravidanza, può risultare appiccicoso, denso e di colore molto scuro, quasi nero.

Le feci di transizione

La pupù successiva al meconio inizia ad arrivare durante i giorni in cui il bimbo prende il preziosissimo colostro dalla mamma, prima dell’arrivo della montata lattea. Le feci ora avranno un colore verdastro e tenderanno a diventare gradualmente più gialle. Questo cambiamento di sfumatura è il tipico segnale che si è verificata la montata lattea e il bambino sta assumendo in quantità sufficiente il latte di mamma.

La pupù giallo senape

Trascorsi i primi giorni le scariche possono diventare molto frequenti e potrete accorgervi del riflesso gastro-colico dei neonati, cioè quello stimolo che porta a svuotare l’intestino appena lo stomaco si riempie. Dopo il primo mese di vita il contenimento e la capacità dell’intestino di assorbire le sostanze nutritive dal latte aumentano e di conseguenza il numero di scariche può diminuire, anche in modo marcato.

L’ACP (Associazione Culturale Pediatri) è d’accordo nell’affermarne che, una volta che il piccolo si è liberato di tutto il meconio, le sfumature di giallo, marrone e persino verde (se non si associa ad altra sintomatologia o a variazioni significative nella crescita) devono essere considerate normali. Contando poi che eventuali influenze, raffreddori o l’inizio dell’alimentazione complementare (svezzamento) portano ad un ulteriore arricchimento dei colori possibili.

In sostanza sono pochissimi i casi in cui la colorazione delle scariche neonatali può essere segno che qualcosa non va.

I colori che potrebbero essere fonte di preoccupazione, prima che sia iniziato il periodo dello svezzamento, sono: rosso, nero, bianco o grigio.

La consistenza delle feci di un neonato è altrettanto variabile passando da una cacca granulosa ad una più simile a muco fino a delle vere e proprie scariche liquide. Ognuna di queste condizioni sono del tutto normali.

Ricordate che allattando al seno la pupù del vostro bimbo potrebbe colorarsi in maniera molto frequente, soprattutto se assumete integratori vitaminici, cibi o bevande con coloranti o addirittura mangiando di più alcuni ortaggi. Se allattate con latte artificiale il classico colore delle feci giallo senape potrebbe tendere più spesso al verdino e la consistenza sarà più solida e pastosa.

Ostetrica Stefania Paloschi
stefaniapaloschi.ostetrica@gmail.com
www.spaziolalibellula.it

Scopri di più sullo spazio La Libellula
Animatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2018 Copyright Bresciabimbi 2018.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987.