fbpx

Calendar

Ott
5
Sab
2019
Del bene e del Bello
Ott 5 giorno intero

Del bene e del Bello

Giornate del Patrimonio Culturale della Vallecamonica e della Valle dei Segni

La quindicesima edizione di “Del Bene e del Bello. Giornate del patrimonio culturale della Valle Camonica, la Valle dei Segni” promette un mese ricco d’appuntamenti. Come il nastro che si avvolge attorno alla copertina dell’opuscolo, così il “bene” ed il “bello” – binomio nel quale la valle ha imparato a riconoscersi – del nostro territorio si svolgeranno lungo tutto ottobre 2019, addobbandolo a festa con le iniziative dei 43 Comuni aderenti, del Distretto Culturale di Valle Camonica e delle associazioni partecipanti.

In particolare…

Sabato 5 ottobre

dalle ore 10.00 Monno RISCOPRIRE LE TRADIZIONI Monno, intersezione via Imavilla –via Roma
In questa giornata verranno seminati la segale e altri prodotti adatti per il periodo e la raccolta delle patate, essendo queste il prodotto caratteristico di Monno. Quest’anno si inizierà con la raccolta, ma riserveremo un angolo nell’orto per poter fare poi la semina in maggio. Questo progetto è nato per far scoprire alle nuove generazioni l’importanza del saper coltivare la terra e promuovere la qualità di questi prodotti. La segale (Secale cereale L.), detta anche segala, è un cereale di montagna che si adatta bene come l’avena anche ad altitudini elevate e resiste ai climi freddi; cresce in terreni difficili e poveri (steppa, brughiera) e matura in fretta.
La segale invernale “grande segale” viene seminata in luglio-agosto e raccolta il settembre dell’anno successivo con un ciclo di crescita di 13- 14 mesi e un raccolto biennale (“riposo d’altitudine”); la “segale dormiente” è seminata in ottobre prima del gelo.

dalle ore 14.00 Artogne   – LIBRIAMOCI CON LA FANTASIA – Museo della stampa “Lodovico Pavoni” via Concordia
All’interno del museo della stampa di Artogne, di cui ricorre il decennale dell’apertura (2009), verrà allestita una mostra di libri di Gianni Rodari, per celebrare il centenario della sua nascita (2020). La mostra sarà la prima di una serie di iniziative culturali che proseguiranno fino a maggio 2020, e che coinvolgeranno anche le scolaresche e le associazioni del territorio.

Ore 14.30 Cedegolo laboratorio “Dal ceppo al gioco”

Ore 14.30 Pisogne Grignaghe tra storia e leggende
Ritrovo al parcheggio di Grignaghe – via Imavilla Grignaghe, frazione di Pisogne Referenti e contatti Rosanna Romele – Biblioteca comunale Tel. 0364 880856 uff.cultura@comune.pisogne.bs.it La frazione di Grignaghe, posta ai margini dei siti minerari della valle del Trobiolo, lungo la Strada del Ferro che collegava alla Val Trompia, ha un’origine sicuramente molto antica. Ciò che caratterizza il borgo è la presenza di sculture medievali in arenaria rossa forse riconducibili al periodo longobardo. Oltre alle testimonianze materiali, il paese conserva echi di antiche leggende custodite dalla memoria popolare e legate ai luoghi attraverso i quali si snoda il percorso. Dal Döch della Caccia Morta ai Morcc de l’Albaret (il cimitero degli appestati del Seicento) passando dalla grotta della strega Madrassa

Dalle ore 15.00 Ponte di Legno Pontedilegno bombardata e risorta. visita al percorso multimediale Centro storico di Ponte di Legno
Partenza percorso c/o infopoint corso milano 37
Visita al percorso multimediale nel centro storico di Ponte di Legno attraverso le fotografie storiche dell’abitato scattate durante il bombardamento avvenuto il 27 settembre 1917 nel corso della prima guerra mondiale. Visita organizzata dalla Proloco Ponte di Legno in collaborazione con la Società Storica e Antropologica di Valle Camonica

dalle ore 15.30 Sellero A perdita d’occhio – il finissage
Ex fornaci – Centro 3T Via Scianica 6 Sellero Vasca SEB Parco tematico Via Ruch Novelle di Sellero Il parco Vasca SEB è l’ex vasca di carico dell’acqua della Società Elettrica Bresciana, usata per alimentare la centrale idroelettrica di Cedegolo, costruita con questa nel 1910. Allestito da Associazione P.I.R. è divenuto un percorso multisensoriale e museale che permette di esplorare pozzi e condotte forzate attraverso un sistema di passerelle in legno; location di eventi d’arte contemporanea è sito di partenza di escursioni. Dal 2017 vi è nato un piccolo centro di orto-terapia. Le ex fornaci da calce di Sellero sono ciò che rimane di un sito produttivo che inizia l’attività negli anni Venti del Novecento, grazie all’utilizzo dell’energia idroelettrica, sfruttando il calcare della Concarena. Oggi centro culturale ha un allestimento museale a congegni ottici 3D, è sede dell’orto verticale in lana (quest’anno inattivo) e di molte attività e sperimentazioni legate alla fruizione del paesaggio attraverso lo sport e l’arte contemporanea. Programma: 15:30/16:30 Visita guidata al sito e all’esposizione presso Vasca Seb 17:00/18:00 Visita guidata al sito e all’esposizione presso ex fornaci- Centro 3t 18:00 presentazione catalogo dell’esposizione Nel corso della giornata nel centro storico dell’abitato sarà fruibile la manifestazione Sapori d’autunno.

Ore 20.30 Cedegolo incontro “I custodi dell’acqua. Storie di lavoro, vita e montagna”

Domenica 6 ottobre

Alle ore 8.30 Loveno Trekking minerario lungo i sentieri dei minatori Complesso minerario di Traversagna e Gaviera
Ritrovo presso il parcheggio nella frazione di Loveno Si consigliano scarponcini da trekking e abbigliamento adatto ad ambienti umidi e a temperature medio-basse (10°C). In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a domenica 13 ottobre.
Notizie dei borghi di Paisco e Loveno prima dell’XI secolo non si hanno con certezza, ma la ricchezza in zona di minerali di ferro avrebbe attratto in valle una notevole attività di carbonai e minatori fin da epoca precedente l’anno Mille. Dal XV secolo troviamo documenti cronologici riguardanti l’attività di estrazione e coltivazione del minerale. Dal 1840 in valle c’è un grande cambiamento: entra in scena il grande industriale Andrea Gregorini, che riunisce tutte le piccole miniere prima divise tra tanti proprietari in un’unica ditta. Il Gregorini introduce il lavoro minorile sfruttando la struttura fisica dei bambini per i piccoli cunicoli, porta le miniere ad imprese di grandi dimensioni aumentando la quantità di lavoro, costruisce la teleferica che dalle miniere di Traversagna e Gaviera conduceva il minerale a Forno Allione per la fusione. Al Gregorini subentrerà nel 1937 l’ILVA; durante la gestione di questa società molti furono gli incidenti e infortuni in miniera. Successivamente, nel 1940 succederà Ferromin che sarà l’ultima società presente; il 30 novembre 1943 ci sarà la chiusura definitiva. Vogliamo con questa visita mostrare un bene storico e nel contempo rendere omaggio a chi, con fatiche e rischiando la propria vita, ci ha lasciato queste gallerie simbolo di operosità, sacrificio e fonte di vita per Paisco Loveno.

dalle ore 9.30 Saviore dell’Adamello a spasso nella natura Partenza dalla piazza municipale di Valle e arrivo all’agriturismo Cà Noa di Saviore Si partirà da Valle, passando per Ponte per arrivare come meta finale a Saviore; durante la passeggiata sarà possibile riconoscere diverse tipologie di piante e fiori da utilizzare in cucina e altre con proprietà mediche. Tutto ciò avverrà con la presenza di esperti nel settore che ci spiegheranno come impiegare le piante che incontreremo lungo il percorso, che si concluderà con un ottimo pranzo di degustazione presso l’agriturismo “Ca Noa”; la cucina ci proporrà qualcosa di tipico cucinato rigorosamente secondo la tradizione. Il percorso è su strada sterrata e non è molto impegnativo: 3/4KM in leggera salita. Una volta arrivati a Saviore, ci sarà la possibilità di prendere il bus-navetta e tornare a Valle per recuperare l’auto

dalle ore 14.00 Cedegolo MUSIL– MUSEO DELL’ENERGIA IDROELETTRICA DI VALLECAMONICA MUSIL – MUSEO DELL’ENERGIA IDROELETTRICA DI VALLECAMONICA Via Roma, 48 – Cedegolo Il percorso espositivo è concepito come esperienza multisensoriale ed interattiva. Gli allestimenti del Museo sollecitano infatti un coinvolgimento fisico-razionale-emotivo: corpo, testa, cuore lavoreranno insieme per spiegare la magica trasformazione di una goccia d’acqua in energia elettrica, con tutte le sue affascinanti coincidenze e conseguenze. Seguendo il “percorso dell’acqua”, dal suo formarsi nell’atmosfera al suo precipitare sulla terra, condensarsi in ghiaccio, raccogliersi nei laghi alpini, essere imbrigliata in dighe artificiali per poi arrivare nella Centrale Idroelettrica, dove si trasforma in elettricità, sarà possibile immergersi nelle storie e nella cultura custodita dal luogo. Si ripercorrerà così l’epopea dei grandi lavori idroelettrici, la storia della costruzione di bacini, condotte, canali e opere idrauliche; si vedrà e comprenderà il funzionamento delle macchine che trasformano il movimento prodotto dall’acqua in elettricità, nonché si indagheranno gli utilizzi, la gestione e i sistemi di distribuzione.

Dalle ore 15.00 Braone Ritrovo presso le scuole elementari STORIA E ATTUALITà DI UN PAESE IN EVOLUZIONE
Il racconto del borgo, con la visione di tre documentari realizzati dalla trasmissione Geo&Geo di RAI3, che raccontano molto bene l’anima del nostro paese. Completerà la trilogia il documentario, sempre tratto dalla prestigiosa trasmissione Geo&Geo, che raconta la storia di un edificio, posto ai margini del centro storico di Braone, una vecchia segheria risalente al periodo della dominazione veneziana, che riconvertita in abitazione, è divenuta un laboratorio di progettazione e applicazione delle tecniche di riciclo e riuso dei materiali in edilizia. Successivamente porteremo i visitatori attraverso le piccole viuzze del centro storico, dove potranno ammirare gli antichi portali in pietra che davano accesso alle corti e le fontane, sempre in pietra. Questo percorso li accompagnerà alla “Casa Torre Bonfadini”, antica dimora dei conti Ronchi, oggi trasformata in sala concerti, dove ha sede il prestigioso Concorso internazionale per giovani musicisti “Rizzardo Bino”. Qui gli ospiti potranno assistere a un piccolo concerto di musica da camera con i musicisti di casa torre Bonfadini, per terminare il pomeriggio assaporando i prodotti dell’antico forno del ‘400 inserito all’interno della storica corte dei conti Ronchi.

Sabato 12

Fiera-di-San-Michele_vezza-oglio-2019 dalle ore 9.00 alle 16.00 VEZZA d’Oglio c/o Via del Piano TRADIZIONALE FIERA DI S. MICHELE | Esposizione di animali, vendita prodotti locali, dimostrazione di lavorazione del latte, bancarelle commerciali, convegno e menù a tema.

 dalle ore 19.30 Vezza d’Oglio c/o Centro Eventi Adamello L’ANTICA e TRADIZIONALE “CENA DEL MAIALE” | Cena tipica su prenotazione, serata danzante ed estrazione sottoscrizione a premi

Ore 15.00 BRENO inaugurazione CONVEGNO ISTA 2019: «STREGONERIA NELLE ALPI. MALEFICI, PROCESSI, INQUISITORI E ROGHI».
Palazzo della Cultura di Breno La società storica e antropologica di Valle Camonica organizza per il giorno 12 ottobre 2019 a Breno la nona edizione degli incontri per lo studio delle tradizioni alpine (i.s.t.a.). L’argomento dell’incontro sarà «Stregoneria nelle alpi. Malefici, processi, inquisitori e roghi». Il convegno, gratuito e aperto a tutti, intende illustrare con uno sguardo interdisciplinare alcune manifestazioni di stregoneria (definita come accusa di presunta attività di magia a danno degli altri per scopi privati o rituali) nell’arco alpino tra l’età medievale e quella moderna. La scelta del tema oggetto dell’incontro ISTA 2019 è legata alla ricorrenza dei 500 anni dai roghi per stregoneria in Valle Camonica, avvenuti nel 1518. A seguito del convegno Società Storica e Antropologica di Valle Camonica intende pubblicare un volume contenente i contributi raccolti.

Ore 15.00 BRENO Ritrovo davanti alla chiesa Arte, storia e cultura nelle chiese più antiche di Breno Chiesa di San Valentino Situata nel cuore della Valle, la cittadina di Breno per secoli è stata il principale borgo camuno. La collina del Castello domina sui vicoli, le piazze, le ville storiche rendono il centro storico carico di fascino e le chiese custodiscono opere d’arte significative. San Valentino è il patrono della cittadina, che gli ha intitolato una chiesa dai tratti architettonici particolarmente interessanti, per secoli meta di pellegrinaggio. L’interno è decorato con affreschi che illustrano la devozione tradizionale della zona.

giorchi-autunno-cividate-cammuno-bene-bello-2019Dalle ore 15.00 alle 16.30 Cividate Camuno GIOCHI D’ AUTUNNO ALL’ANFITEATRO Parco archeologico del teatro e anfiteatro Un pomeriggio con pony e carretto alla scoperta della Valle Camonica romana. L’evento organizzato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Bergamo e Brescia, dal Comune di Cividate Camuno – Commissione biblioteca e dalla Pro Loco cividatese è dedicato ai più piccoli. Il Parco Archeologico del Teatro e dell’Anfiteatro di Cividate Camuno si estende su una superficie di circa 20.000mq nella parte settentrionale dell’antica Civitas Camunnorum, capoluogo politico e amministrativo della Valle Camonica in epoca romana. Inaugurato nel marzo del 2003 al termine di un lungo e complesso intervento di scavo, restauro e valorizzazione, esso offre un eccezionale spaccato monumentale della città antica. All’interno si conservano i resti di un anfiteatro (riportato interamente alla luce nelle strutture perimetrali) e di un teatro (oggi visibile per un terzo del totale, per il resto sepolto sotto un giardino e un’abitazione privati). Completa il complesso una serie di edifici e di ambienti di servizio, tra i quali un sacello e delle piccole terme. Si tratta di uno degli edifici da spettacolo romani meglio conservati di tutta l’Italia Settentrionale.

ore 15.00 Saviore dell’Adamello Il fascino del lavoro artigianale Valle di Saviore – Botteghe artigiane
Il lavoro di un artigiano spesso viene poco considerato, forse a causa dei ritmi elevati che caratterizzano la nostra società; con questo evento vorremmo ridonare valore alla lentezza, alla cura dei particolari. Lo vogliamo fare dando importanza al lavoro dell’artigiano che da un pezzo di legno realizza vere e proprie opere d’arte. Quello che vorremmo maggiormente sarebbe avvicinare i più piccoli a questa realtà dando loro la possibilità di provare da vicino a lavorare a fianco di un artigiano con pazienza e impegno realizzando, attraverso un vero e proprio laboratorio, un ricordo di una giornata vissuta “indietro nel tempo”. Il laboratorio è aperto ai bambini dai 6 ai 13 anni al costo di 5 euro l’uno.

 

metti-una-notte-un-libro-seradina
Dalle ore 20.00 Capo di Ponte METTI UNA NOTTE UN LIBRO…A PASSEGGIO CON IL “BARONE RAMPANTE” DI ITALO CALVINO NEL PARCO DI SERADINA
Parco archeologico comunale di Seradina-Bedolina Capo di Ponte
Il Parco Archeologico Comunale di Seradina-Bedolina viene istituito nel 2005 e raccoglie al proprio interno rocce incise a cavallo dell’Età del Bronzo (2000 a.C) e dell’Età del Ferro (1000 a.C). Oltre che un Parco Archeologico, quest’area può ben essere definita una piccola nicchia naturalistica: il Parco rappresenta infatti anche un piccolo ecosistema. Il microclima che lo caratterizza ha permesso a particolari specie vegetali, come l’Opuntia Compressa (un fico d’India nano dalle infiorescenze gialle e frutti rossi) di trovare il proprio habitat ideale. Posto in posizione panoramica il Parco permette al visitatore di apprezzare il fascino dell’arte rupestre in un contesto “magico” e coinvolgente.

