Denti da latte: la guida perfetta per la salute di tuo figlio

Denti da latte: la guida perfetta per la salute di tuo figlio
 
Idee per feste di compleanno Super! 

Tutto quello che devi sapere sui dentini del tuo bambino

Ogni genitore vive l’eruzione del primo dentino del proprio figlio con estrema gioia. È il primo segno che il tuo bambino sta crescendo e riempie il cuore di ogni genitore di orgoglio.
Ma questo piccolo cambiamento è in realtà un passo importante per la sua salute, in particolar modo della bocca.

Se prima della comparsa dei denti eri abituata a passare una semplice garza pulita lungo le gengive, adesso è arrivato il tempo di cambiare le abitudini.
Ancora “peggio” se questo passaggio lo saltavi: il cambiamento sarà drastico ma necessario.

È fondamentale curare i denti da latte del tuo bambino perché sono le basi, l’impalcatura per i futuri denti permanenti. In poche parole per denti sani e belli.

Ma vediamo in maniera sintetica ma efficace tutti gli aspetti da non sottovalutare dei denti da latte.

Ordine di eruzione dei dentini da latte

I denti decidui sono in totale 20 e tendenzialmente iniziano ad erompere attorno ai 5 mesi per terminare la dentizione poco prima dei 3 anni.
Solitamente il primo dentino ad erompere è l’incisivo centrale inferiore, seguito dal superiore.
Successivamente è la volta degli incisivi laterali superiori e inferiori. Infine canini e molaretti.

Se tuo figlio ha qualche mese in più e non sono ancora usciti non preoccuparti: i ritmi di eruzione possono variare.

Come prestare cura ai dentini di tuo figlio

Purtroppo nell’infanzia di ogni bambino manca la figura dell’odontoiatra, il compito di istruire la mamma a prendersi cura dei dentini è affidato ai corsi pre-parto o magari alla pediatra.

Questa guida, associata ad un articolo di approfondimento sui denti da latte si propone l’obiettivo di informare il genitore e di sbugiardare alcune false credenze.

L’uso del ciuccio

Spesso siamo abituati a comprare il ciuccio al supermercato o al negozio di bimbi senza badare esattamente a ciò che stiamo facendo. “Uno vale l’altro, tanto non cambia nulla”.
In realtà la scelta del ciuccio così come la sua sospensione sono di fondamentale importanza per il futuro allineamento dentale e scheletrico di tuo figlio.

Il perdurare dell’uso del ciuccio oltre i due anni può creare gravi malocclusioni come ad esempio il morso aperto o il morso incrociato.

Alla stessa maniera, dare al bambino il ciuccio intriso nel miele o il biberon con miele e biscotti è assolutamente sconsigliato.
Molti genitori lo fanno per calmare il bimbo e per farlo dormire di più, ma aumentano enormemente il rischio di carie multiple dei denti da latte.

Spazzolino e dentifricio giusti

Ma qual è il dentifricio giusto per i denti di tuo figlio? Può già usare lo spazzolino dei grandi?

Anzitutto, secondo le linee guida sulla prevenzione della carie, in quelli che sono i bambini a basso rischio di carie è consigliabile acquistare spazzolini dalle setole soft e dentifrici al fluoro che indichino sul retro della confezione la scritta 1000 ppm.

Presta attenzione: la quantità di dentifricio da applicare sullo spazzolino deve essere una “pea-size”, ovvero deve essere grande quando un pisellino.

Nei bambini altamente predisposti può essere indicata l’assunzione di gocce di fluoro per rinforzare la dentatura e per ridurre il rischio di carie.

In conclusione, i denti da latte non vanno sottovalutati semplicemente perché prima o poi verranno persi. La loro cura è estremamente importante per garantire a tuo figlio un sorriso smagliante negli anni.

 

Per ulteriori curiosità sulla salute della bocca dei tuoi denti o di tuo figlio visita www.dottor-dente.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verra' pubblicato.
Campi obbligatori*