fbpx

Categoria: Leggiamo?

i-nomismagici

I Nomismagici

I Nomismagici

di Claudio Gurra – Edizioni Convalle

I Nomismagici sono fiabe per bambini di tutte le età, anche per coloro che non si ricordano di essere stati bambini. Questi racconti stimolano la fantasia e la fantasia è il motore dell’evoluzione delle civiltà.

I nomi sono magici e svelano il vero.
Noi nasciamo con un nome che ci porteremo addosso per tutta la vita ma, anche se non lo si crede o vede, il nome cambia, cambia sfumatura; cambia colore e a volte cambia anche forma.

Il nome cambia con le diverse stagioni delle età, cambia con i diversi umori degli anni. I Nativi Americani lo sapevano bene.
Ogni nome svela quello che si è, e quello che si è, svela la bellezza che ci circonda e, come un girotondo, quello che ci circonda diventa la nostra essenza che si rivela a noi attraverso l’immaginazione che dà vita alla fantasia. La fantasia diventa il nostro spirito poiché grazie alla fantasia le civiltà crescono, vanno avanti e migliorano per un futuro luminoso e sano.

Starnutina

E’ una storia di starnuti e metamorfosi.
Starnutina era una bambina molto timida ma così timida che quando qualcheduno voleva stringer amicizia, lei non riusciva a dir nulla.
Le riusciva solo starnutire.
Così, per questo strano caso della vita, nessuno conosceva il nome della povera bambina.
Riuscirà alla fine Starnutina a comunicare con qualcuno, farsi conoscere e dire finalmente il suo nome?

Geremia e l’ombrello magico

Il nostro caro amico camminava più svelto che poteva. Non voleva correre perché non voleva sembrare un bambino spaventato da un temporale estivo, un bel grosso temporale, ma pur sempre e solo un temporale estivo… forse.

Rana che non aveva un nome

Spinta dalla voglia di conoscere, Rana, si avventurò cercando di superare i fitti rovi ma si sa! I rovi sono molto pericolosi e di più per una piccola creatura che aveva dalla sua parte solo la voglia di apprendere senza saper nulla.
Quante incredibili avventure vivrà Rana! Chissà se riuscirà a superare i fitti rovi!

Lo Squalo Bus

Non sapendo che altri pesci pigliare, visto che si trovava nello stomaco di uno squalo, Casimiro iniziò a prendere qualche libro e a sfogliarlo.
Il tempo sembrava non esistere, ogni libro era come una nocciolina dopo l’altra.

La vera storia del Re e la sua serva

C’era una volta un Re seduto sul sofà che disse alla sua serva – Raccontami una storia – e la serva … una divertente storia tutta da gustare!

I Nomismagici, pubblicato da Edizioni Convalle, è il libro d’esordio di Claudio Gurra, eclettico artista.

 

 Felice lettura!

Claudio Gurra
lamiopismo@gmail.com
www.claudiogurra.com

come-avvicinare-piccoli-alla-lettura

Come avvicinare i più piccoli alla lettura

Come avvicinare i più piccoli alla lettura

La lettura dei libri non è (e non dovrebbe mai diventare) un’opzione. Questo perché fa parte delle nostre radici e del nostro patrimonio culturale, dunque disperderlo significherebbe davvero provocare un grave danno alle generazioni future, e a quelle che seguiranno. Ecco che emerge quindi la necessità di trasmettere questa passione ai bambini, avvicinando i più piccoli alla lettura e facendo sì che la tradizione continui, sperando che non vada mai dispersa, e che possa contribuire alla crescita dei nostri figli così come ha contribuito alla nostra, e alle tante generazioni che ci hanno preceduto nei secoli passati. Ma come possiamo ottenere questo risultato?

Come trasmettere la passione per la lettura ai bimbi?