Domenica 13 ottobre

dalle ore 9.00 Angolo Terme  LEGGENDE A COLAZIONE “Salto degli sposi” – Passo della Presolana
Grazie al racconto di leggende e poesie locali, accompagnate da musica dal vivo, “Leggende a Colazione” sarà l’occasione per riscoprire la storia singolare di questo luogo. La località del Salto degli Sposi si raggiunge in circa 10 minuti dopo aver lasciato l’auto in prossimità del Passo della Presolana. é una breve passeggiata adatta a tutti.

dalle ore 9.00 Berzo Demo Viaggio nella Sonza, Poggio della Croce, Dos de l’ora
Subito dopo l’abitato di Monte percorreremo la strada comunale che, sul lato sinistro, si stacca dalla provinciale Cedegolo Cevo, e dopo circa un km raggiungeremo la località “Furna”. Il nostro percorso culturale inizia in quel punto e, tramite un giro ad anello, in un paesaggio reso magico dai colori autunnali, ci porterà a “Sonza”, dove potremo osservare le incisioni rupestri con la più alta concentrazione di caratteri camuno/etruschi. Successivamente camminando comodamente su un sentiero, arriveremo al Poggio della Croce e gusteremo il bellissimo panorama della Valle Camonica. A pochi metri di distanza incroceremo il “Sentiero della Memoria” e verremo a contatto con manufatti, piattaforme per mitragliatrici, gallerie e un Forte della prima della guerra mondiale. A questo punto ci incammineremo verso il rifugio Palam Palè dove potremo pranzare. Da qui inizia il nostro viaggio di rientro passando da “Dergio” dove sono impressi sul terreno i resti del più antico insediamento abitativo della Valsaviore. In cinque minuti torneremo al punto di partenza

Dalle ore 9.00 alle 21.00 Malegno Visita guidata al centro storico e al museo “le Fudine” a cura della Federazione Guide Turistiche Valle Camonica Orario visite: ore 14.00- ore16.00 ritrovo in Piazza Padre Zaccaria Casari DE GUSTIBUS Centro Storico di Malegno Piazza Padre Zaccaria Casari

dalle ore 15.00 Vezza d’Oglio – Spettacolo musicale: “La primavera tarda ad arrivare” – la guerra bianca e l’Adamello con Piergiorgio Cinelli ed Ivana Gatti; – esposizione di artisti locali; – visita libera alla Chiesa di San Clemente San Clemente: tra storia e cultura Zona Chiesa San Clemente Referenti e contatti Pro Loco di Vezza d’Oglio

Sabato 19 ottobre

Ore 14.00 Gorzone (in caso di maltempo, Sabato 26 ottobre) “Luine collina sacra: visita all’arte rupestre di valle camonica per celebrare il 40° del sito unesco” Parco comunale di Luine (Gorzone)
Il sito è tradizionalmente suddiviso in tre aree, ma la visita in programma prevede il percorso classico indicato proprio con il toponimo Luine. Un percorso ad anello in un ambiente naturale da cui si può osservare anche il fondo valle ed il percorso del fiume Oglio verso il Lago d’Iseo. Sulle rocce si potranno ad esempio vedere simboli come la “rosa camuna”
La partecipazione alla visita è gratuita, solo su prenotazione, fino ad esaurimento posti (Massimo 30 persone). é consigliato abbigliamento comodo.

dalle ore 14.00 Paspardo LA CASTAGNA Consorzio della castagna e centro storico Referenti e contatti
La castagna era un tempo l’alimento predominante (albero del pane) nell’alimentazione ed era utilizzata come importante merce di scambio con farina di mais e di frumento nella bassa bresciana. Dopo numerosi decenni di totale abbandono dei castagneti, in questi ultimi anni si sta riscoprendo l’interesse per questo frutto, grazie anche al Consorzio della Castagna di Valle Camonica che ha avviato una campagna di valorizzazione della coltura del castagno. L’attività operativa che questi svolge verte sul risanamento, il recupero e la valorizzazione economico- produttiva dei castagneti della Valle Camonica: la potatura risanante, di conservazione e di sviluppo dei castagni, l’innesto di varietà di notevole pregio e piantumazione di nuovi soggetti innestati in vivaio, la raccolta, l’acquisto, la selezione e la conservazione, oltre alla trasformazione delle castagne. Dalla castagna si diparte poi una filiera di prodotti principalmente dolciari per il contenuto di amido e zuccheri che questa possiede. Il comparto di lavorazione delle castagne e di trasformazione in derivati che il Consorzio ha sviluppato, è costituito da un polo produttivo che annovera vaglio, essiccatoio, sgusciatrice e mulino.

Ore 15.00 BORNO Pitoti de Buren Valzel de Undine Valzel de Undine è un vero tesoro archeologico situato lungo la vecchia strada che da Borno conduce al Convento dell’Annunciata. Pare che in epoca preistorica i nostri antenati si riunissero in questa località per compiere dei “riti sacri”: gli archeologi hanno rinvenuto una composizione monumentale di megaliti ascrivibili all’Età del Rame, tra cui il più conosciuto “Borno 1“, masso erratico, tornato ora nella sua sede originaria.
Questo masso trovato nel 1953 in riva al torrente, inizialmente venne portato nel Museo di Cividate Camuno (nel 1955) per essere poi trasferito a Milano (nel 1961), dove rimase esposto in piazza Duomo sino al 1965 e poi nel Museo Archeologico del capoluogo lombardo sino al 2005. Rientrato in Valle Camonica, venne collocato nel Museo Nazionale della Preistoria di Capo di Ponte e solo nel 2013 nel sito archeologico Valzel de Undine da dove era partito sessant’anni prima.

dalle ore 15.00 Vezza d’Oglio c/o Loc. San Clemente
Spettacolo musicale sulla Guerra Bianca e l’Adamello, esposizione di artisti locali, visita libera alla Chiesa di San Clemente e vin brulé con gli alpini.

Ore 20.30 Saviore dell’Adamello Passeggiata serale alla scoperta di Saviore dell’Adamello la storia racconta Piazza San Giovanni Un’occasione per rivivere la storia millenaria di un piccolo borgo di montagna ricco di curiosità e scorci davvero suggestivi, tutto questo raccontato da Daniela Rossi, guida turistica della federazione guide Valle Camonica, che ci narrerà storie e leggende che si tramandano da molti anni

Domenica 20 ottobre

dalle ore 9.00 Paspardo LA CASTAGNA Consorzio della castagna e centro storico Referenti e contatti
La castagna era un tempo l’alimento predominante (albero del pane) nell’alimentazione ed era utilizzata come importante merce di scambio con farina di mais e di frumento nella bassa bresciana. Dopo numerosi decenni di totale abbandono dei castagneti, in questi ultimi anni si sta riscoprendo l’interesse per questo frutto, grazie anche al Consorzio della Castagna di Valle Camonica che ha avviato una campagna di valorizzazione della coltura del castagno. L’attività operativa che questi svolge verte sul risanamento, il recupero e la valorizzazione economico- produttiva dei castagneti della Valle Camonica: la potatura risanante, di conservazione e di sviluppo dei castagni, l’innesto di varietà di notevole pregio e piantumazione di nuovi soggetti innestati in vivaio, la raccolta, l’acquisto, la selezione e la conservazione, oltre alla trasformazione delle castagne. Dalla castagna si diparte poi una filiera di prodotti principalmente dolciari per il contenuto di amido e zuccheri che questa possiede. Il comparto di lavorazione delle castagne e di trasformazione in derivati che il Consorzio ha sviluppato, è costituito da un polo produttivo che annovera vaglio, essiccatoio, sgusciatrice e mulino.

dalle ore 9.00 Vione Valle di Canè in e -bi k e Ritrovo a Canè frazione di Vione (zona parcheggi all’imbocco della mulattiera per la Valle di Canè)
Una delle più frequentate valli del settore lombardo del Parco dello Stelvio, la Val di Canè, è particolarmente apprezzata per le sue ricchezze naturalisti – che ed architettoniche, il dolce paesaggio e la relativa facilità con cui si avvista la fauna al – pina. È una valle sospesa, di chiara origine glaciale, breve ma piuttosto ampia e poco ri – pida. Canè, che le dà il nome, è una graziosa frazione di Vione – antico e nobile borgo – po – sta su un soleggiato terrazzo a ben 1500 metri di quota. Vi si giunge con la strada che sale dal fondovalle, poco prima di Temù, e passa per Vione. A Cortebona sorge un piccolo centro d’informazioni del Par – co Nazionale e un’interessante vecchia “calchera” ben ristrut – turata. Alla cava ci aspetta un bellissimo panorama sulla bas – sa Val di Canè, particolarmente suggestivo in autunno. La cava di marmo è stata utilizzata fino al 1964. Oggi sono ancora vi – sibili le pareti da cui veniva estratto il marmo. Gita con mountain bike elet – trica in valle di Canè lungo la mulattiera che conduce all’al – peggio Cortebona per poi proseguire in direzione Cava del Marmo. Per chi lo deside – ra, previa prenotazione entro il 17 Ottobre, saranno attive le seguenti convenzioni: noleg – gio di e-bike al prezzo di 20€ (Scuola Italiana di MTB Ada – mello Bike) e pranzo al risto – rante al prezzo di 20€ (Trattoria Cavallino, Canè).

Dalle ore 14.30 Niardo Ritrovo presso l’Oasi del Beato Innocenzo tra sacralità e lavoro Oasi del Beato Innocenzo Referenti e contatti Roberta Calzoni
Nella preziosa “Oasi del Beato” si trova la casa natale del Beato Innocenzo, nato a Niardo il 14 marzo del 1844. Proprio in occasione di “Del Bene e del Bello” sarà possibile visitare la casa museo. Nel cortile antistante sarà possibile conoscere ed osservare le tecniche di lavorazione artigiana tipiche del paese.

Ore 15.00 BRENO Ritrovo davanti alla chiesa Arte, storia e cultura nelle chiese più antiche di Breno Chiesa di San Valentino Situata nel cuore della Valle, la cittadina di Breno per secoli è stata il principale borgo camuno. La collina del Castello domina sui vicoli, le piazze, le ville storiche rendono il centro storico carico di fascino e le chiese custodiscono opere d’arte significative. San Valentino è il patrono della cittadina, che gli ha intitolato una chiesa dai tratti architettonici particolarmente interessanti, per secoli meta di pellegrinaggio. L’interno è decorato con affreschi che illustrano la devozione tradizionale della zona.

Sabato 26 ottobre

Ore 14.30 Berzo inferiore   inaugurazione con visita
Il museo “Il Velocipede – Museo storico della bicicletta” è situato in piazza Umberto I, nei locali dell’antica palazzina ex sede del Municipio comunale, dove ora sono custudite una serie di collezioni private con decine di mezzi d’epoca, con un corredo di grandi pannellature che rappresentano sia in maniera descrittiva che raffigurativa tutta l’evoluzione dei mezzi a due ruote, dalla nascita agli anni Ottanta del ventesimo secolo.

Dalle ore 17.30 Bienno DE COLORE. LEONARDO E L’INTERPRETAZIONE CONTEMPORANEA Casa degli artisti via Carotti Bienno Casa Valiga è un piccolo edificio dalla facciata rinascimentale che contiene elementi architettonici e soluzioni decorative di pregio. L’intonaco in facciata conserva tracce di una decorazione a losanghe. Il palazzetto, preceduto da un piccolissimo cortile acciottolato, era la sede commerciale e di rappresentanza del vicino palazzo ed apparteneva probabilmente ad una famiglia di mercanti. Infatti nel salone al piano nobile, sono state ritrovate due scritte la cui traduzione (“Il darsi da fare è madre delle ricchezze” e “Il suo danno è il tuo guadagno”) è un vero manifesto ideologico dell’attiva borghesia mercantile. Oggi Casa Valiga è di proprietà della Comunità Montana di Valle Camonica e, con la sua area espositiva e con i suoi laboratori, è a disposizione degli artisti del progetto “Borgo degli artisti” che soggiornano in Valle, grazie al progetto, per brevi periodi di tempo dando dimostrazione della propria maestria.

Domenica 27 ottobre

Ore 9.00 Berzo inferiore visita guidata Il velocipede – Museo storico della bicicletta Piazza Umberto I

Dalle ore 15.00 alle 19.00 Ono San pietro Ritrovo alle ore 14 in Piazza Roma “Il cuore delle case” alla scoperta degli antichi forni per la cottura del pane Sala delle cutura, piazza Roma Contatti Moira Troncatti Tel. 348 4595374 Comune Tel. 0364 434490 Grazie alla ricerca portata avanti dai comuni dell’Eco museo “Concarena montagna di luce”, anche Ono San Pietro ha potuto riscoprire l’esatta collocazione dei forni tradizionali utilizzati fino agli anni cinquanta del Novecento nelle case del centro storico. Durante la giornata verrà rimesso in funzione un forno, con dimostrazione della cottura del pane utilizzando le tecniche tradizionali.

Scopri il ricchissimo e dettagliato programma della rassegna

Dancer avec la mort
Ott 5@7:58–8:58
Dancer avec la mort @ Pieve Sant'Andrea

Il Gruppo FAI Sebino Franciacorta in collaborazione con USPAAA propone un interessante pomeriggio alla scoperta dell’area sacra di Iseo.
Accolti e accompagnati dai curatori della mostra “Danser avec la mort”, oltre alla mostra verà illustrata la storia della chiesa di S. Silvestro. La visita proseguirà poi alla Pieve di S. Andrea con il dipinto di Francesco Hayez. Sarà inoltre possibile salire sul campanile.

Ritrovo alla Pieve di S. Andrea alle ore 15

Obbligatoria la prenotazione – richiesto un contributo a partire da 5,00€ per gli iscritti al FAI, da 10,00€ per i non iscritti al FAI

Il bramito dei cervi
Ott 5@8:00–17:30
Il bramito dei cervi @ Casa del Parco dell’Adamello di Vezza | Vezza d'Oglio | Lombardia | Italia

Il bramito dei cervi
Escursione faunistica per famiglie per ascoltare e, con un po’ di fortuna, osservare i cervi in amore.

Dal 22 settembre al 20 ottobre, con partenza alle ore 8:00 circa dalla Casa del Parco di Vezza e ritorno alle ore 17:30 circa.

– La partecipazione alle escursioni ed attività necessita di ISCRIZIONE OBBLIGATORIA presso la Casa del Parco dell’Adamello di Vezza d’Oglio, entro le ore 18.00 del giorno precedente l’attività (salvo esaurimento posti).

– Equipaggiamento: scarpe da trekking o scarponcini da montagna, zaino con pranzo al sacco per attività giornaliere per famiglie/bambini e merenda per attività pomeridiana bimbi, giacca a vento, borraccia, ombrellino, cappellino da sole.

– Costo attività: PASEGGIATE/ESCURSIONI PER FAMIGLIE ATTIVITÀ PER BAMBINI/RAGAZZI giornaliera adulti € 8.00 giornaliera € 8.00 a bambino/ragazzo giornaliera bambini < 14 anni € 6.00 ½ giornata € 5.00 a bambino/ragazzo giornaliera famiglie (2 adulti, 2 bambini) € 20.00 gratuità per bambini con età inferiore a 6 anni

Miniere di Darzo – aperti per visite guidate
Ott 5@9:00–12:30
Miniere di Darzo - aperti per visite guidate @ Miniere Darzo

VISITE GUIDATE ESTATE 2019

Dal paese alle miniere

Partendo dal centro storico del paese, si sale con pulmino verso il villaggio dei minatori di Marigole (1100 m), dove conosceremo la storia di un sito minerario di montagna godendo di un panorama mozzafiato sulla Valle del Chiese e sul Lago d’Idro.
Durata ca. 3,5 ore
ORARI VISITE GUIDATE su prenotazione al venerdì, sabato, domenica
Visita mattina 9.00 – 12.30
Visita pomeriggio 14.00 -17.30
TARIFFE
Adulti 17,00 € Ragazzi 5-14 anni 12,00 €
Bambini < 5 anni 3,00 €
Prima domenica del mese gratuito per gli < 14. Comprende pulmino a/r da Darzo alla Miniera.

Trekking paese, miniere e malghe

Da Darzo al villaggio dei minatori di Marigole con pulmino, visita del sito, si prosegue a piedi per arrivare alle Malghe, 400 mt di dislivello su sentiero di montagna.
8.30 > 16.30 (circa)
TARIFFE
Adulti 25,00 € / Ragazzi (5 -14 anni) 20,00 €
Comprende pulmino a/r da Darzo a Marigole, i trekking si svolgono al sabato su prenotazione.

Passeggiata all’orto di Toscolano
Ott 5@9:30–12:15
Passeggiata all'orto di Toscolano @ Orto botanico Toscolano Maderno  | Toscolano Maderno | Lombardia | Italia

Passeggiata al Giardino Botanico “G.E Ghirardi” di Toscolano Maderno a Brescia. con visite guidate e degustazioni tematiche

L’Orto è dedicato prevalentemente alle piante medicinali, con una storia del tutto peculiare. Fondato nel 1964 dal proprietario della azienda farmaceutica Simes la cardioterapica, il professor Giordano Emilio Ghirardi, allo scopo di coltivare specie vegetali di diversa provenienza, si procurava i semi delle piante desiderate attraverso corrispondenti sparsi in tutto il mondo, acclimatava e coltivava anche in larga scala le specie utili e ne studiava i principi attivi. Alla scomparsa del fondatore, nel 1991, l’Orto è stato donato all’Università degli Studi di Milano e attualmente afferisce al Dipartimento di Scienze Farmaceutiche. Dato il clima relativamente mite del lago, all’esterno prosperano varie specie mediterranee, mentre internamente una nuova serra accoglie numerose specie esotiche. Ma si possono osservare anche specie appartenenti alla famiglia delle Solanaceae,ApocynaceaeApiaceaeLamiaceae e delle Rutaceae.

