fbpx

Dieta & salute

Con grande piacere vi presento il dietista dott. Antonio Rea che da poco collabora con Bresciabimbi. Oltre ad essere una persona piacevolissima il dottor Rea è dietista preoccupato per diffusione e divulgazione di uno stile di vita sano ed equilibrato.

Se avete dubbi o richieste il dottore sarà a vostra disposizione, basta lasciare un commento all’articolo!

 

Dieta & Salute

Salve a tutti!

Mi presento, sono il Dott. Antonio REA, Dietista, “specializzato” in Educazione ad un stile di vita Sano ed Equilibrato.

Notifica: Rapporti commerciali e conflitti di interessi, NESSUNO.

Ossia, non lavoro per alcuna azienda alimentare, farmaceutica o produttrice di integratori, creme, o altro.

Questa “libertà” mi consente di parlare più liberamente di Alimentazione e Attività Fisica, basandomi esclusivamente su studi e conoscenze personali, senza condizionamenti o secondi fini commerciali.

Insieme alla sig. Laura, coordinatrice e webmaster del sito Brescia Bimbi, abbiamo deciso di creare uno spazio dedicato al importante tema “Dieta e Salute”.

Questa iniziativa nasce dal fatto, oggi universalmente accettato da tutta la comunità medico scientifica, che la Dieta rappresenta un fattore determinante per il BENESSERE psicofisico attuale e futuro dell’essere umano.

In particolare, una alimentazione squilibrata e di scarsa qualità è riconosciuta essere la causa principale di Obesità, Cardiopatie, Diabete Mellito, Tumori, e di tante altre malattie metaboliche, comprese quelle neuro degenerative.

Questa correlazione è periodicamente evidenziata e ribadita in occasione di importanti eventi medico scientifici. In occasione dell’ultimo Congresso Mondiale sul Cancro è stato affermato che 1 su 3 dei tumori potrebbe essere evitato con una dieta corretta.

Considerato che queste malattie del benessere, obesità in testa, sono sempre più in aumento nei paesi industrializzati, è necessario che noi tutti cerchiamo di acquisire gli strumenti utili, informazioni, che ci consentono di contrastarle e debellarle.

È il tempo di farsi carico della propria salute, smettendo di demandarla sempre ad altri, quali il medico di base, piuttosto che lo stato.

Se non vogliamo farlo per noi stessi, facciamolo per i nostri bambini, “vittime sacrificali” dell’industria alimentare che considerandoli consumatori, continua a offrirgli “cibi spazzatura” sempre più attraenti, con il benestare inconsapevole dei genitori. Inconsapevole perché poco spazio, in tutti i contesti, compreso quello scolastico, è concesso all’educazione alimentare.

Risultato, la maggior parte dei genitori, presta poca attenzione all’alimentazione dei propri bambini. Conseguenza, sovrappeso e obesità stanno oramai dilagando nella giovane età.

Difatti è stimato che circa il 36% dei bambini italiani è troppo grasso, il 23,6% è sovrappeso, il 12,3 % è addirittura obeso. Siamo primi in Europa.

Questi dati sono allarmanti perché l’obesità addominale aumenta il rischio cardiovascolare e di altre malattie metaboliche quali il diabete mellito già dall’infanzia. Si pensi che i bambini obesi hanno arterie che spesso presentano lo stesso grado di “usura” e “sclerotizzazione degli individui quarantenni affetti da problemi vascolari. Ciò rappresenta un campanello d’allarme, perché l’indurimento arterioso può essere causa di infarto e ictus anche in età giovanile.

“Se ti curiamo oggi, ti aiutiamo oggi, Se ti educhiamo, ti aiutiamo per tutta la vita”. (Organizzazione Mondiale della Sanità)

La soluzione è da ricercare principalmente nell’educazione alimentare, che deve partire dalla scuola e dalla famiglia.

Il nostro obiettivo, con questo corner su Dieta e Salute, è quello di divulgare i principi di una Sana ed Equilibrata alimentazione, nel contesto più ampio di una Dieta salutare.

Vi lascio con questo pensiero:

“Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, ne in difetto né in eccesso, avremmo trovato la strada giusta per la salute”. Ippocrate (460-377 a. C.)

 
Animatori

Commenti (3)

  • salve dottore. Condivido il suo pensiero e da qualche mese l’alimentazione di mia figlia e mia è cambiata .Inserisco frutta e verdura 2 volte al gg per la bambina e uso prodotti biologici. Ci vuole un po’ di pazienza ,ma vedo che risponde abbastanza bene alle novità .La bambina ha 8 anni e mezzo, alta cm 140 e pesa 39 kg. Sia io che il padre siamo alti rispettivamente 180 cm e 187 cm. La bambina non mangia molto ,generalmente alterno un primo e un contorno con un secondo e contorno colazione una tazza di latte con polvere di cioccolato con 3 frollini e qualche fetta di mela . metà mattina un frutto o uno snak poco calorico e biologico. Vorrei un suo parere riguardo ai parametri del peso e magari qualche consiglio generale. grazie Enrica

    • Gentile sig.ra Enrica,
      buongiorno!

      Considerati i dati antropometrici (peso e altezza) da lei forniti,
      la sua bambina risulta avere un BMI 19.9 che indica un lieve sovrappeso.
      Questa valutazione non deve però preoccupare eccessivamente perché i bambini sono in continua crescita e pertanto variando le misure considerate, come ad esempio l’altezza, si rientra facilmente nei valori indicati come “normali”.

      Pertanto bene “monitorare” il peso corporeo della bambina, ma senza farne un problema per la piccola, ma impegnarsi nel migliorare lo stile di vita, in particolare l’alimentazione, per prevenire problematiche future correlate al grasso corporeo in eccesso.

      Un alimentazione più sana ed equilibrata deve essere perseguita da tutta la famiglia, questo perché i genitori sono responsabili, fra l’altro, anche dell’educazione alimentare dei figli. Non si può chiedere ad un bambino di mangiare verdura e frutta se non sono
      prima i genitori ad assumerli durante i pasti.

      Per quanto riguarda cosa mangiare in pratica, le suggerisco di fare in modo che a pranzo e cena, sia presente sempre verdura + frutta + seconda portata (pesce o carne) + olio di oliva extravergine come condimento. Limitare l’assunzione di pasta, pane e patate.

      Per la colazione preferire un frutto e magari un 1/2 toast con un po’ di affettato piuttosto che biscotti e latte con polvere di cioccolato. Attenzione ai biscotti, fette biscottate, brioche, sono una misconosciuta fonte ricca di zuccheri. Così come le polveri di cioccolato. Ricordo che un eccesso di zuccheri è la prima causa del sovrappeso, dell’obesità e di numerose malattie metaboliche.

      La colazione deve essere considerato un vero e proprio pasto, forse il più importante della giornata, pertanto deve prevedere una equilibrata assunzione di proteine, carboidrati e grassi.

      Come spuntino va benissimo un frutto, magari con qualche mandorla o noce.

      Le calorie NON sono tutte uguali, pertanto più che al numero, le suggerisco di fare attenzione alla loro provenienza, ossia è fondamentale sapere quanti carboidrati (chiamati anche zuccheri), proteine e grassi, si assumano in occasione di un pasto o spuntino.

      In futuro approfondiremo questi concetti sul sito bresciabimbi.

      Cordiali Saluti

      Dott. Antonio REA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2019 Copyright Bresciabimbi 2019.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987.