Uno dei segreti è far avvicinare i più giovani alla lettura, facendogli capire che si tratta di un piacere e di un hobby, e non di un obbligo o di un compito per casa. Questo significa proporre sempre dei libri che sappiano come stuzzicare la fantasia, e che siano vicini alle passioni dei ragazzi, semplicemente mantenendo viva la loro endemica curiosità. Certo è che, se i piccolissimi accettano con gioia di sfogliare un libro, i giovani tendono invece a dirottare verso tecnologia e videogiochi, e in questo caso bisogna apprendere l’arte del proporre un libro, magari accoppiandolo ad un altro premio hi-tech, da utilizzare come vero e proprio cavallo di troia, per far breccia nei loro cuori e nelle loro abitudini. Anche proporre dei titoli che siano stati utilizzati per ispirare film o serie TV è un buon metodo.

5 cose da fare per incoraggiare i bimbi alla lettura

La prima regola è circondare i giovani di libri, magari recandovi insieme a loro in una libreria Coop, vero e proprio luogo d’incontro per promuovere la lettura, dove potrete a volte dialogare con gli stessi autori e in questo modo invogliare ancora di più i vostri figli alla lettura. Poi, il secondo passo è insegnare a leggere ai bimbi quanto prima, assistendoli e facendo esercizio con loro. È poi importante che condividiate con loro questa passione, facendogli tantissime domande su ciò che hanno letto e facendo quindi nascere delle interessantissime discussioni sui libri. Infine, date sempre e comunque il buon esempio: se non sarete voi i primi ad appassionarvi alla lettura, il ragazzino impiegherà pochissimo tempo per accantonare i libri che gli avete regalato.

I migliori titoli per i bambini

La letteratura trabocca di capolavori, ma non tutti sono adatti ai bambini. Anzi, non è facile trovare dei libri noti che lo siano. Secondo noi, una lista dei libri migliori per i bimbi non potrebbe mai e poi mai prescindere da un grande classico come “Il Piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupery: impossibile non amarlo. Allo stesso modo, anche un altro evergreen come “Alice nel Paese delle Meraviglie” non dovrebbe mai mancare sul comodino del vostro bambino, dato che coniuga a meraviglia avventura, fantasia e persino brivido. Infine, se vostro figlio è un amante del fantasy, potreste regalargli la saga delle “Cronache di Narnia” di C. S. Lewis: ben sette romanzi che non aspettano altro che essere divorati. Oltre ai grandi classici, per educarli alla pluralità delle situazioni della vita, potreste acquistare uno di questi titoli: in seguito a questa lettura sarà più facile per i genitori introdurre e affrontare argomento come l’uguaglianza di genere e la diversità.

un-dono-in-dono-il-canto-emeline

Un dono in dono: Il canto di Eméline

Un dono in dono: Il canto di Eméline

Non solo un nuovo libro, ma un progetto che ha uno sfondo benefico.

La sensibilizzazione a carattere divulgativo è il cuore del progetto editoriale “Un dono in dono” a cura della casa editrice Leucotea di Sanremo.

Un racconto per piccoli e grandi sul tema della solidarietà e del dono di un bene molto prezioso: il proprio tempo. Storie speciali di chi ha scelto di aprire cuore e mani e rivolgere lo sguardo oltre l’orizzonte.

Il progetto prevede l’identificazione di attività pregevoli ad opera di persone che collaborano con organizzazioni onlus, la stesura di un racconto per sensibilizzare sul tema, la relativa pubblicazione da parte della casa editrice Leucotea ad un prezzo assolutamente accessibile ovvero 6.90 euro, dei quali 1 euro verrà devoluto a favore dell’associazione di volta in volta sostenuta.

I racconti mirano a contribuire nella divulgazione delle opere di bene, per creare una sinergia d’intenti nella quale il dono di ciascuno possa trasformarsi in un aiuto significativo

Il 2017 anno d’esordio vede l’uscita de “Il canto di Eméline”, un racconto per promuovere la conoscenza dell’ossigeno ozono terapia nella cura dell’Ulcera di Buruli, la lebbra dei bambini. I proventi ricavati andranno a favore dell’associazione U.T.A. onlus per contribuire a finanziare la dotazione dell’ ospedale di Tanguiéta in Benin e supportare il lavoro di Fra Fiorenzo Priuli.