 

La Rete degli Orti Botanici della Lombardia è dunque una piacevole alternativa alla classica passeggiata in montagna o alla tintarella al lago per ritrovare una piacevole sensazione di serenità e leggerezza, “chiacchierando” con fiori, arbusti e piante. E per (re)innamorarsi follemente della natura.

 

Per la stagione 2019 sono in programma:

– aperitivi biologici tutti i giovedì mattina dalle 9.30 alle 12.15: visite guidate all’orto con focus sulle specie botaniche  con degustazioni di bibite biologiche

– appuntamenti culturali il sabato mattina dalle 9.30 alle 12.15 con visite guidate all’orto con focus sulle colture locali con degustazioni tematiche

 

Per la partecipazione è richiesto un contributo di 5€

Prenotazione necessaria

Io vado al museo
Ott 5@10:00–18:00
Io vado al museo @ siti del Polo Museale della Lombardia

Aumentano i giorni di gratuità nei musei e nei siti archeologici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali: con il decreto n 13 del 9 gennaio 2019 si è passati da 12 a 20 giorni all’anno con ingresso gratuito nei musei statali.

Il decreto  prevede 6 domeniche gratuite nei mesi di gennaio, febbraio, marzo, ottobre, novembre e dicembre.

Sono previste inoltre otto giornate ad ingresso gratuito a disposizione dei singoli Musei, che potranno autonomamente definirne il calendario.

C’è poi un’altra interessante novità: il decreto riduce ulteriormente il biglietto ai giovani dai 18 ai 25 anni che pagheranno sempre e soltanto due euro.

Il Polo Museale ha deciso di confermare anche per il 2019 l’ingresso gratuito nei musei di propria competenza per le prime domeniche del mese.

A queste si aggiungono altre 2 giornate a ingresso gratuito per ogni museo, individuate per la loro rilevanza simbolica o in relazione al territorio.

Per i due siti di Sirmione, Grotte di Catullo e Castello Scaligero, e per la vicina Villa Romana di Desenzano, si è preferito ragionare in un’ottica di destagionalizzazione, incentivando le visite in due momenti al di fuori della piena stagione turistica.

Le date scelte per gli ingressi gratuiti sono quindi il 5 ottobre e il 2 novembre per i siti del Garda.

Vai al sito #io vado al museo per consultare il calendario delle gratuità in tutti i musei italiani

Visit Brescia
Ott 5@10:00–11:00
Visit Brescia @ partenza Infopoint Centro | Brescia | Lombardia | Italia

A Brescia le guide turistiche cittadine garantiscono un servizio di visite guidate alla città e al complesso del Museo di Santa Giulia , in italiano e/o inglese, senza obbligo di prenotazione.

Le visite partono ogni sabato dall’Infopoint Centro di via Trieste/angolo piazza Paolo VI alle ore 10:00.

Il costo è di € 5 a persona + ingresso ridotto al Museo Santa Giulia: € 7,50 adulti, € 5,50 sopra i 65 anni, sotto i 18 anni e studenti universitari.

I ragazzi di età inferiore ai 14 anni accompagnati da un adulto sempre gratis

WeekendinArte: Museo in Famiglia – under 5
Ott 5@10:00–11:30
WeekendinArte: Museo in Famiglia - under 5 @ Musei civici di Brescia | Brescia | Lombardia | Italia

DEDICATO AI BAMBINI CHE ACCOMPAGNANO I GENITORI AL MUSEO WEEKENDINARTE

Serie di attività che Fondazione Brescia Musei offre alle famiglie con un calendario come sempre denso di proposte stimolanti, alla scoperta delle collezioni museali e delle mostre in programma.
Ogni appuntamento si concentra sul linguaggio espressivo di artisti contemporanei messi in relazione con le opere conservate nel museo attraverso pratiche sperimentali che trovano la propria conclusione in un percorso tra le sale, i chiostri e i giardini. Si vuole così favorire la creatività e sollecitare l’interesse verso il patrimonio culturale nei bambini accompagnati dai propri famigliari e guidati dalla figura esperta dell’operatore didattico.
I laboratori permettono di trascorrere piacevolmente il tempo libero nei Musei cittadini, in un confronto dialettico tra le antiche testimonianze e le regole e le tecniche che distinguono il linguaggio artistico contemporaneo.

Il progetto Under Five è dedicato a una nuova generazione di genitori che intende condividere il proprio tempo libero stimolando la creatività dei propri bambini, anche piccolissimi!

SABATO 5 OTTOBRE 2019 ORE 10.00
– Pinacoteca Tosio Martinengo
VERDI PATATE, GIALLE INSALATE…
Un omaggio al grande Bruno Munari. Un laboratorio creativo e divertente per tutte le età. Nonni e nipoti alla ricerca delle immagini segrete nascoste negli ortaggi: basterà un po’ di colore per scatenare la fantasia!
Per la festa dei nonni, un laboratorio da 0 a 99 anni

SABATO 2 NOVEMBRE 2019 ORE 10.00
– Pinacoteca Tosio Martinengo
ROVISTANDO IN UN DIPINTO…
Con l’ausilio di misteriose ‘scatole magiche’ e del loro contenuto segreto, sarà possibile conoscere in maniera diretta ed immediata, attraverso la stimolazione sensoriale, alcuni dei dipinti esposti.
Laboratorio per famiglie con bambini dai 2 ai 4 anni

SABATO 7 DICEMBRE 2019 ORE 10.00
– Museo di Santa Giulia
I DESIDERI CRESCONO SUGLI ALBERI!
Il culto degli alberi è antichissimo e diffuso in molte culture: da noi la tradizione lo vuole addobbato di luci, palline e festoni colorati in occasione del Natale, in altri paesi, invece, esistono alberi delle monete, dei chiodi, degli stracci e perfino dei desideri! Proprio quest’ultimo sarà il protagonista del nostro laboratorio
Laboratorio per famiglie con bambini dai 2 ai 4 anni

SABATO 4 GENNAIO 2020 ORE 10.00
– Museo delle Armi Luigi Marzoli
CANTAR STORIE DI CAVALIERI
Chi si aggira con fare misterioso nelle sale del museo? Come nelle antiche corti la simpatica figura di un cantastorie fa rivivere le atmosfere di epoche lontane, tra vita quotidiana e imprese cavalleresche evocate da elmi, scudi e alabarde. Al termine tutti insieme daremo vita a una vera e propria parata!
Percorso teatralizzato per famiglie con bambini di 4 e 5 anni

SABATO 1 FEBBRAIO 2020 ORE 10.00
– Pinacoteca Tosio Martinengo
TELE, FILI, CORNICI E…FANTASIA. L’ARTE SOTTOSOPRA
Uno scambio di ruoli tra mamma e bambino: sperimentarsi e divertirsi con i materiali delle arti. Tele, legni, fili,cornici… da quanti punti di vista si possono approcciare? La tela è solo un supporto o può diventare un tappeto magico?
Laboratorio per genitori con bambini fino a 2 anni

SABATO 7 MARZO 2020 ORE 10.00
– Pinacoteca Tosio Martinengo
ASPETTANDO LA PRIMAVERA
La primavera è la stagione nella quale la natura rinasce. Partendo dall’osservazioni di alcuni bizzarri dipinti opere di Arcimboldo, realizzeremo delle maschere di fiori e frutti da indossare: un’incursione di primavera in museo, alla
scoperta dei dipinti di Antonio Rasio.
Laboratorio per famiglie con bambini di 4 e 5 anni

SABATO 4 APRILE 2020 ORE 10.00
– Castello di Brescia
PASSEGGINI IN CASTELLO!
Un inusuale percorso in passeggino alla scoperta di angoli speciali, storie e curiosità della fortezza cittadina.
Passeggiata per famiglie con bambini da 0 anni

SABATO 9 MAGGIO 2020 ORE 10.00
– Museo di Santa Giulia
LA GRANDE MADRE
Un tuffo nelle origini della civiltà alla ricerca della Grande Madre, divinità femminile primordiale. Presente in tante culture e civiltà, è una figura simbolica che incarna l’eterno ciclo di nascita-morte-rigenerazione che caratterizza tutti i cicli naturali. Il racconto prenderà forma in un laboratorio creativo.
Laboratorio dedicato alle mamme, alle mamme delle mamme e ai bambini dai 3 ai 5 anni

Inoltre

Area allattamento – Nel Museo di Santa Giulia puoi usufruire di una confortevole area allattamento con una bella vista sul giardino del Museo.
Area gioco 0-4 – Puoi lasciar giocare i più grandicelli nella colorata area gioco a un passo da te. L’accesso a questi spazi è completamente gratuito.

Prenotazione obbligatoria.
Costo: 6,50€ adulti – 3€ bambini – gratuito con il Passaporto culturale

WeekendinArte: Museo in Famiglia
Ott 5@10:30–17:00
WeekendinArte: Museo in Famiglia @ Musei Civici di Brescia | Brescia | Lombardia | Italia

DEDICATO AI BAMBINI CHE ACCOMPAGNANO I GENITORI AL MUSEO WEEKENDINARTE

Serie di attività che Fondazione Brescia Musei offre alle famiglie con un calendario come sempre denso di proposte stimolanti, alla scoperta delle collezioni museali e delle mostre in programma.
Ogni appuntamento si concentra sul linguaggio espressivo di artisti contemporanei messi in relazione con le opere conservate nel museo attraverso pratiche sperimentali che trovano la propria conclusione in un percorso tra le sale, i chiostri e i giardini. Si vuole così favorire la creatività e sollecitare l’interesse verso il patrimonio culturale nei bambini accompagnati dai propri famigliari e guidati dalla figura esperta dell’operatore didattico.
I laboratori permettono di trascorrere piacevolmente il tempo libero nei Musei cittadini, in un confronto dialettico tra le antiche testimonianze e le regole e le tecniche che distinguono il linguaggio artistico contemporaneo.

Il progetto Over Five è dedicato ai genitori che intendono favorire la creatività e sollecitare l’interesse verso il patrimonio culturale nei bambini dai 5 agli 11 anni!

SABATO 5 OTTOBRE 2019 ORE 10.00
– Pinacoteca Tosio Martinengo
VERDI PATATE, GIALLE INSALATE…
Un omaggio al grande Bruno Munari. Un laboratorio creativo e divertente per tutte le età. Nonni e nipoti alla ricerca delle immagini segrete nascoste negli ortaggi: basterà un po’ di colore per scatenare la fantasia!

DOMENICA 13 OTTOBRE 2019 ORE 10.30
– Museo di Santa Giulia
FUTUR-MITI
In occasione di FAMU
I racconti mitologici rievocati da alcuni materiali esposti in Museo, sono frutto della fantasia dei popoli antichi. Ma cosa succederebbe se la Vittoria alata o le Amazzoni fossero ideate dall’uomo moderno? Scateniamo la fantasia in un’attività tra il serio e l’ironico per giocare con storie di ieri e di oggi.

VENERDÌ 1 NOVEMBRE ORE 15.30
– Museo di Santa Giulia
SMORFIE, LINGUACCE E ALTRE MOSTRUOSITA’
In occasione di Halloween
Un appuntamento ‘mostruoso’ al museo per giocare con l’antica festa pagana di Halloween ma..a regola d’arte! Un viaggio nella stravaganza: da Keith Haring ai grandi faccioni grotteschi inventati dagli artisti rinascimentali.

DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019 ORE 10.30
– Pinacoteca Tosio Martinengo
UN EROE PER 12 FATICHE!
In occasione di Kid Pass
La storia di un antico eroe, Eracle, è il punto di partenza per addentrarci nell’inquietante mondo dei mostri della mitologia antica. . Piume come coltelli, pelli indistruttibili, artigli affilati come lame, cani infernali saranno i protagonisti di questo viaggio che ci porterà alla scoperta del più antico reperto conservato in Pinacoteca: l’anfora di Vulci.

MARTEDÌ 24 DICEMBRE 2019 ORE 10.30
– Museo di Santa Giulia
POLVERE DI STELLE
in occasione de Il Museo per il tuo Natale
Il cielo notturno, con le sue costellazioni, fin dall’antichità ha affascinato l’uomo. Anche gli artisti non hanno saputo resistere al loro fascino. Cieli notturni, simbolici o reali fanno da sfondo a molti dipinti. In laboratorio si lavorerà alla realizzazione di una grande opera collettiva, una pioggia di stelle polimateriche applicate ad un grande cielo blu d’oltremare.

DOMENICA 26 GENNAIO 2020 ORE 10.30
– Museo di Santa Giulia
CAPPELLI O CAPITELLI?
Il museo di Santa Giulia è pieno di capitelli! Un percorso per scoprire quanti e di quanti tipi sono questi curiosi “cappelli” delle colonne. Dopo una prima fase di catalogazione tra le sale dell’antico monastero, si darà spazio alla creatività per creare il proprio stravagante “capitello-cappello”

DOMENICA 23 FEBBRAIO 2020 ORE 10.30
– Parco archeologico di Brescia Romana
MARIONETTE E BURATTINI
In occasione del Carnevale
Marionette, burattini e maschere, sono i personaggi in miniatura che mettono in scena storie divertenti e folli. Gioppino, Colombina, Arlecchino, da secoli divertono i bambini con le loro buffe avventure.
In laboratorio si costruirà il proprio burattino con argilla, legno e tessuti.

DOMENICA 22 MARZO 2020 ORE 10.30
– Museo di Santa Giulia
AIUTO! MIO PAPÀ È IL MINOTAURO!
In occasione della Festa del Papà (con figli di 4 e 5 anni)
Partendo dalle suggestive descrizioni di antiche creature mostruose che popolano i miti antichi, un laboratorio divertente per trasformare il papà in una figura “leggendaria”. Sarà un centauro o il minotauro? La scelta è dei bambini!

DOMENICA 26 APRILE 2020 ORE 10.30
– Museo delle Armi Luigi Marzoli
UN MUSEO CHE NON T’ASPETTI
Una visita speciale per tutta la famiglia con tante attività e sorprese. Aguzzate la vista, accendete l’ingegno, liberate la fantasia per creare la vostra personale guida del Museo!

DOMENICA 24 MAGGIO 2020 ORE 10.30
– Museo di Santa Giulia
GIARDINI INCANTEVOLI
Un laboratorio per progettare e simulare il proprio “giardino segreto”, un luogo dove stare bene in armonia con la natura. Il percorso si conclude nel viridarium, l’antico giardino romano del Museo di Santa Giulia per scoprire alcune delle straordinarie storie che si nascondono tra le foglie degli alberi.

⇒Prenotazione obbligatoria.
⇒Costo: 6,50€ adulti – 3€ bambini – gratuito con il Passaporto culturale

Caravaggio experience
Ott 5@11:00–21:00
Caravaggio experience @ Castello di Desenzano

Un viaggio esplorativo che porta alla scoperta delle tecniche, dei temi e dei segreti di uno dei più grandi innovatori della storia dell’arte: Caravaggio.

Una spettacolare videoinstallazione immerge il pubblico in cinquantotto opere e nella vita di Michelangelo Merisi attraverso un’intensa esperienza esteica, emotiva e sensoriale

Per  cinquanta minuti i visitatori prenderanno parte a uno spettacolo fatto di proiezioni, musiche e fragranze olfattive, in un’esperienza cangiante e interattiva dell’opera d’arte.

I capolavori di Caravaggio, destrutturati e variamente ricomposti, potranno essere ammirati nella loro interezza e nei dettagli più minuti grazie a una tecnologia in alta definizione che restituisce immagini nitide e cristalline, esaltando i colori, le luci e i più minuscoli dettagli.

La videoinstallazione è divisa in sezioni e ciascuna di esse indagherà un tema “caravaggesco”:

  • ricostruzione degli studi sulla luce
  • analisi dei processi compositivi
  • la rappresentazione della natura e della violenza
  • tour virtuale nei luoghi della vita del pittore.

Ecco un’anteprima tratta dalle esperienze già realizzate a Roma, Torino, Rimini e Città del Messico⇓

 

Costo:

Biglietto intero : 12€
Biglietto Residenti a Desenzano: 10€
Biglietto famiglia (2 adulti + almeno 1 bambino) : 22€
Biglietto ridotto over 65 e under 25 : 10€
Biglietto bambini 5-14 anni: 5€
Bambini fino a 5 anni; disabili con un accompagnatore : gratuito
Bambini fino a 14 anni residenti : gratuito

Alla scoperta della Rocca d’Anfo
Ott 5@14:00–18:00
Alla scoperta della Rocca d'Anfo @ Rocca d'Anfo | Anfo | Lombardia | Italia

Alla scoperta della Rocca d’Anfo
Ogni weekend è possibile visitare lo straordinario complesso militare-architettonico, uno dei monumenti storici più significativi del territorio bresciano. L’iniziativa è frutto della collaborazione fra Regione Lombarda, Comunità montana di Valle Sabbia e Comune di Anfo (Brescia)

Le visite guidate sono gestite dal Gruppo Azione Locale Garda-Valsabbia. Una guida specializzata accompagna gruppi di 30 persone in un percorso a piedi di circa 4 ore, che permette di scoprire in tutta sicurezza l’articolato complesso militare. Il percorso è stato arricchito e ampliato: le visite partiranno dal Comune di Anfo, includendo la passeggiata a lago che da Anfo porta alla Rocca. Tale collegamento faceva a suo tempo parte del complesso, tanto che è ancora possibile vedere i resti del percorso fortificato.