La 54ª convocazione dell’A.E.R.E.C. presso il C.N.R. è stata l’occasione privilegiata per presentare il libro “Il canto di Eméline”, poiché le finalità filantropiche dell’Accademia, la sensibilità dei membri verso le situazioni di svantaggio fossero di buon auspicio per la causa sostenuta e il raggiungimento di pregevoli traguardi.

Per seguire il progetto collegarsi alla pagina Facebook : Il canto di Emeline

storie-giovani-adulti

Storie per Giovani Adulti

Storie per Giovani Adulti

Il Sistema Bibliotecario Bassa Bresciana Centrale cura dal 2007 un progetto dedicato ai Giovani Adulti.

Tante proposte di lettura (romanzi, fumetti) e film da guardare dedicato alla fascia d’età tra i 13 e 19 anni.

Le trame sono arricchite dalla segnalazione dei personaggi protagonisti, dalle parole chiave per la ricerca di temi affini, da proposte musicali.

Tutti i titoli segnalati hanno un loro valore, una fascia d’età di riferimento e/o trattano di un particolare tema: amicizia, amore, anticonformismo, crescita, criminalità, dipendenze, diversità, famiglia, morte, ribellione, solitudine… Ed abbiamo citato solo alcuni argomenti.

C’è solo l’imbarazzo della scelta!

La redazione è interamente curata da bibliotecari esperti, che hanno frequentato corsi di specializzazione: Alessandro Cazzoletti, Donatella Fadani, Elena Brognoli, Michela Pezzoli, Paola Ferrami, Patrizia Braghiroli.

L’incontro periodico con le classi degli Istituti Superiori di zona ci arricchisce del prezioso confronto con i ragazzi, ci permette di scoprire i loro gusti e le loro inclinazioni; un’esperienza insostituibile e fondamentale per il nostro lavoro di segnalazione di titoli di libri, film e musica.

I risultati sono incoraggianti. E sentirsi dire “grazie, era proprio la storia che volevo leggere!” ci sostiene a proseguire nel progetto.

Ciascun titolo segnalato ha il link all’OPAC della Rete Bibliotecaria bresciana e cremonese, qualora si volesse prendere a prestito in una delle tante biblioteche della rete uno o più dei titoli suggeriti.

Se non si possiede username e password dei servizi OPAC basta rivolgersi alla propria biblioteca, per fare le proprie prenotazioni comodamente da casa.

Il sito si trova al seguente indirizzo:

www.giovaniadulti.it

E’ possibile inoltre seguire la pagina  Facebook:  Bump! Storie per giovani adulti

Buona lettura!

la-fiaba-di-pigiamono-a-meta-silvia-buda

Pigiamino a Pois

La fiaba di Pigiamino a Pois

di Silvia Buda

Da sempre ho avuto una forte passione per la magia che hanno le storie e soprattutto che hanno tutte le parole in essa contenute. Così mi sono detta: “Perché non dedicare un pochino del mio tempo alla scrittura?”

Detto fatto, ecco che ha preso vita a poco a poco questa simpatica fiaba per bambini dal titolo semplice ma dal significato molto profondo: La fiaba di Pigiamino a Pois.

Questo il titolo della mia storia, un libro nato perché credo moltissimo nella fantasia, che come affermava la mente geniale di Gianni Rodari: “La fantasia è il luogo di tutte le ipotesi”. Allora perché non tramutare un pigiamino a pois nel protagonista della mia fiaba? Ecco che piano piano, si è delineato il protagonista principale della storia. Un pigiamino umanizzato capace di provare tutto lo spettro di emozioni tipiche di noi, esseri umani.

La trama del libro non è molto complicata, anzi è molto semplice e lineare, così che il libro possa essere facilmente letto dai bambini ma anche dai loro genitori, ad esempio, come fiaba della buona notte.

Vi racconto in breve la trama. Pigiamino a Pois è stato finalmente regalato per le feste di Natale. Di giorno si trova in un bel cassetto in un armadio di pino, di notte viene indossato da una bambina. A tenergli compagnia ci sono le Babbucce di lana. Tutto sembra andare per il meglio, finché un giorno nello stesso cassetto compare Pigiamino Nuovo di zecca… D’ora in poi sarà lui a essere indossato e non più Pigiamino a Pois.