La visita richiede attrezzatura adeguata per un percorso di 4 ore in montagna (scarponcini, felpa, K-way, torcia e acqua) e si terrà anche in caso di maltempo in quanto gran parte del percorso si svolge all’interno di edifici

Durante la prenotazione della visita è possibile indicare la propria preferenza di orario, compatibilmente con le esigenze logistiche dell’organizzazione.
Le visite verranno effettuate con un minimo di 14 partecipanti adulti.

Visita completa:
• Biglietto adulto: 10 €
• Biglietto Bambino (5-15 anni): 5 €
• Ingresso gratuito per bambini sotto i 5 anni

Visita breve:
• Biglietto adulto: 8 €
• Biglietto Bambino (5-15 anni): 4 €
• Ingresso gratuito per bambini sotto i 5 anni

Le meraviglie del fare
Ott 5@14:00–19:00
Le meraviglie del fare @ Musil Museo dell’Energia Idroelettrica Cedegolo

Storie di Artigiani, Territorio e Saper Fare in Valle Camonica
Un percorso di otto installazioni site specific e un’inedita personale di Stefano Boccalini per scoprire la profondità arcaica del lavoro artigiano, tra tradizione e innovazione.
L’esposizione è completata dalla mostra design FUORI.GIOCO by Segno Artigiano e da un’area gioco per bambini.

dal 29 giugno al 6 ottobre 2019
aperto tutti i giorni 14:00 – 19:00
Biglietto di ingresso al museo: Intero: 4 euro – Ridotto: 3 euro

All’interno del museo è disponibile un’area gioco per bambini
FUORI.GIOCO
la collezione di giochi all’aperto made in Valle Camonica
Segno Artigiano, la rete delle botteghe artigiane di qualità della Valle Camonica (BS), ha il piacere di presentare una collezione inedita di giochi all’aperto che rappresenta il saper fare, la passione e l’impegno quotidiano di artigiani che riaffermano ogni giorno la loro presenza nel territorio montano, in simbiosi con l’ambiente e la natura, a contatto con un patrimonio culturale unico al mondo.
Per celebrare i 40 anni dall’inserimento dell’arte rupestre della Valle Camonica nella Lista del Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO – primo sito in Italia ad ottenere tale riconoscimento – la rete degli artigiani di qualità Segno Artigiano propone FUORI.GIOCO, la collezione di giochi all’aperto che fanno divertire bambini e adulti, e che diventano elementi sculturali contemporanei di arredo per esterno e per interno.

6 prodotti artigianali, 6 archetipi di giochi all’aperto che diventano complementi di arredo che raccontano storie di bambini, di convivialità, di maestri artigiani, di materiali autentici del territorio, di tecniche di lavorazione tradizionali e moderne, di storia e di cultura locale che appartiene alla storia e alla cultura di chiunque sia stato, un tempo, un bambino.

Sono in scena:
BALÒS
[in dialetto camuno: balòs: furbetto, monello]
DONDOLO realizzato e calandrato in ferro tagliato al laser dall’ecclettica carpenteria Ducom e in ferro forgiato al maglio dagli artigiani della Scuola In Fucina di Bienno

PITOTI
[in dialetto camuno: pì toti: bambinetti ingenui, sempliciotti.. “Pitoti” sono detti, in Valle Camonica, anche i simboli delle incisioni rupestri]
Set di 5 NANI DA GIARDINO (due sono già stati liberati nel bosco) basculanti con basamento in pietre locali (Tonalite dell’Adamello porfido e roccia calcarea di Valle Camonica) scolpiti da Manuel Calzoni e 5 figure di nani tornite in pioppo locale da Claudio Bolis.

PIGÒLSA
[in dialetto camuno: pigòlsa: altalena]
ALTALENA realizzata con una seduta in legno di cirmolo sapientemente lavorata e sgorbiata dai maestri falegnami di Artigianato Camuno del Legno unita a cinghie in cuoio confezionate da Mauro Poiatti. La seduta in legno, tolte le cinghie e capovolta, diventa sgabello.

DEONDA
[in dialetto camuno: de onda: veloce, rapido]
PISTA DI BIGLIE modulare in cemento innovativo composta da 3 moduli (rettilineo,curva e mezzoponte), realizzata a mano da Crea Concrete Design con ostacoli in ferro tagliato al laser da Ducom Design.

CIÒT CIÒS
[in dialetto camuno: ciòt: chiodo / ciòs: campo]
TAVOLO DA PING PONG destrutturato, composto da due tavolini indipendenti e una rete in lamiera di metallo sagomata al laser da Ducom e una coppia di racchette in ferro con manico tornito in legno locale, può essere installato direttamente nel prato e scomposto per altri utilizzi non ludici.

GHIRLO
[in dialetto camuno: ghirlo: vortice; assonanza con gerla]
CESTO DA BASKET realizzato in legno locale intrecciato dalle sapienti mani di Lucio Avanzini ancorato a una corona e tabellone in ferro tagliato al laser.

Alimenti.amo
Ott 5@16:00–19:00
Alimenti.amo @ Ambiente Parco | Brescia | Lombardia | Italia

Alimenti.amo Wonder.Food.World

è il nuovo percorso espositivo di AmbienteParco sull’alimentazione sostenibile realizzato in collaborazione con il Comune di Brescia. In linea con le tematiche Expo2015 e le sue modalità operative, Alimenti.amo si inserisce nella mission di AmbienteParco e in piena complementarietà con i percorsi precedenti.

Alcuni dei temi trattati:

alimenti.amo la salute: l’apparato digerente,  i 5 sensi
alimenti.amo le risorse: suolo aria acqua tempo e lavoro, il land grabbini, i paesaggi del cibo, la filiera agroalimentare, la piramide alimentare/ambientale
alimenti.amo il consumo consapevole: gli imballaggi, la biodiversità, le proteine della soia, la pesca e il consumo sostenibile di pesce in Natur.acqua, materiali e metodi di cottura nella Casa Eco.Logica

Natur.acqua e Gioco.Lab
Ott 5@16:00–19:00
Natur.acqua e Gioco.Lab @ Ambiente Parco | Brescia | Lombardia | Italia

Percorso guidato della durata di circa 90 minuti alla scoperta dell’acqua in tutte le sue forme, dell’uso consapevole dell’acqua, del risparmi dell’acqua, del trasporto dell’acqua…Esposizione Natur.acqua

All’interno della mostra  è aperta la sala gioco.lab “gioca con l’acqua e il sapone” : bolle di sapone, vortici d’acqua, fai funzionare una centrale idroelettrica, gioca con l’acqua.

Una mostra interattiva permanente sull’acqua in tutte le sue forme, come risorsa naturale, in rubinetto o in bottiglia, acqua virtuale, acqua nel mondo, inquinamento…

Parte del percorso si svolge nell’acquario e parte sotto il lago che può essere ammirato attraverso undici vetrate subacque.

TARIFFA UNICA DI INGRESSO VALIDA PER TUTTE LE ESPOSIZIONI

Intera: € 7
Ridotta: € 5 per convenzioni, minori di 25 anni e maggiori di 65 anni
Convenzioni: Più la Feltrinelli, Chiara a2a, MondoParchi, COOP, Teatro telaio,
Famiglia con due genitori con bambini: €14 due genitori con figli (max. 14 anni)
Famiglia con un genitore con bambini: € 7 un genitore con figli (max 14 anni)

TARIFFA DI INGRESSO PER GIOCA CON L’ACQUA E TUNNEL SUBACQUEO:

Esplorazione Gioca con l’acqua e Tunnel subacqueo: € 2

Oppure visita le altre esposizioni di AmbienteParco

⇒ Durante il mese di Agosto il percorso-esposizione Natur.Acqua non è attivo.
Resta invece attiva la sala Gioco.lab e la possibilità di osservare l’acquario

Alla scoperta di Brescia (dall’Infopoint)
Ott 5@17:00–23:30

11 incontri dedicati a storia, cultura e turismo della nostra città, per scoprire e riscoprire insieme le curiosità e i segreti di Brescia!

7 aprile – ore 15.o0 ALLA SCOPERTA DELLA MIA CITTÀ! Una visita guidata nei luoghi simbolo della nostra città, pensata per giovani curiosi! Per bambini dai 6 ai 12 anni. In collaborazione con Il Mosaico

27 aprile – 0re 18.30  DIETRO LE QUINTE Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo Incontri “extraordinari” con artisti, scenografi, addetti ai lavori delle realtà culturali della nostra città, per conoscere i segreti delle rassegne teatrali e museali bresciane! Interviene il Maestro Pier Carlo Orizio, direttore artistico del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo. Modera Andrea Lombardi, speaker e conduttore di Radio Bresciasette

4 maggio – ore 9.30 GUIDA PER UN GIORNO Qual è il ruolo della guida turistica? Come ci si prepara? Un laboratorio didattico dedicato agli istituti scolastici ad indirizzo turistico della città che visiteranno il centro di Brescia accompagnati dai professionisti del settore. Per le scuole. In collaborazione con Arteconnoi.

25 maggio – ore 18.00 QUATTRO CHIACCHIERE DAVANTI AL DUOMO “Passeggiate letterarie a Brescia” Una breve conversazione per scoprire e riscoprire Brescia con gli occhi della grande letteratura: un itinerario tra storia, arte, monumenti e luoghi simbolo della città, sulle orme di grandi poeti e scrittori. Interviene Fabio Larovere, direttore artistico di Cieli Vibranti, giornalista e scrittore

9 giugno – ore 15.00 BRESCIA SOSTENIBILE Da Piazza Duomo all’Infopoint, alla scoperta della sostenibilità ambientale attraverso giochi e allestimenti dedicati ai più piccoli! Per bambini dai 6 ai 12 anni. In collaborazione con AmbienteParco

14 giugno ore 20.30 BRESCIA BY NIGHT Una visita guidata nel centro storico di Brescia vista da una prospettiva insolita: “by night”! Per tutti, fino ad esaurimento posti. Prenotazioni in Infopoint. In collaborazione con BresciaStory

21 settembre – ore 15.00 BRESCIA SOSTENIBILE Da Piazza Duomo all’Infopoint, alla scoperta della sostenibilità ambientale attraverso giochi e allestimenti dedicati ai più piccoli! Per bambini dai 6 ai 12 anni. In collaborazione con AmbienteParco.

28 settembre -ore 18.00 QUATTRO CHIACCHIERE DAVANTI AL DUOMO “Brescia, i luoghi della musica” Dal Rinascimento di Luca Marenzio al Novecento di Arturo Benedetti Michelangeli e Giancarlo Facchinetti: una breve conversazione che ripercorre le tappe storiche e geografiche del legame tra la città di Brescia e la grande musica. Interviene Fabio Larovere, direttore artistico di Cieli Vibranti, giornalista e scrittore

5 ottobre – ore 20.30 INFOPOINT IN MUSICA! Improvvisazioni musicali a cura di Chardonnay Dixieland Band: dalle atmosfere musicali dei fumosi locali della New Orleans degli anni ’20 ai pezzi italiani degli anni ‘40 e ai classici dello Swing!

12 ottobre – ore 17.00 DIETRO LE QUINTE Centro Teatrale Bresciano Incontri “extraordinari” con artisti, scenografi, addetti ai lavori delle realtà culturali della nostra città, per conoscere i segreti delle rassegne teatrali e museali bresciane! Presentazione della stagione teatrale 2019/2020 del Centro Teatrale Bresciano. Modera Andrea Lombardi, speaker e conduttore di Radio Bresciasette.

19 ottobre – ore 17.00 DIETRO LE QUINTE Fondazione Teatro Grande Incontri “extraordinari” con artisti, scenografi, addetti ai lavori delle realtà culturali della nostra città, per conoscere i segreti delle rassegne teatrali e museali bresciane! Interviene la Dott.ssa Fiorella Memo di Fondazione Teatro Grande di Brescia. Modera Andrea Lombardi, speaker e conduttore di Radio Bresciasette.

Infopoint-in-Musica-5-ottobre

La vita segreta del castello di Padernello… in notturna
Ott 5@21:00–23:30
La vita segreta del castello di Padernello... in notturna @ Castello di Padernello | Padernello | Lombardia | Italia

Il Castello di Padernello – maniero quattrocentesco che domina austero il fossato, autentico scrigno di storia, arte e cultura – cala il suo ponte levatoio per delle aperture serali straordinarie. Scopri la storia e i misteri del Castello attraversando le sue stanze nella penombra suggestiva della notte.

L’iniziativa è realizzata con il contributo di Cultura Sostenibile, bando della Fondazione Cariplo.

Due turni possibili di visita: ore 21.00 oppure ore 22.00
Durata visita guidata: 1 ora.

COSTI:
Biglietto intero: € 9,00
Biglietto ridotto (soci Fondazione Castello di Padernello, abitanti di Borgo San Giacomo, under 25): € 7,00
Minori di anni 12: gratuito.

Prenotazione e pagamento
La prenotazione è vivamente consigliata: i posti disponibili sono limitati; presentandosi in Castello senza prenotazione non garantiamo la possibilità di partecipare all’iniziativa. In caso di disdetta, si prega cortesemente di avvisare la Fondazione il prima possibile.
È possibile prenotare ed effettuare il pagamento compilando il format online dedicato all’evento.

Le visite in programma

Sabato 13 Aprile 2019 | 21:00
Sabato 27 Aprile 2019 | 21:00 – apertura serale straordinaria
Sabato 18 Maggio 2019 | 21:00
Sabato 01 Giugno 2019 | 21:00 – apertura serale straordinaria
Sabato 15 Giugno 2019 | 21:00
Sabato 29 Giugno 2019 | 21:00 – apertura serale straordinaria
Sabato 27 Luglio 2019 | 21:00 – apertura serale straordinaria
Sabato 14 Settembre 2019 | 21:00
Sabato 21 Settembre 2019 | 21:00 – apertura serale straordinaria
Sabato 05 Ottobre 2019 | 21:00

Ott
6
Dom
2019
Del bene e del Bello
Ott 6 giorno intero

Del bene e del Bello

Giornate del Patrimonio Culturale della Vallecamonica e della Valle dei Segni

La quindicesima edizione di “Del Bene e del Bello. Giornate del patrimonio culturale della Valle Camonica, la Valle dei Segni” promette un mese ricco d’appuntamenti. Come il nastro che si avvolge attorno alla copertina dell’opuscolo, così il “bene” ed il “bello” – binomio nel quale la valle ha imparato a riconoscersi – del nostro territorio si svolgeranno lungo tutto ottobre 2019, addobbandolo a festa con le iniziative dei 43 Comuni aderenti, del Distretto Culturale di Valle Camonica e delle associazioni partecipanti.

In particolare…

Sabato 5 ottobre

dalle ore 10.00 Monno RISCOPRIRE LE TRADIZIONI Monno, intersezione via Imavilla –via Roma
In questa giornata verranno seminati la segale e altri prodotti adatti per il periodo e la raccolta delle patate, essendo queste il prodotto caratteristico di Monno. Quest’anno si inizierà con la raccolta, ma riserveremo un angolo nell’orto per poter fare poi la semina in maggio. Questo progetto è nato per far scoprire alle nuove generazioni l’importanza del saper coltivare la terra e promuovere la qualità di questi prodotti. La segale (Secale cereale L.), detta anche segala, è un cereale di montagna che si adatta bene come l’avena anche ad altitudini elevate e resiste ai climi freddi; cresce in terreni difficili e poveri (steppa, brughiera) e matura in fretta.
La segale invernale “grande segale” viene seminata in luglio-agosto e raccolta il settembre dell’anno successivo con un ciclo di crescita di 13- 14 mesi e un raccolto biennale (“riposo d’altitudine”); la “segale dormiente” è seminata in ottobre prima del gelo.

dalle ore 14.00 Artogne   – LIBRIAMOCI CON LA FANTASIA – Museo della stampa “Lodovico Pavoni” via Concordia
All’interno del museo della stampa di Artogne, di cui ricorre il decennale dell’apertura (2009), verrà allestita una mostra di libri di Gianni Rodari, per celebrare il centenario della sua nascita (2020). La mostra sarà la prima di una serie di iniziative culturali che proseguiranno fino a maggio 2020, e che coinvolgeranno anche le scolaresche e le associazioni del territorio.

Ore 14.30 Cedegolo laboratorio “Dal ceppo al gioco”

Ore 14.30 Pisogne Grignaghe tra storia e leggende
Ritrovo al parcheggio di Grignaghe – via Imavilla Grignaghe, frazione di Pisogne Referenti e contatti Rosanna Romele – Biblioteca comunale Tel. 0364 880856 uff.cultura@comune.pisogne.bs.it La frazione di Grignaghe, posta ai margini dei siti minerari della valle del Trobiolo, lungo la Strada del Ferro che collegava alla Val Trompia, ha un’origine sicuramente molto antica. Ciò che caratterizza il borgo è la presenza di sculture medievali in arenaria rossa forse riconducibili al periodo longobardo. Oltre alle testimonianze materiali, il paese conserva echi di antiche leggende custodite dalla memoria popolare e legate ai luoghi attraverso i quali si snoda il percorso. Dal Döch della Caccia Morta ai Morcc de l’Albaret (il cimitero degli appestati del Seicento) passando dalla grotta della strega Madrassa

Dalle ore 15.00 Ponte di Legno Pontedilegno bombardata e risorta. visita al percorso multimediale Centro storico di Ponte di Legno
Partenza percorso c/o infopoint corso milano 37
Visita al percorso multimediale nel centro storico di Ponte di Legno attraverso le fotografie storiche dell’abitato scattate durante il bombardamento avvenuto il 27 settembre 1917 nel corso della prima guerra mondiale. Visita organizzata dalla Proloco Ponte di Legno in collaborazione con la Società Storica e Antropologica di Valle Camonica

dalle ore 15.30 Sellero A perdita d’occhio – il finissage
Ex fornaci – Centro 3T Via Scianica 6 Sellero Vasca SEB Parco tematico Via Ruch Novelle di Sellero Il parco Vasca SEB è l’ex vasca di carico dell’acqua della Società Elettrica Bresciana, usata per alimentare la centrale idroelettrica di Cedegolo, costruita con questa nel 1910. Allestito da Associazione P.I.R. è divenuto un percorso multisensoriale e museale che permette di esplorare pozzi e condotte forzate attraverso un sistema di passerelle in legno; location di eventi d’arte contemporanea è sito di partenza di escursioni. Dal 2017 vi è nato un piccolo centro di orto-terapia. Le ex fornaci da calce di Sellero sono ciò che rimane di un sito produttivo che inizia l’attività negli anni Venti del Novecento, grazie all’utilizzo dell’energia idroelettrica, sfruttando il calcare della Concarena. Oggi centro culturale ha un allestimento museale a congegni ottici 3D, è sede dell’orto verticale in lana (quest’anno inattivo) e di molte attività e sperimentazioni legate alla fruizione del paesaggio attraverso lo sport e l’arte contemporanea. Programma: 15:30/16:30 Visita guidata al sito e all’esposizione presso Vasca Seb 17:00/18:00 Visita guidata al sito e all’esposizione presso ex fornaci- Centro 3t 18:00 presentazione catalogo dell’esposizione Nel corso della giornata nel centro storico dell’abitato sarà fruibile la manifestazione Sapori d’autunno.

Ore 20.30 Cedegolo incontro “I custodi dell’acqua. Storie di lavoro, vita e montagna”

Domenica 6 ottobre

Alle ore 8.30 Loveno Trekking minerario lungo i sentieri dei minatori Complesso minerario di Traversagna e Gaviera
Ritrovo presso il parcheggio nella frazione di Loveno Si consigliano scarponcini da trekking e abbigliamento adatto ad ambienti umidi e a temperature medio-basse (10°C). In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a domenica 13 ottobre.
Notizie dei borghi di Paisco e Loveno prima dell’XI secolo non si hanno con certezza, ma la ricchezza in zona di minerali di ferro avrebbe attratto in valle una notevole attività di carbonai e minatori fin da epoca precedente l’anno Mille. Dal XV secolo troviamo documenti cronologici riguardanti l’attività di estrazione e coltivazione del minerale. Dal 1840 in valle c’è un grande cambiamento: entra in scena il grande industriale Andrea Gregorini, che riunisce tutte le piccole miniere prima divise tra tanti proprietari in un’unica ditta. Il Gregorini introduce il lavoro minorile sfruttando la struttura fisica dei bambini per i piccoli cunicoli, porta le miniere ad imprese di grandi dimensioni aumentando la quantità di lavoro, costruisce la teleferica che dalle miniere di Traversagna e Gaviera conduceva il minerale a Forno Allione per la fusione. Al Gregorini subentrerà nel 1937 l’ILVA; durante la gestione di questa società molti furono gli incidenti e infortuni in miniera. Successivamente, nel 1940 succederà Ferromin che sarà l’ultima società presente; il 30 novembre 1943 ci sarà la chiusura definitiva. Vogliamo con questa visita mostrare un bene storico e nel contempo rendere omaggio a chi, con fatiche e rischiando la propria vita, ci ha lasciato queste gallerie simbolo di operosità, sacrificio e fonte di vita per Paisco Loveno.

dalle ore 9.30 Saviore dell’Adamello a spasso nella natura Partenza dalla piazza municipale di Valle e arrivo all’agriturismo Cà Noa di Saviore Si partirà da Valle, passando per Ponte per arrivare come meta finale a Saviore; durante la passeggiata sarà possibile riconoscere diverse tipologie di piante e fiori da utilizzare in cucina e altre con proprietà mediche. Tutto ciò avverrà con la presenza di esperti nel settore che ci spiegheranno come impiegare le piante che incontreremo lungo il percorso, che si concluderà con un ottimo pranzo di degustazione presso l’agriturismo “Ca Noa”; la cucina ci proporrà qualcosa di tipico cucinato rigorosamente secondo la tradizione. Il percorso è su strada sterrata e non è molto impegnativo: 3/4KM in leggera salita. Una volta arrivati a Saviore, ci sarà la possibilità di prendere il bus-navetta e tornare a Valle per recuperare l’auto

dalle ore 14.00 Cedegolo MUSIL– MUSEO DELL’ENERGIA IDROELETTRICA DI VALLECAMONICA MUSIL – MUSEO DELL’ENERGIA IDROELETTRICA DI VALLECAMONICA Via Roma, 48 – Cedegolo Il percorso espositivo è concepito come esperienza multisensoriale ed interattiva. Gli allestimenti del Museo sollecitano infatti un coinvolgimento fisico-razionale-emotivo: corpo, testa, cuore lavoreranno insieme per spiegare la magica trasformazione di una goccia d’acqua in energia elettrica, con tutte le sue affascinanti coincidenze e conseguenze. Seguendo il “percorso dell’acqua”, dal suo formarsi nell’atmosfera al suo precipitare sulla terra, condensarsi in ghiaccio, raccogliersi nei laghi alpini, essere imbrigliata in dighe artificiali per poi arrivare nella Centrale Idroelettrica, dove si trasforma in elettricità, sarà possibile immergersi nelle storie e nella cultura custodita dal luogo. Si ripercorrerà così l’epopea dei grandi lavori idroelettrici, la storia della costruzione di bacini, condotte, canali e opere idrauliche; si vedrà e comprenderà il funzionamento delle macchine che trasformano il movimento prodotto dall’acqua in elettricità, nonché si indagheranno gli utilizzi, la gestione e i sistemi di distribuzione.

Dalle ore 15.00 Braone Ritrovo presso le scuole elementari STORIA E ATTUALITà DI UN PAESE IN EVOLUZIONE
Il racconto del borgo, con la visione di tre documentari realizzati dalla trasmissione Geo&Geo di RAI3, che raccontano molto bene l’anima del nostro paese. Completerà la trilogia il documentario, sempre tratto dalla prestigiosa trasmissione Geo&Geo, che raconta la storia di un edificio, posto ai margini del centro storico di Braone, una vecchia segheria risalente al periodo della dominazione veneziana, che riconvertita in abitazione, è divenuta un laboratorio di progettazione e applicazione delle tecniche di riciclo e riuso dei materiali in edilizia. Successivamente porteremo i visitatori attraverso le piccole viuzze del centro storico, dove potranno ammirare gli antichi portali in pietra che davano accesso alle corti e le fontane, sempre in pietra. Questo percorso li accompagnerà alla “Casa Torre Bonfadini”, antica dimora dei conti Ronchi, oggi trasformata in sala concerti, dove ha sede il prestigioso Concorso internazionale per giovani musicisti “Rizzardo Bino”. Qui gli ospiti potranno assistere a un piccolo concerto di musica da camera con i musicisti di casa torre Bonfadini, per terminare il pomeriggio assaporando i prodotti dell’antico forno del ‘400 inserito all’interno della storica corte dei conti Ronchi.

Sabato 12

Fiera-di-San-Michele_vezza-oglio-2019 dalle ore 9.00 alle 16.00 VEZZA d’Oglio c/o Via del Piano TRADIZIONALE FIERA DI S. MICHELE | Esposizione di animali, vendita prodotti locali, dimostrazione di lavorazione del latte, bancarelle commerciali, convegno e menù a tema.

 dalle ore 19.30 Vezza d’Oglio c/o Centro Eventi Adamello L’ANTICA e TRADIZIONALE “CENA DEL MAIALE” | Cena tipica su prenotazione, serata danzante ed estrazione sottoscrizione a premi

Ore 15.00 BRENO inaugurazione CONVEGNO ISTA 2019: «STREGONERIA NELLE ALPI. MALEFICI, PROCESSI, INQUISITORI E ROGHI».
Palazzo della Cultura di Breno La società storica e antropologica di Valle Camonica organizza per il giorno 12 ottobre 2019 a Breno la nona edizione degli incontri per lo studio delle tradizioni alpine (i.s.t.a.). L’argomento dell’incontro sarà «Stregoneria nelle alpi. Malefici, processi, inquisitori e roghi». Il convegno, gratuito e aperto a tutti, intende illustrare con uno sguardo interdisciplinare alcune manifestazioni di stregoneria (definita come accusa di presunta attività di magia a danno degli altri per scopi privati o rituali) nell’arco alpino tra l’età medievale e quella moderna. La scelta del tema oggetto dell’incontro ISTA 2019 è legata alla ricorrenza dei 500 anni dai roghi per stregoneria in Valle Camonica, avvenuti nel 1518. A seguito del convegno Società Storica e Antropologica di Valle Camonica intende pubblicare un volume contenente i contributi raccolti.

Ore 15.00 BRENO Ritrovo davanti alla chiesa Arte, storia e cultura nelle chiese più antiche di Breno Chiesa di San Valentino Situata nel cuore della Valle, la cittadina di Breno per secoli è stata il principale borgo camuno. La collina del Castello domina sui vicoli, le piazze, le ville storiche rendono il centro storico carico di fascino e le chiese custodiscono opere d’arte significative. San Valentino è il patrono della cittadina, che gli ha intitolato una chiesa dai tratti architettonici particolarmente interessanti, per secoli meta di pellegrinaggio. L’interno è decorato con affreschi che illustrano la devozione tradizionale della zona.

giorchi-autunno-cividate-cammuno-bene-bello-2019Dalle ore 15.00 alle 16.30 Cividate Camuno GIOCHI D’ AUTUNNO ALL’ANFITEATRO Parco archeologico del teatro e anfiteatro Un pomeriggio con pony e carretto alla scoperta della Valle Camonica romana. L’evento organizzato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Bergamo e Brescia, dal Comune di Cividate Camuno – Commissione biblioteca e dalla Pro Loco cividatese è dedicato ai più piccoli. Il Parco Archeologico del Teatro e dell’Anfiteatro di Cividate Camuno si estende su una superficie di circa 20.000mq nella parte settentrionale dell’antica Civitas Camunnorum, capoluogo politico e amministrativo della Valle Camonica in epoca romana. Inaugurato nel marzo del 2003 al termine di un lungo e complesso intervento di scavo, restauro e valorizzazione, esso offre un eccezionale spaccato monumentale della città antica. All’interno si conservano i resti di un anfiteatro (riportato interamente alla luce nelle strutture perimetrali) e di un teatro (oggi visibile per un terzo del totale, per il resto sepolto sotto un giardino e un’abitazione privati). Completa il complesso una serie di edifici e di ambienti di servizio, tra i quali un sacello e delle piccole terme. Si tratta di uno degli edifici da spettacolo romani meglio conservati di tutta l’Italia Settentrionale.

ore 15.00 Saviore dell’Adamello Il fascino del lavoro artigianale Valle di Saviore – Botteghe artigiane
Il lavoro di un artigiano spesso viene poco considerato, forse a causa dei ritmi elevati che caratterizzano la nostra società; con questo evento vorremmo ridonare valore alla lentezza, alla cura dei particolari. Lo vogliamo fare dando importanza al lavoro dell’artigiano che da un pezzo di legno realizza vere e proprie opere d’arte. Quello che vorremmo maggiormente sarebbe avvicinare i più piccoli a questa realtà dando loro la possibilità di provare da vicino a lavorare a fianco di un artigiano con pazienza e impegno realizzando, attraverso un vero e proprio laboratorio, un ricordo di una giornata vissuta “indietro nel tempo”. Il laboratorio è aperto ai bambini dai 6 ai 13 anni al costo di 5 euro l’uno.

 

metti-una-notte-un-libro-seradina
Dalle ore 20.00 Capo di Ponte METTI UNA NOTTE UN LIBRO…A PASSEGGIO CON IL “BARONE RAMPANTE” DI ITALO CALVINO NEL PARCO DI SERADINA
Parco archeologico comunale di Seradina-Bedolina Capo di Ponte
Il Parco Archeologico Comunale di Seradina-Bedolina viene istituito nel 2005 e raccoglie al proprio interno rocce incise a cavallo dell’Età del Bronzo (2000 a.C) e dell’Età del Ferro (1000 a.C). Oltre che un Parco Archeologico, quest’area può ben essere definita una piccola nicchia naturalistica: il Parco rappresenta infatti anche un piccolo ecosistema. Il microclima che lo caratterizza ha permesso a particolari specie vegetali, come l’Opuntia Compressa (un fico d’India nano dalle infiorescenze gialle e frutti rossi) di trovare il proprio habitat ideale. Posto in posizione panoramica il Parco permette al visitatore di apprezzare il fascino dell’arte rupestre in un contesto “magico” e coinvolgente.

Domenica 13 ottobre

dalle ore 9.00 Angolo Terme  LEGGENDE A COLAZIONE “Salto degli sposi” – Passo della Presolana
Grazie al racconto di leggende e poesie locali, accompagnate da musica dal vivo, “Leggende a Colazione” sarà l’occasione per riscoprire la storia singolare di questo luogo. La località del Salto degli Sposi si raggiunge in circa 10 minuti dopo aver lasciato l’auto in prossimità del Passo della Presolana. é una breve passeggiata adatta a tutti.

dalle ore 9.00 Berzo Demo Viaggio nella Sonza, Poggio della Croce, Dos de l’ora
Subito dopo l’abitato di Monte percorreremo la strada comunale che, sul lato sinistro, si stacca dalla provinciale Cedegolo Cevo, e dopo circa un km raggiungeremo la località “Furna”. Il nostro percorso culturale inizia in quel punto e, tramite un giro ad anello, in un paesaggio reso magico dai colori autunnali, ci porterà a “Sonza”, dove potremo osservare le incisioni rupestri con la più alta concentrazione di caratteri camuno/etruschi. Successivamente camminando comodamente su un sentiero, arriveremo al Poggio della Croce e gusteremo il bellissimo panorama della Valle Camonica. A pochi metri di distanza incroceremo il “Sentiero della Memoria” e verremo a contatto con manufatti, piattaforme per mitragliatrici, gallerie e un Forte della prima della guerra mondiale. A questo punto ci incammineremo verso il rifugio Palam Palè dove potremo pranzare. Da qui inizia il nostro viaggio di rientro passando da “Dergio” dove sono impressi sul terreno i resti del più antico insediamento abitativo della Valsaviore. In cinque minuti torneremo al punto di partenza

Dalle ore 9.00 alle 21.00 Malegno Visita guidata al centro storico e al museo “le Fudine” a cura della Federazione Guide Turistiche Valle Camonica Orario visite: ore 14.00- ore16.00 ritrovo in Piazza Padre Zaccaria Casari DE GUSTIBUS Centro Storico di Malegno Piazza Padre Zaccaria Casari

dalle ore 15.00 Vezza d’Oglio – Spettacolo musicale: “La primavera tarda ad arrivare” – la guerra bianca e l’Adamello con Piergiorgio Cinelli ed Ivana Gatti; – esposizione di artisti locali; – visita libera alla Chiesa di San Clemente San Clemente: tra storia e cultura Zona Chiesa San Clemente Referenti e contatti Pro Loco di Vezza d’Oglio

Sabato 19 ottobre

Ore 14.00 Gorzone (in caso di maltempo, Sabato 26 ottobre) “Luine collina sacra: visita all’arte rupestre di valle camonica per celebrare il 40° del sito unesco” Parco comunale di Luine (Gorzone)
Il sito è tradizionalmente suddiviso in tre aree, ma la visita in programma prevede il percorso classico indicato proprio con il toponimo Luine. Un percorso ad anello in un ambiente naturale da cui si può osservare anche il fondo valle ed il percorso del fiume Oglio verso il Lago d’Iseo. Sulle rocce si potranno ad esempio vedere simboli come la “rosa camuna”
La partecipazione alla visita è gratuita, solo su prenotazione, fino ad esaurimento posti (Massimo 30 persone). é consigliato abbigliamento comodo.

dalle ore 14.00 Paspardo LA CASTAGNA Consorzio della castagna e centro storico Referenti e contatti
La castagna era un tempo l’alimento predominante (albero del pane) nell’alimentazione ed era utilizzata come importante merce di scambio con farina di mais e di frumento nella bassa bresciana. Dopo numerosi decenni di totale abbandono dei castagneti, in questi ultimi anni si sta riscoprendo l’interesse per questo frutto, grazie anche al Consorzio della Castagna di Valle Camonica che ha avviato una campagna di valorizzazione della coltura del castagno. L’attività operativa che questi svolge verte sul risanamento, il recupero e la valorizzazione economico- produttiva dei castagneti della Valle Camonica: la potatura risanante, di conservazione e di sviluppo dei castagni, l’innesto di varietà di notevole pregio e piantumazione di nuovi soggetti innestati in vivaio, la raccolta, l’acquisto, la selezione e la conservazione, oltre alla trasformazione delle castagne. Dalla castagna si diparte poi una filiera di prodotti principalmente dolciari per il contenuto di amido e zuccheri che questa possiede. Il comparto di lavorazione delle castagne e di trasformazione in derivati che il Consorzio ha sviluppato, è costituito da un polo produttivo che annovera vaglio, essiccatoio, sgusciatrice e mulino.