Che cosa succederà? Riuscirà Pigiamino a Pois ad accettare Pigiamino Nuovo di zecca?

Un libro leggibile a qualsiasi età, adatto ai piccoli come ai grandi, perché la gioia delle piccole cose si trova ovunque, anche nel leggere oppure nell’ascoltare una fiaba.

fiabe-per-crescere

Fiabe per crescere

Fiabe per crescere

Fiabe originali e divertenti da scaricare gratuitamente e da leggere prima della nanna… con disegni da colorare e simpatiche attività da fare a scuola o a casa con mamma e papà!

Questo è il riassunto perfetto di fiabepercrescere.it: un sito  ricco di spunti e suggerimenti utili dove fiabe e filastrocche sono protagonisti della crescita dei bambini.

Sul sito sono presenti diverse sezioni: libri, fiabe, scrittura, colori e lettura.

La sezione scrittura organizza materiali in fasce d’età affrontando tematiche e difficoltà varie  che possono incontrare i bambini nell’ambito della scrittura.

L’angolo dei colori propone invece diversi “lavoretti” che i bambini possono divertirsi a realizzare e colorare

L’idea nasce da due amiche nella vita e colleghe che decidono di dar seguito ai propri sogni. Insieme scrivono il loro primo libro di fiabe “Sette fiabe per crescere” pubblicato da Edizioni Villadiseriane.

Una lettura illustrata per bambini dai 7 ai 12 anni ricca di tanti spunti educativi da trattare con i piccoli lettori.

È seguita poi la pubblicazione “Un bruco di nome Miu” edito da Leucotea. Una fiaba che narra il lungo e rocambolesco percorso di crescita e trasformazione di un piccolo bruco impegnato a trovare la sua strada per diventare farfalla. Una storia per grandi e piccini: una storia per il cuore.

A coronamento del progetto di scrittura nasce un sito Internet, gestito in prima persona dalle autrici, all’interno del quale sono presenti sezioni tematiche dedicate alla scrittura, alla creatività, alla realizzazione di lavoretti, biglietti da auguri e tanto altro.

Sono presenti, inoltre, suddivise per fasce d’età, numerose risorse didattiche scaricabili gratuitamente dal sito.

Il portale si è arricchito in questo mese di una nuova sezione dedicata al consigli di lettura, per grandi e piccini.

Uno spazio per le recensioni costruite “In meno di 500 caratteri…”.

 

Scoprite insieme a noi il mondo tutto a colori di www.fiabepercrescere.it

fiabe-crescere-sito

akiko-palloncino

Akiko e il palloncino

Akiko e il palloncino

Una dolcissima bimba di poco più di tre anni, una passeggiata in città, un regalo inaspettato, il palloncino del titolo,  una mamma molto attenta, un pomeriggio di giochi, un letto che attende la piccola per la nanna.

La giornata di Akiko è semplice ma allo stesso tempo ricchissima, come quella di ogni bimbo.

Sono questi gli ingredienti di Akiko e il palloncino, uno dei primi lavori dell’artista giapponese, uscito per la casa editrice nipponica Hakusensha nel 2003 ma tradotto da Babalibri solo nel 2014.

L’opera contiene in forma embrionale tutte le tematiche che caratterizzeranno l’evoluzione dell’autrice, ovvero la rappresentazione di scene familiari che fanno di Komako Sakaï una splendida favoleggiatrice del quotidiano infantile. Inoltre, in quest’albo il colore si impone come vero e proprio elemento narrativo: gouache e tempere riempiono gli spazi in campiture di colore non uniformi, rendendo gli oggetti più solidi e autentici. Se lo sfondo è composto da una gamma di tinte piuttosto spente (abbondano grigio, nero, bianco e ocra), è il giallo il protagonista assoluto della scena e di pagina in pagina torna in nuove vesti, dal palloncino passa ai fiori di tarassaco e poi a una piccola farfalla.

Completano questa ricca e vivace composizione cromatica qualche tocco di azzurro, usato per il filo del giocattolo di Akiko, e di rosso, per i ricami che decorano i suoi leggeri pantaloncini o le stelle del pigiama.

una-tigre-all-ora-del-te

Una tigre all’ora del tè

Una tigre all’ora del tè

E se un giorno qualunque, durante l’ora del tè, una tigre enorme bussasse alla porta di casa e si unisse al rito della merenda?

Per la prima volta arriva in Italia un classico della letteratura inglese, firmato nel 1968 dall’autrice di “Quando Hitler rubò il coniglio rosa”: Judith Kerr ci racconta una storia che è solo all’apparenza semplice e surreale. Infatti, nell’esagerazione che piace tanto ai bimbi, nasconde una profonda metafora dell’accoglienza (la tigre simboleggia il diverso, che viene accolto con cortesia e si unisce al convivio). Probabilmente il racconto è una rielaborazione della paure infantili della Kerr, costretta dai nazisti ad abbandonare Berlino e fuggire a Londra con la famiglia. Le illustrazioni hanno sapore vintage; si possono infatti osservare le porcellane, gli oggetti casalinghi, i capi di abbigliamento in perfetto stile sixties. Da notare sono anche le espressioni miti e gentili dei protagonisti dell’albo, anche della tigre.

La storia è essenziale quanto irreale: un giorno, all’ora del tè, una grande tigre bussa alla porta e si autoinvita a fare merenda con Sophie e sua mamma. Golosissima in breve tempo divora tutti i biscotti, beve tutto il tè, tutta la birra del papà, anche tutta l’acqua del lavandino, esaurendo in pochi minuti tutta la dispensa della famiglia. Soddisfatta e con la pancia piena, la tigre saluta e se ne va, lasciando come unica prova della sua visita un o straordinario disordine e niente da cucinare. Chissà se il papà crederà alla storia che mamma e Sophie gli racconteranno appena tornato da lavoro?

Insieme a Una tigre all’ora del tè, sempre firmato da Judith Kerr e sempre edito da Mondadori, nel 2016 è uscito anche Mog la gatta distratta, primo di una fortunatissima serie che ha per protagonista una gattona particolarmente sbadata. Mog è un classico in Inghilterra e anche qui l’autrice si è divertita a far entrare ancora una volta in contatto umani e animali, che finiscono sempre per mettere a soqquadro stanze e case.

Ringrazio per questo suggerimento di lettura:

La Libreria dei Ragazzi di Brescia
via S. Bartolomeo, 15
Tel. 030-3099737
brescia@lalibreriadeiragazzi.it
www.lalibreriadeiragazzi.it/brescia

cara-nonna-la-tua-susi-mileggiunastoria

Cara nonna, la tua Susi

Nuovo consiglio di lettura dal blog Mileggiuna storia:

Cara nonna, la tua Susi

Di Christine Nöstlinger

Oggi vi consiglio un libro per bambini un po’ più grandicelli, che abbiano già cominciato la scuola e riescano a leggere da soli, accoccolati su una comoda poltrona, magari con un pezzo di cioccolato da sgranocchiare ogni tanto.

“Cara nonna la tua Susi” è un libro che ho letto anch’io, quando avevo 6-7 anni. A parlare è proprio Susi, una bambina simpatica e intraprendente, che sta trascorrendo insieme all’amico Paul delle splendide vacanze in Grecia, insieme alle rispettive famiglie.

Susi si diverte, conosce nuovi amici (Charlie e John) e tutto sembrerebbe andare per il meglio se non fosse per quell’antipatica di Anita e per Paul, che ha occhi solo per lei…

Non potrete che adorare Susi e le sue avventure, un libro tenero e innocente come il cuore dei bambini.

 

Dal blog Mileggiunastoria 

Potrebbero anche interessarti altri consigli di lettura:

La volpe e la stella

Olly va a sciare

Il sabato è come un palloncino rosso

L’elefante un pò ingombrante

Abbracciami

  • 1
  • 2
  • 5

© 2019 Copyright Bresciabimbi 2019.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987.