Ore 15.00 BORNO Pitoti de Buren Valzel de Undine Valzel de Undine è un vero tesoro archeologico situato lungo la vecchia strada che da Borno conduce al Convento dell’Annunciata. Pare che in epoca preistorica i nostri antenati si riunissero in questa località per compiere dei “riti sacri”: gli archeologi hanno rinvenuto una composizione monumentale di megaliti ascrivibili all’Età del Rame, tra cui il più conosciuto “Borno 1“, masso erratico, tornato ora nella sua sede originaria.
Questo masso trovato nel 1953 in riva al torrente, inizialmente venne portato nel Museo di Cividate Camuno (nel 1955) per essere poi trasferito a Milano (nel 1961), dove rimase esposto in piazza Duomo sino al 1965 e poi nel Museo Archeologico del capoluogo lombardo sino al 2005. Rientrato in Valle Camonica, venne collocato nel Museo Nazionale della Preistoria di Capo di Ponte e solo nel 2013 nel sito archeologico Valzel de Undine da dove era partito sessant’anni prima.

dalle ore 15.00 Vezza d’Oglio c/o Loc. San Clemente
Spettacolo musicale sulla Guerra Bianca e l’Adamello, esposizione di artisti locali, visita libera alla Chiesa di San Clemente e vin brulé con gli alpini.

Ore 20.30 Saviore dell’Adamello Passeggiata serale alla scoperta di Saviore dell’Adamello la storia racconta Piazza San Giovanni Un’occasione per rivivere la storia millenaria di un piccolo borgo di montagna ricco di curiosità e scorci davvero suggestivi, tutto questo raccontato da Daniela Rossi, guida turistica della federazione guide Valle Camonica, che ci narrerà storie e leggende che si tramandano da molti anni

Domenica 20 ottobre

dalle ore 9.00 Paspardo LA CASTAGNA Consorzio della castagna e centro storico Referenti e contatti
La castagna era un tempo l’alimento predominante (albero del pane) nell’alimentazione ed era utilizzata come importante merce di scambio con farina di mais e di frumento nella bassa bresciana. Dopo numerosi decenni di totale abbandono dei castagneti, in questi ultimi anni si sta riscoprendo l’interesse per questo frutto, grazie anche al Consorzio della Castagna di Valle Camonica che ha avviato una campagna di valorizzazione della coltura del castagno. L’attività operativa che questi svolge verte sul risanamento, il recupero e la valorizzazione economico- produttiva dei castagneti della Valle Camonica: la potatura risanante, di conservazione e di sviluppo dei castagni, l’innesto di varietà di notevole pregio e piantumazione di nuovi soggetti innestati in vivaio, la raccolta, l’acquisto, la selezione e la conservazione, oltre alla trasformazione delle castagne. Dalla castagna si diparte poi una filiera di prodotti principalmente dolciari per il contenuto di amido e zuccheri che questa possiede. Il comparto di lavorazione delle castagne e di trasformazione in derivati che il Consorzio ha sviluppato, è costituito da un polo produttivo che annovera vaglio, essiccatoio, sgusciatrice e mulino.

dalle ore 9.00 Vione Valle di Canè in e -bi k e Ritrovo a Canè frazione di Vione (zona parcheggi all’imbocco della mulattiera per la Valle di Canè)
Una delle più frequentate valli del settore lombardo del Parco dello Stelvio, la Val di Canè, è particolarmente apprezzata per le sue ricchezze naturalisti – che ed architettoniche, il dolce paesaggio e la relativa facilità con cui si avvista la fauna al – pina. È una valle sospesa, di chiara origine glaciale, breve ma piuttosto ampia e poco ri – pida. Canè, che le dà il nome, è una graziosa frazione di Vione – antico e nobile borgo – po – sta su un soleggiato terrazzo a ben 1500 metri di quota. Vi si giunge con la strada che sale dal fondovalle, poco prima di Temù, e passa per Vione. A Cortebona sorge un piccolo centro d’informazioni del Par – co Nazionale e un’interessante vecchia “calchera” ben ristrut – turata. Alla cava ci aspetta un bellissimo panorama sulla bas – sa Val di Canè, particolarmente suggestivo in autunno. La cava di marmo è stata utilizzata fino al 1964. Oggi sono ancora vi – sibili le pareti da cui veniva estratto il marmo. Gita con mountain bike elet – trica in valle di Canè lungo la mulattiera che conduce all’al – peggio Cortebona per poi proseguire in direzione Cava del Marmo. Per chi lo deside – ra, previa prenotazione entro il 17 Ottobre, saranno attive le seguenti convenzioni: noleg – gio di e-bike al prezzo di 20€ (Scuola Italiana di MTB Ada – mello Bike) e pranzo al risto – rante al prezzo di 20€ (Trattoria Cavallino, Canè).

Dalle ore 14.30 Niardo Ritrovo presso l’Oasi del Beato Innocenzo tra sacralità e lavoro Oasi del Beato Innocenzo Referenti e contatti Roberta Calzoni
Nella preziosa “Oasi del Beato” si trova la casa natale del Beato Innocenzo, nato a Niardo il 14 marzo del 1844. Proprio in occasione di “Del Bene e del Bello” sarà possibile visitare la casa museo. Nel cortile antistante sarà possibile conoscere ed osservare le tecniche di lavorazione artigiana tipiche del paese.

Ore 15.00 BRENO Ritrovo davanti alla chiesa Arte, storia e cultura nelle chiese più antiche di Breno Chiesa di San Valentino Situata nel cuore della Valle, la cittadina di Breno per secoli è stata il principale borgo camuno. La collina del Castello domina sui vicoli, le piazze, le ville storiche rendono il centro storico carico di fascino e le chiese custodiscono opere d’arte significative. San Valentino è il patrono della cittadina, che gli ha intitolato una chiesa dai tratti architettonici particolarmente interessanti, per secoli meta di pellegrinaggio. L’interno è decorato con affreschi che illustrano la devozione tradizionale della zona.

Sabato 26 ottobre

Ore 14.30 Berzo inferiore   inaugurazione con visita
Il museo “Il Velocipede – Museo storico della bicicletta” è situato in piazza Umberto I, nei locali dell’antica palazzina ex sede del Municipio comunale, dove ora sono custudite una serie di collezioni private con decine di mezzi d’epoca, con un corredo di grandi pannellature che rappresentano sia in maniera descrittiva che raffigurativa tutta l’evoluzione dei mezzi a due ruote, dalla nascita agli anni Ottanta del ventesimo secolo.

Dalle ore 17.30 Bienno DE COLORE. LEONARDO E L’INTERPRETAZIONE CONTEMPORANEA Casa degli artisti via Carotti Bienno Casa Valiga è un piccolo edificio dalla facciata rinascimentale che contiene elementi architettonici e soluzioni decorative di pregio. L’intonaco in facciata conserva tracce di una decorazione a losanghe. Il palazzetto, preceduto da un piccolissimo cortile acciottolato, era la sede commerciale e di rappresentanza del vicino palazzo ed apparteneva probabilmente ad una famiglia di mercanti. Infatti nel salone al piano nobile, sono state ritrovate due scritte la cui traduzione (“Il darsi da fare è madre delle ricchezze” e “Il suo danno è il tuo guadagno”) è un vero manifesto ideologico dell’attiva borghesia mercantile. Oggi Casa Valiga è di proprietà della Comunità Montana di Valle Camonica e, con la sua area espositiva e con i suoi laboratori, è a disposizione degli artisti del progetto “Borgo degli artisti” che soggiornano in Valle, grazie al progetto, per brevi periodi di tempo dando dimostrazione della propria maestria.

Domenica 27 ottobre

Ore 9.00 Berzo inferiore visita guidata Il velocipede – Museo storico della bicicletta Piazza Umberto I

Dalle ore 15.00 alle 19.00 Ono San pietro Ritrovo alle ore 14 in Piazza Roma “Il cuore delle case” alla scoperta degli antichi forni per la cottura del pane Sala delle cutura, piazza Roma Contatti Moira Troncatti Tel. 348 4595374 Comune Tel. 0364 434490 Grazie alla ricerca portata avanti dai comuni dell’Eco museo “Concarena montagna di luce”, anche Ono San Pietro ha potuto riscoprire l’esatta collocazione dei forni tradizionali utilizzati fino agli anni cinquanta del Novecento nelle case del centro storico. Durante la giornata verrà rimesso in funzione un forno, con dimostrazione della cottura del pane utilizzando le tecniche tradizionali.

Scopri il ricchissimo e dettagliato programma della rassegna

Il bramito dei cervi
Ott 6@8:00–17:30
Il bramito dei cervi @ Casa del Parco dell’Adamello di Vezza | Vezza d'Oglio | Lombardia | Italia

Il bramito dei cervi
Escursione faunistica per famiglie per ascoltare e, con un po’ di fortuna, osservare i cervi in amore.

Dal 22 settembre al 20 ottobre, con partenza alle ore 8:00 circa dalla Casa del Parco di Vezza e ritorno alle ore 17:30 circa.

– La partecipazione alle escursioni ed attività necessita di ISCRIZIONE OBBLIGATORIA presso la Casa del Parco dell’Adamello di Vezza d’Oglio, entro le ore 18.00 del giorno precedente l’attività (salvo esaurimento posti).

– Equipaggiamento: scarpe da trekking o scarponcini da montagna, zaino con pranzo al sacco per attività giornaliere per famiglie/bambini e merenda per attività pomeridiana bimbi, giacca a vento, borraccia, ombrellino, cappellino da sole.

– Costo attività: PASEGGIATE/ESCURSIONI PER FAMIGLIE ATTIVITÀ PER BAMBINI/RAGAZZI giornaliera adulti € 8.00 giornaliera € 8.00 a bambino/ragazzo giornaliera bambini < 14 anni € 6.00 ½ giornata € 5.00 a bambino/ragazzo giornaliera famiglie (2 adulti, 2 bambini) € 20.00 gratuità per bambini con età inferiore a 6 anni

Miniere di Darzo – aperti per visite guidate
Ott 6@9:00–12:30
Miniere di Darzo - aperti per visite guidate @ Miniere Darzo

VISITE GUIDATE ESTATE 2019

Dal paese alle miniere

Partendo dal centro storico del paese, si sale con pulmino verso il villaggio dei minatori di Marigole (1100 m), dove conosceremo la storia di un sito minerario di montagna godendo di un panorama mozzafiato sulla Valle del Chiese e sul Lago d’Idro.
Durata ca. 3,5 ore
ORARI VISITE GUIDATE su prenotazione al venerdì, sabato, domenica
Visita mattina 9.00 – 12.30
Visita pomeriggio 14.00 -17.30
TARIFFE
Adulti 17,00 € Ragazzi 5-14 anni 12,00 €
Bambini < 5 anni 3,00 €
Prima domenica del mese gratuito per gli < 14. Comprende pulmino a/r da Darzo alla Miniera.

Trekking paese, miniere e malghe

Da Darzo al villaggio dei minatori di Marigole con pulmino, visita del sito, si prosegue a piedi per arrivare alle Malghe, 400 mt di dislivello su sentiero di montagna.
8.30 > 16.30 (circa)
TARIFFE
Adulti 25,00 € / Ragazzi (5 -14 anni) 20,00 €
Comprende pulmino a/r da Darzo a Marigole, i trekking si svolgono al sabato su prenotazione.

In ascolto a Padernello
Ott 6@9:30–11:00
In ascolto a Padernello @ Castello di Padernello | Padernello | Lombardia | Italia

In ascolto
Camminata silenziosa e meditazione alla scoperta di Giuliano Mauri con Maria Simona Provezza

Un Momento meditativo in cui sarà possibile fare un’esperienza sensoriale dell’opera d’arte in natura di Giuliano Mauri nel bosco di Padernello, nei pressi del Castello di Padernello (Borgo San Giacomo – BS). Maria Simona Provezza, psicomotricista e Counselor olistica, ci accompagnerà in un viaggio alla scoperta del Ponte San Vigilio, facendoci immergere nell’opera e invitandoci a stare in ascolto di noi stessi, dei suoni e degli elementi della natura.

Si partirà dal Castello di Padernello per arrivare, attraverso una passeggiata silenziosa per le strade bianche, al Ponte. Qui sperimenteremo in modo altro l’esperienza dell’opera grazie ad un momento di meditazione che vuole favorire una relazione armoniosa di noi stessi con l’arte e la natura. La poetica di Giuliano Mauri, soprannominato “il tessitore del bosco” ed esponente del movimento “art in nature”, si colloca, difatti, si fonda sul dialogo profondo esistente tra l’essere umano e la natura, cercando di lasciare segni minimi, essenziali, lievi, nella prospettiva di una continuità e di un reciproco completamento tra arte e natura.

Anche il Ponte San Vigilio – ultima opera realizzata in vita dall’artista – prosegue, quindi, il costante colloquio tra natura e umano, con una particolare attenzione storica, permettendo, così, di riaprire il limes romano della centuriazione augustea, che portava da San Paolo a Quinzano. A tal proposito l’artista ricorda: “A Padernello, nel bresciano, mi hanno dato il compito di far riemergere una strada romana, una centuria, che nell’antichità aveva collegato il castello al paese. La strada era stata fagocitata e sepolta da un bosco grandioso: recuperarla cancellando ciò che aveva seminato il tempo sarebbe stato un delitto. Così abbiamo scelto di costruire una passerella sopraelevata in corrispondenza del tracciato dell’antica centuria, lasciando il bosco intatto. Questo è il mio concetto di attenzione storica.”

L’evento è gratuito, inizierà alle 19.00 e avrà la durata di circa 1 ora e 30 minuti.

È consigliata vivamente la prenotazione.
Si consiglia: abbigliamento comodo, scarpe da ginnastica e materassino ginnico.

Art Glass
Ott 6@10:00–17:00
Art Glass @ Domus dell’Ortaglia

Art Glass
Lo straordinario tour virtuale nell’antica Brixia!

La domenica, a Santa Giulia, non perdere l’occasione di fare un viaggio ultratecnologico di visione immersiva nelle Domus dell’Ortaglia, una delle sezioni più suggestive del museo.

Una nuova esperienza, che si aggiunge a quella del Parco archeologico, che si caratterizza per un’immersività coinvolgente a 360 gradi, in grado di trasportare il fruitore in uno dei luoghi di maggior rilevanza archeologica della città e di condurlo in un passato reso ancora più straordinariamente avvincente grazie alla tecnologia.

Tutte le domeniche pomeriggio (è consigliata la prenotazione) è possibile noleggiare gli ArtGlass delle Domus dell’Ortaglia, alle ore 15.00 o alle ore 16.00.

Costo noleggio: € 6 a persona
costo noleggio Domus + Parco archeologico € 10 a persona

Noleggio consentito dai 6 anni in su.

 

Tour in realtà aumentata ArtGlass
Domus dell’Ortaglia costo noleggio € 6,00.
Possibilità di integrazione del biglietto per visita con ArtGlass al Capitolium € 10.
Basilica di San Salvatore: agosto e settembre noleggio gratuito con il noleggio degli ArtGlass delle Domus dell’Ortaglia
Noleggio consentito dai 6 anni in su
Trekking e avventura in miniera
Ott 6@10:00–16:30
Trekking e avventura in miniera @ Miniera S. Aloisio | Pezzaze | Lombardia | Italia

Esplora le gallerie abbandonate munito di caschetto con luce, un’esperienza immersiva su un percorso di 2.5km o sali sul parco avventura costruito nei vecchi impianti di trattamento del minerale.

Trekking Minerario – Un percorso sotterraneo di circa 2,5 km che consente, in condizioni di sicurezza, l’esplorazione a piedi della miniera “al naturale”, così come fu lasciata quando venne abbandonata l’attività estrattiva. L’intera visita si svolge a piedi, muniti di torce sopra i caschetti per illuminare.

Parco Avventura – Lanciati con la carrucola, percorri ponti tibetani e vivi l’avventura!
Ilpercorso originale e unico nel suo genere: consente di viaggiare all’interno delle imponenti strutture di superficie della vecchia miniera in condizioni di assoluta sicurezza, ripercorrendo in modo avventuroso il tragitto compiuto dal minerale di ferro, attraverso ponti tibetani, funi, passerelle e scale a pioli. Un percorso dove è necessario saper gestire il proprio corpo e le proprie sensazioni, in una sfida che concilia divertimento e cultura. Richiesta altezza minima 140cm

Caravaggio experience
Ott 6@11:00–21:00
Caravaggio experience @ Castello di Desenzano

Un viaggio esplorativo che porta alla scoperta delle tecniche, dei temi e dei segreti di uno dei più grandi innovatori della storia dell’arte: Caravaggio.

Una spettacolare videoinstallazione immerge il pubblico in cinquantotto opere e nella vita di Michelangelo Merisi attraverso un’intensa esperienza esteica, emotiva e sensoriale

Per  cinquanta minuti i visitatori prenderanno parte a uno spettacolo fatto di proiezioni, musiche e fragranze olfattive, in un’esperienza cangiante e interattiva dell’opera d’arte.

I capolavori di Caravaggio, destrutturati e variamente ricomposti, potranno essere ammirati nella loro interezza e nei dettagli più minuti grazie a una tecnologia in alta definizione che restituisce immagini nitide e cristalline, esaltando i colori, le luci e i più minuscoli dettagli.

La videoinstallazione è divisa in sezioni e ciascuna di esse indagherà un tema “caravaggesco”:

  • ricostruzione degli studi sulla luce
  • analisi dei processi compositivi
  • la rappresentazione della natura e della violenza
  • tour virtuale nei luoghi della vita del pittore.

Ecco un’anteprima tratta dalle esperienze già realizzate a Roma, Torino, Rimini e Città del Messico⇓

 

Costo:

Biglietto intero : 12€
Biglietto Residenti a Desenzano: 10€
Biglietto famiglia (2 adulti + almeno 1 bambino) : 22€
Biglietto ridotto over 65 e under 25 : 10€
Biglietto bambini 5-14 anni: 5€
Bambini fino a 5 anni; disabili con un accompagnatore : gratuito
Bambini fino a 14 anni residenti : gratuito

Alla scoperta della Rocca d’Anfo
Ott 6@14:00–18:00
Alla scoperta della Rocca d'Anfo @ Rocca d'Anfo | Anfo | Lombardia | Italia

Alla scoperta della Rocca d’Anfo
Ogni weekend è possibile visitare lo straordinario complesso militare-architettonico, uno dei monumenti storici più significativi del territorio bresciano. L’iniziativa è frutto della collaborazione fra Regione Lombarda, Comunità montana di Valle Sabbia e Comune di Anfo (Brescia)

Le visite guidate sono gestite dal Gruppo Azione Locale Garda-Valsabbia. Una guida specializzata accompagna gruppi di 30 persone in un percorso a piedi di circa 4 ore, che permette di scoprire in tutta sicurezza l’articolato complesso militare. Il percorso è stato arricchito e ampliato: le visite partiranno dal Comune di Anfo, includendo la passeggiata a lago che da Anfo porta alla Rocca. Tale collegamento faceva a suo tempo parte del complesso, tanto che è ancora possibile vedere i resti del percorso fortificato.

La visita richiede attrezzatura adeguata per un percorso di 4 ore in montagna (scarponcini, felpa, K-way, torcia e acqua) e si terrà anche in caso di maltempo in quanto gran parte del percorso si svolge all’interno di edifici

Durante la prenotazione della visita è possibile indicare la propria preferenza di orario, compatibilmente con le esigenze logistiche dell’organizzazione.
Le visite verranno effettuate con un minimo di 14 partecipanti adulti.

Visita completa:
• Biglietto adulto: 10 €
• Biglietto Bambino (5-15 anni): 5 €
• Ingresso gratuito per bambini sotto i 5 anni

Visita breve:
• Biglietto adulto: 8 €
• Biglietto Bambino (5-15 anni): 4 €
• Ingresso gratuito per bambini sotto i 5 anni

Esperienze in Miniera
Ott 6@14:00–17:00
Esperienze in Miniera @ Miniera Pezzaze | Pezzaze | Lombardia | Italia

La Miniera Marzoli è uscita del letargo e ti aspetta per vivere un’esperienza unica!

Un’avventura per GRANDI E PICCINI!

Scegli di passare una giornata diversa dalle solite, salta a bordo del trenino giallo e scopri accompagnato da guide esperte la storia della Miniera e delle persone che ci hanno lavorato!

Siamo aperti tutte le domeniche dalle ore 14, ultimo ingresso 16.20

Il costo è di euro 10€ per gli adulti e 7€ dai 3 ai 13 anni

A partire dal mese di marzo la miniera è sempre visitabile la domenica dalle 14.00 alle 17.00 e nei mesi di giugno, luglio e agosto anche la domenica mattina dalle 10.00 alle 12.00. Ad agosto anche di sabato!

Inoltre sono in programma Aperture straordinarie in occasione di: Pasquetta – 25 aprile – 1 maggio – 2 giugno- 15 agosto – 8 dicembre

La temperatura all’interno delle miniere è di circa 10°C durante tutto l’anno, si consiglia quindi abbigliamento caldo e comodo con scarpe chiuse.

Marzo – domenica ore 14-16.30

Aprile – domenica ore 14-16.30

Maggio – domenica 10-12 e 14-16.30

Giugno – domenica 10-12 e 14-16.30

Luglio – domenica 10-12 e 14-16.30

Agosto (dall’1 al 5) – sab e dom 10-12 e 14-16.30

Agosto (dal 6 al 26) – tutti i giorni 10-12 e 14-16.30

Settembre domenica 10-12 e 14-16.30

Ottobre – domenica ore 14-16.30

Novembre – domenica ore 14-16.30

Dicembre – domenica ore 14-16.30

Le meraviglie del fare
Ott 6@14:00–19:00
Le meraviglie del fare @ Musil Museo dell’Energia Idroelettrica Cedegolo

Storie di Artigiani, Territorio e Saper Fare in Valle Camonica
Un percorso di otto installazioni site specific e un’inedita personale di Stefano Boccalini per scoprire la profondità arcaica del lavoro artigiano, tra tradizione e innovazione.
L’esposizione è completata dalla mostra design FUORI.GIOCO by Segno Artigiano e da un’area gioco per bambini.

dal 29 giugno al 6 ottobre 2019
aperto tutti i giorni 14:00 – 19:00
Biglietto di ingresso al museo: Intero: 4 euro – Ridotto: 3 euro

All’interno del museo è disponibile un’area gioco per bambini
FUORI.GIOCO
la collezione di giochi all’aperto made in Valle Camonica
Segno Artigiano, la rete delle botteghe artigiane di qualità della Valle Camonica (BS), ha il piacere di presentare una collezione inedita di giochi all’aperto che rappresenta il saper fare, la passione e l’impegno quotidiano di artigiani che riaffermano ogni giorno la loro presenza nel territorio montano, in simbiosi con l’ambiente e la natura, a contatto con un patrimonio culturale unico al mondo.
Per celebrare i 40 anni dall’inserimento dell’arte rupestre della Valle Camonica nella Lista del Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO – primo sito in Italia ad ottenere tale riconoscimento – la rete degli artigiani di qualità Segno Artigiano propone FUORI.GIOCO, la collezione di giochi all’aperto che fanno divertire bambini e adulti, e che diventano elementi sculturali contemporanei di arredo per esterno e per interno.

6 prodotti artigianali, 6 archetipi di giochi all’aperto che diventano complementi di arredo che raccontano storie di bambini, di convivialità, di maestri artigiani, di materiali autentici del territorio, di tecniche di lavorazione tradizionali e moderne, di storia e di cultura locale che appartiene alla storia e alla cultura di chiunque sia stato, un tempo, un bambino.

Sono in scena:
BALÒS
[in dialetto camuno: balòs: furbetto, monello]
DONDOLO realizzato e calandrato in ferro tagliato al laser dall’ecclettica carpenteria Ducom e in ferro forgiato al maglio dagli artigiani della Scuola In Fucina di Bienno

PITOTI
[in dialetto camuno: pì toti: bambinetti ingenui, sempliciotti.. “Pitoti” sono detti, in Valle Camonica, anche i simboli delle incisioni rupestri]
Set di 5 NANI DA GIARDINO (due sono già stati liberati nel bosco) basculanti con basamento in pietre locali (Tonalite dell’Adamello porfido e roccia calcarea di Valle Camonica) scolpiti da Manuel Calzoni e 5 figure di nani tornite in pioppo locale da Claudio Bolis.

PIGÒLSA
[in dialetto camuno: pigòlsa: altalena]
ALTALENA realizzata con una seduta in legno di cirmolo sapientemente lavorata e sgorbiata dai maestri falegnami di Artigianato Camuno del Legno unita a cinghie in cuoio confezionate da Mauro Poiatti. La seduta in legno, tolte le cinghie e capovolta, diventa sgabello.

DEONDA
[in dialetto camuno: de onda: veloce, rapido]
PISTA DI BIGLIE modulare in cemento innovativo composta da 3 moduli (rettilineo,curva e mezzoponte), realizzata a mano da Crea Concrete Design con ostacoli in ferro tagliato al laser da Ducom Design.

CIÒT CIÒS
[in dialetto camuno: ciòt: chiodo / ciòs: campo]
TAVOLO DA PING PONG destrutturato, composto da due tavolini indipendenti e una rete in lamiera di metallo sagomata al laser da Ducom e una coppia di racchette in ferro con manico tornito in legno locale, può essere installato direttamente nel prato e scomposto per altri utilizzi non ludici.

GHIRLO
[in dialetto camuno: ghirlo: vortice; assonanza con gerla]
CESTO DA BASKET realizzato in legno locale intrecciato dalle sapienti mani di Lucio Avanzini ancorato a una corona e tabellone in ferro tagliato al laser.

Il filo di Arianna
Ott 6@15:00–16:30
Il filo di Arianna @ Museo Santa Giulia | Brescia | Lombardia | Italia

IL FILODI ARIANNA
I percorsi, che si avvalgono di materiali specifici, sono rivolti a ciechi e ipovedenti ma anche a tutti i visitatori interessati a riscoprire l’opera d’arte attraverso esperienze percettive plurisensoriali.

Ogni prima domenica del mese, ore 15.00 – Museo di Santa Giulia
DURATA circa ore 1,30′
COSTO L’ingresso al Museo è gratuito.
Il servizio di guida ha un costo agevolato di € 3.00 cad.

Prenotazione obbligatoria

Alimenti.amo
Ott 6@16:00–19:00
Alimenti.amo @ Ambiente Parco | Brescia | Lombardia | Italia

Alimenti.amo Wonder.Food.World

è il nuovo percorso espositivo di AmbienteParco sull’alimentazione sostenibile realizzato in collaborazione con il Comune di Brescia. In linea con le tematiche Expo2015 e le sue modalità operative, Alimenti.amo si inserisce nella mission di AmbienteParco e in piena complementarietà con i percorsi precedenti.

Alcuni dei temi trattati:

alimenti.amo la salute: l’apparato digerente,  i 5 sensi
alimenti.amo le risorse: suolo aria acqua tempo e lavoro, il land grabbini, i paesaggi del cibo, la filiera agroalimentare, la piramide alimentare/ambientale
alimenti.amo il consumo consapevole: gli imballaggi, la biodiversità, le proteine della soia, la pesca e il consumo sostenibile di pesce in Natur.acqua, materiali e metodi di cottura nella Casa Eco.Logica

Natur.acqua e Gioco.Lab
Ott 6@16:00–19:00
Natur.acqua e Gioco.Lab @ Ambiente Parco | Brescia | Lombardia | Italia

Percorso guidato della durata di circa 90 minuti alla scoperta dell’acqua in tutte le sue forme, dell’uso consapevole dell’acqua, del risparmi dell’acqua, del trasporto dell’acqua…Esposizione Natur.acqua

All’interno della mostra  è aperta la sala gioco.lab “gioca con l’acqua e il sapone” : bolle di sapone, vortici d’acqua, fai funzionare una centrale idroelettrica, gioca con l’acqua.

Una mostra interattiva permanente sull’acqua in tutte le sue forme, come risorsa naturale, in rubinetto o in bottiglia, acqua virtuale, acqua nel mondo, inquinamento…

Parte del percorso si svolge nell’acquario e parte sotto il lago che può essere ammirato attraverso undici vetrate subacque.

TARIFFA UNICA DI INGRESSO VALIDA PER TUTTE LE ESPOSIZIONI

Intera: € 7
Ridotta: € 5 per convenzioni, minori di 25 anni e maggiori di 65 anni
Convenzioni: Più la Feltrinelli, Chiara a2a, MondoParchi, COOP, Teatro telaio,
Famiglia con due genitori con bambini: €14 due genitori con figli (max. 14 anni)
Famiglia con un genitore con bambini: € 7 un genitore con figli (max 14 anni)

TARIFFA DI INGRESSO PER GIOCA CON L’ACQUA E TUNNEL SUBACQUEO:

Esplorazione Gioca con l’acqua e Tunnel subacqueo: € 2

Oppure visita le altre esposizioni di AmbienteParco

⇒ Durante il mese di Agosto il percorso-esposizione Natur.Acqua non è attivo.
Resta invece attiva la sala Gioco.lab e la possibilità di osservare l’acquario

Ott
8
Mar
2019
Caravaggio experience
Ott 8@11:00–21:00
Caravaggio experience @ Castello di Desenzano

Un viaggio esplorativo che porta alla scoperta delle tecniche, dei temi e dei segreti di uno dei più grandi innovatori della storia dell’arte: Caravaggio.

Una spettacolare videoinstallazione immerge il pubblico in cinquantotto opere e nella vita di Michelangelo Merisi attraverso un’intensa esperienza esteica, emotiva e sensoriale

Per  cinquanta minuti i visitatori prenderanno parte a uno spettacolo fatto di proiezioni, musiche e fragranze olfattive, in un’esperienza cangiante e interattiva dell’opera d’arte.

I capolavori di Caravaggio, destrutturati e variamente ricomposti, potranno essere ammirati nella loro interezza e nei dettagli più minuti grazie a una tecnologia in alta definizione che restituisce immagini nitide e cristalline, esaltando i colori, le luci e i più minuscoli dettagli.

La videoinstallazione è divisa in sezioni e ciascuna di esse indagherà un tema “caravaggesco”:

  • ricostruzione degli studi sulla luce
  • analisi dei processi compositivi
  • la rappresentazione della natura e della violenza
  • tour virtuale nei luoghi della vita del pittore.

Ecco un’anteprima tratta dalle esperienze già realizzate a Roma, Torino, Rimini e Città del Messico⇓

 

Costo:

Biglietto intero : 12€
Biglietto Residenti a Desenzano: 10€
Biglietto famiglia (2 adulti + almeno 1 bambino) : 22€
Biglietto ridotto over 65 e under 25 : 10€
Biglietto bambini 5-14 anni: 5€
Bambini fino a 5 anni; disabili con un accompagnatore : gratuito
Bambini fino a 14 anni residenti : gratuito

Apertura straordinarie serale MANV
Ott 8@20:30–Ott 9@22:00
Apertura straordinarie serale MANV @ Museo Nazionale Archeologico di Cividate Camuno | Cividate Camuno | Lombardia | Italia

martedì 8 ottobre 2019 il Museo Archeologico Nazionale della Valle Camonica effettuerà un’apertura straordinaria serale con orario continuato fino alle ore 22.

Alle 20.30 è prevista una visita accompagnata nelle sale del Museo, con la possibilità di vivere e scoprire il Museo nella sua sede storica in una suggestiva veste serale.

Ingresso libero

Ott
9
Mer
2019
Caravaggio experience
Ott 9@11:00–21:00
Caravaggio experience @ Castello di Desenzano

Un viaggio esplorativo che porta alla scoperta delle tecniche, dei temi e dei segreti di uno dei più grandi innovatori della storia dell’arte: Caravaggio.

Una spettacolare videoinstallazione immerge il pubblico in cinquantotto opere e nella vita di Michelangelo Merisi attraverso un’intensa esperienza esteica, emotiva e sensoriale

Per  cinquanta minuti i visitatori prenderanno parte a uno spettacolo fatto di proiezioni, musiche e fragranze olfattive, in un’esperienza cangiante e interattiva dell’opera d’arte.

I capolavori di Caravaggio, destrutturati e variamente ricomposti, potranno essere ammirati nella loro interezza e nei dettagli più minuti grazie a una tecnologia in alta definizione che restituisce immagini nitide e cristalline, esaltando i colori, le luci e i più minuscoli dettagli.

La videoinstallazione è divisa in sezioni e ciascuna di esse indagherà un tema “caravaggesco”:

  • ricostruzione degli studi sulla luce
  • analisi dei processi compositivi
  • la rappresentazione della natura e della violenza
  • tour virtuale nei luoghi della vita del pittore.

Ecco un’anteprima tratta dalle esperienze già realizzate a Roma, Torino, Rimini e Città del Messico⇓

 

Costo:

Biglietto intero : 12€
Biglietto Residenti a Desenzano: 10€
Biglietto famiglia (2 adulti + almeno 1 bambino) : 22€
Biglietto ridotto over 65 e under 25 : 10€
Biglietto bambini 5-14 anni: 5€
Bambini fino a 5 anni; disabili con un accompagnatore : gratuito
Bambini fino a 14 anni residenti : gratuito

Ott
10
Gio
2019
Passeggiata all’orto di Toscolano
Ott 10@9:30–12:15
Passeggiata all'orto di Toscolano @ Orto botanico Toscolano Maderno  | Toscolano Maderno | Lombardia | Italia

Passeggiata al Giardino Botanico “G.E Ghirardi” di Toscolano Maderno a Brescia. con visite guidate e degustazioni tematiche

L’Orto è dedicato prevalentemente alle piante medicinali, con una storia del tutto peculiare. Fondato nel 1964 dal proprietario della azienda farmaceutica Simes la cardioterapica, il professor Giordano Emilio Ghirardi, allo scopo di coltivare specie vegetali di diversa provenienza, si procurava i semi delle piante desiderate attraverso corrispondenti sparsi in tutto il mondo, acclimatava e coltivava anche in larga scala le specie utili e ne studiava i principi attivi. Alla scomparsa del fondatore, nel 1991, l’Orto è stato donato all’Università degli Studi di Milano e attualmente afferisce al Dipartimento di Scienze Farmaceutiche. Dato il clima relativamente mite del lago, all’esterno prosperano varie specie mediterranee, mentre internamente una nuova serra accoglie numerose specie esotiche. Ma si possono osservare anche specie appartenenti alla famiglia delle Solanaceae,ApocynaceaeApiaceaeLamiaceae e delle Rutaceae.

 

La Rete degli Orti Botanici della Lombardia è dunque una piacevole alternativa alla classica passeggiata in montagna o alla tintarella al lago per ritrovare una piacevole sensazione di serenità e leggerezza, “chiacchierando” con fiori, arbusti e piante. E per (re)innamorarsi follemente della natura.

 

Per la stagione 2019 sono in programma:

– aperitivi biologici tutti i giovedì mattina dalle 9.30 alle 12.15: visite guidate all’orto con focus sulle specie botaniche  con degustazioni di bibite biologiche

– appuntamenti culturali il sabato mattina dalle 9.30 alle 12.15 con visite guidate all’orto con focus sulle colture locali con degustazioni tematiche

 

Per la partecipazione è richiesto un contributo di 5€

Prenotazione necessaria

Caravaggio experience
Ott 10@11:00–21:00
Caravaggio experience @ Castello di Desenzano

Un viaggio esplorativo che porta alla scoperta delle tecniche, dei temi e dei segreti di uno dei più grandi innovatori della storia dell’arte: Caravaggio.

Una spettacolare videoinstallazione immerge il pubblico in cinquantotto opere e nella vita di Michelangelo Merisi attraverso un’intensa esperienza esteica, emotiva e sensoriale

Per  cinquanta minuti i visitatori prenderanno parte a uno spettacolo fatto di proiezioni, musiche e fragranze olfattive, in un’esperienza cangiante e interattiva dell’opera d’arte.

I capolavori di Caravaggio, destrutturati e variamente ricomposti, potranno essere ammirati nella loro interezza e nei dettagli più minuti grazie a una tecnologia in alta definizione che restituisce immagini nitide e cristalline, esaltando i colori, le luci e i più minuscoli dettagli.

La videoinstallazione è divisa in sezioni e ciascuna di esse indagherà un tema “caravaggesco”:

  • ricostruzione degli studi sulla luce
  • analisi dei processi compositivi
  • la rappresentazione della natura e della violenza
  • tour virtuale nei luoghi della vita del pittore.

Ecco un’anteprima tratta dalle esperienze già realizzate a Roma, Torino, Rimini e Città del Messico⇓

 

Costo:

Biglietto intero : 12€
Biglietto Residenti a Desenzano: 10€
Biglietto famiglia (2 adulti + almeno 1 bambino) : 22€
Biglietto ridotto over 65 e under 25 : 10€
Biglietto bambini 5-14 anni: 5€
Bambini fino a 5 anni; disabili con un accompagnatore : gratuito
Bambini fino a 14 anni residenti : gratuito

Ott
11
Ven
2019
In gita con il CAI Pezzo-Ponte di Legno
Ott 11@8:00–15:00
In gita con il CAI Pezzo-Ponte di Legno @ Ponte di Legno | Pezzo | Lombardia | Italia

Programma estivo proposte CAI Pezzo

Luglio

21 Luglio 2019 – Cima Payer (Sentiero dei Fiori) – ESCURSIONI ALPINISTICHE

Mercoledì 24 Luglio 2019 – Madonna di Campiglio – Giro dei 5 Laghi – ESCURSIONI “GROP”
Mercoledì 24 Luglio 2019 – Giro dei 5 Laghi – GITE PER RAGAZZI

Domenica 28 e Lunedì 29 Luglio 2019: Notte in tenda al Coleazzo – – GITE PER RAGAZZI

Agosto

03 e 04 Agosto 2019 – Cima Presanella (3558 m) – ESCURSIONI ALPINISTICHE

Sabato 10 Agosto 2019 – Street Boulder Ponte di Legno – Speciale bambini STREET BOULDER

Lunedì 12 Agosto 2019: Passo del Tonale – Meda – GITE PER RAGAZZI

17 Agosto 2019 – Corno dei Tre Signori (3360 m) – ESCURSIONI ALPINISTICHE

Mercoledì 21 Agosto 2019 – Cima Gaviola (Passo Gavia) – GITE PER RAGAZZI

Settembre

Sabato 14 Settembre 2019 – Rifugio Malga Mola – Festa della Porchetta – IN ALLEGRIA

Ottobre

11/12/13 Ottobre 2019: Trekking alle Cinque Terre – ESCURSIONI “GROP”

Domenica 20 Ottobre 2019 – Operazione Linge – LAVORIAMO INSIEME

Sabato 26 Ottobre 2019 – Cena Sociale -IN ALLEGRIA

Caravaggio experience
Ott 11@11:00–21:00
Caravaggio experience @ Castello di Desenzano

Un viaggio esplorativo che porta alla scoperta delle tecniche, dei temi e dei segreti di uno dei più grandi innovatori della storia dell’arte: Caravaggio.

Una spettacolare videoinstallazione immerge il pubblico in cinquantotto opere e nella vita di Michelangelo Merisi attraverso un’intensa esperienza esteica, emotiva e sensoriale

Per  cinquanta minuti i visitatori prenderanno parte a uno spettacolo fatto di proiezioni, musiche e fragranze olfattive, in un’esperienza cangiante e interattiva dell’opera d’arte.

I capolavori di Caravaggio, destrutturati e variamente ricomposti, potranno essere ammirati nella loro interezza e nei dettagli più minuti grazie a una tecnologia in alta definizione che restituisce immagini nitide e cristalline, esaltando i colori, le luci e i più minuscoli dettagli.

La videoinstallazione è divisa in sezioni e ciascuna di esse indagherà un tema “caravaggesco”:

  • ricostruzione degli studi sulla luce
  • analisi dei processi compositivi
  • la rappresentazione della natura e della violenza
  • tour virtuale nei luoghi della vita del pittore.

Ecco un’anteprima tratta dalle esperienze già realizzate a Roma, Torino, Rimini e Città del Messico⇓

 

Costo:

Biglietto intero : 12€
Biglietto Residenti a Desenzano: 10€
Biglietto famiglia (2 adulti + almeno 1 bambino) : 22€
Biglietto ridotto over 65 e under 25 : 10€
Biglietto bambini 5-14 anni: 5€
Bambini fino a 5 anni; disabili con un accompagnatore : gratuito
Bambini fino a 14 anni residenti : gratuito

Ott
12
Sab
2019
Del bene e del Bello
Ott 12 giorno intero

Del bene e del Bello

Giornate del Patrimonio Culturale della Vallecamonica e della Valle dei Segni

La quindicesima edizione di “Del Bene e del Bello. Giornate del patrimonio culturale della Valle Camonica, la Valle dei Segni” promette un mese ricco d’appuntamenti. Come il nastro che si avvolge attorno alla copertina dell’opuscolo, così il “bene” ed il “bello” – binomio nel quale la valle ha imparato a riconoscersi – del nostro territorio si svolgeranno lungo tutto ottobre 2019, addobbandolo a festa con le iniziative dei 43 Comuni aderenti, del Distretto Culturale di Valle Camonica e delle associazioni partecipanti.

In particolare…

Sabato 5 ottobre

dalle ore 10.00 Monno RISCOPRIRE LE TRADIZIONI Monno, intersezione via Imavilla –via Roma
In questa giornata verranno seminati la segale e altri prodotti adatti per il periodo e la raccolta delle patate, essendo queste il prodotto caratteristico di Monno. Quest’anno si inizierà con la raccolta, ma riserveremo un angolo nell’orto per poter fare poi la semina in maggio. Questo progetto è nato per far scoprire alle nuove generazioni l’importanza del saper coltivare la terra e promuovere la qualità di questi prodotti. La segale (Secale cereale L.), detta anche segala, è un cereale di montagna che si adatta bene come l’avena anche ad altitudini elevate e resiste ai climi freddi; cresce in terreni difficili e poveri (steppa, brughiera) e matura in fretta.
La segale invernale “grande segale” viene seminata in luglio-agosto e raccolta il settembre dell’anno successivo con un ciclo di crescita di 13- 14 mesi e un raccolto biennale (“riposo d’altitudine”); la “segale dormiente” è seminata in ottobre prima del gelo.

dalle ore 14.00 Artogne   – LIBRIAMOCI CON LA FANTASIA – Museo della stampa “Lodovico Pavoni” via Concordia
All’interno del museo della stampa di Artogne, di cui ricorre il decennale dell’apertura (2009), verrà allestita una mostra di libri di Gianni Rodari, per celebrare il centenario della sua nascita (2020). La mostra sarà la prima di una serie di iniziative culturali che proseguiranno fino a maggio 2020, e che coinvolgeranno anche le scolaresche e le associazioni del territorio.

Ore 14.30 Cedegolo laboratorio “Dal ceppo al gioco”

Ore 14.30 Pisogne Grignaghe tra storia e leggende
Ritrovo al parcheggio di Grignaghe – via Imavilla Grignaghe, frazione di Pisogne Referenti e contatti Rosanna Romele – Biblioteca comunale Tel. 0364 880856 uff.cultura@comune.pisogne.bs.it La frazione di Grignaghe, posta ai margini dei siti minerari della valle del Trobiolo, lungo la Strada del Ferro che collegava alla Val Trompia, ha un’origine sicuramente molto antica. Ciò che caratterizza il borgo è la presenza di sculture medievali in arenaria rossa forse riconducibili al periodo longobardo. Oltre alle testimonianze materiali, il paese conserva echi di antiche leggende custodite dalla memoria popolare e legate ai luoghi attraverso i quali si snoda il percorso. Dal Döch della Caccia Morta ai Morcc de l’Albaret (il cimitero degli appestati del Seicento) passando dalla grotta della strega Madrassa

Dalle ore 15.00 Ponte di Legno Pontedilegno bombardata e risorta. visita al percorso multimediale Centro storico di Ponte di Legno
Partenza percorso c/o infopoint corso milano 37
Visita al percorso multimediale nel centro storico di Ponte di Legno attraverso le fotografie storiche dell’abitato scattate durante il bombardamento avvenuto il 27 settembre 1917 nel corso della prima guerra mondiale. Visita organizzata dalla Proloco Ponte di Legno in collaborazione con la Società Storica e Antropologica di Valle Camonica

dalle ore 15.30 Sellero A perdita d’occhio – il finissage
Ex fornaci – Centro 3T Via Scianica 6 Sellero Vasca SEB Parco tematico Via Ruch Novelle di Sellero Il parco Vasca SEB è l’ex vasca di carico dell’acqua della Società Elettrica Bresciana, usata per alimentare la centrale idroelettrica di Cedegolo, costruita con questa nel 1910. Allestito da Associazione P.I.R. è divenuto un percorso multisensoriale e museale che permette di esplorare pozzi e condotte forzate attraverso un sistema di passerelle in legno; location di eventi d’arte contemporanea è sito di partenza di escursioni. Dal 2017 vi è nato un piccolo centro di orto-terapia. Le ex fornaci da calce di Sellero sono ciò che rimane di un sito produttivo che inizia l’attività negli anni Venti del Novecento, grazie all’utilizzo dell’energia idroelettrica, sfruttando il calcare della Concarena. Oggi centro culturale ha un allestimento museale a congegni ottici 3D, è sede dell’orto verticale in lana (quest’anno inattivo) e di molte attività e sperimentazioni legate alla fruizione del paesaggio attraverso lo sport e l’arte contemporanea. Programma: 15:30/16:30 Visita guidata al sito e all’esposizione presso Vasca Seb 17:00/18:00 Visita guidata al sito e all’esposizione presso ex fornaci- Centro 3t 18:00 presentazione catalogo dell’esposizione Nel corso della giornata nel centro storico dell’abitato sarà fruibile la manifestazione Sapori d’autunno.

Ore 20.30 Cedegolo incontro “I custodi dell’acqua. Storie di lavoro, vita e montagna”

Domenica 6 ottobre

Alle ore 8.30 Loveno Trekking minerario lungo i sentieri dei minatori Complesso minerario di Traversagna e Gaviera
Ritrovo presso il parcheggio nella frazione di Loveno Si consigliano scarponcini da trekking e abbigliamento adatto ad ambienti umidi e a temperature medio-basse (10°C). In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a domenica 13 ottobre.
Notizie dei borghi di Paisco e Loveno prima dell’XI secolo non si hanno con certezza, ma la ricchezza in zona di minerali di ferro avrebbe attratto in valle una notevole attività di carbonai e minatori fin da epoca precedente l’anno Mille. Dal XV secolo troviamo documenti cronologici riguardanti l’attività di estrazione e coltivazione del minerale. Dal 1840 in valle c’è un grande cambiamento: entra in scena il grande industriale Andrea Gregorini, che riunisce tutte le piccole miniere prima divise tra tanti proprietari in un’unica ditta. Il Gregorini introduce il lavoro minorile sfruttando la struttura fisica dei bambini per i piccoli cunicoli, porta le miniere ad imprese di grandi dimensioni aumentando la quantità di lavoro, costruisce la teleferica che dalle miniere di Traversagna e Gaviera conduceva il minerale a Forno Allione per la fusione. Al Gregorini subentrerà nel 1937 l’ILVA; durante la gestione di questa società molti furono gli incidenti e infortuni in miniera. Successivamente, nel 1940 succederà Ferromin che sarà l’ultima società presente; il 30 novembre 1943 ci sarà la chiusura definitiva. Vogliamo con questa visita mostrare un bene storico e nel contempo rendere omaggio a chi, con fatiche e rischiando la propria vita, ci ha lasciato queste gallerie simbolo di operosità, sacrificio e fonte di vita per Paisco Loveno.

dalle ore 9.30 Saviore dell’Adamello a spasso nella natura Partenza dalla piazza municipale di Valle e arrivo all’agriturismo Cà Noa di Saviore Si partirà da Valle, passando per Ponte per arrivare come meta finale a Saviore; durante la passeggiata sarà possibile riconoscere diverse tipologie di piante e fiori da utilizzare in cucina e altre con proprietà mediche. Tutto ciò avverrà con la presenza di esperti nel settore che ci spiegheranno come impiegare le piante che incontreremo lungo il percorso, che si concluderà con un ottimo pranzo di degustazione presso l’agriturismo “Ca Noa”; la cucina ci proporrà qualcosa di tipico cucinato rigorosamente secondo la tradizione. Il percorso è su strada sterrata e non è molto impegnativo: 3/4KM in leggera salita. Una volta arrivati a Saviore, ci sarà la possibilità di prendere il bus-navetta e tornare a Valle per recuperare l’auto

dalle ore 14.00 Cedegolo MUSIL– MUSEO DELL’ENERGIA IDROELETTRICA DI VALLECAMONICA MUSIL – MUSEO DELL’ENERGIA IDROELETTRICA DI VALLECAMONICA Via Roma, 48 – Cedegolo Il percorso espositivo è concepito come esperienza multisensoriale ed interattiva. Gli allestimenti del Museo sollecitano infatti un coinvolgimento fisico-razionale-emotivo: corpo, testa, cuore lavoreranno insieme per spiegare la magica trasformazione di una goccia d’acqua in energia elettrica, con tutte le sue affascinanti coincidenze e conseguenze. Seguendo il “percorso dell’acqua”, dal suo formarsi nell’atmosfera al suo precipitare sulla terra, condensarsi in ghiaccio, raccogliersi nei laghi alpini, essere imbrigliata in dighe artificiali per poi arrivare nella Centrale Idroelettrica, dove si trasforma in elettricità, sarà possibile immergersi nelle storie e nella cultura custodita dal luogo. Si ripercorrerà così l’epopea dei grandi lavori idroelettrici, la storia della costruzione di bacini, condotte, canali e opere idrauliche; si vedrà e comprenderà il funzionamento delle macchine che trasformano il movimento prodotto dall’acqua in elettricità, nonché si indagheranno gli utilizzi, la gestione e i sistemi di distribuzione.

Dalle ore 15.00 Braone Ritrovo presso le scuole elementari STORIA E ATTUALITà DI UN PAESE IN EVOLUZIONE
Il racconto del borgo, con la visione di tre documentari realizzati dalla trasmissione Geo&Geo di RAI3, che raccontano molto bene l’anima del nostro paese. Completerà la trilogia il documentario, sempre tratto dalla prestigiosa trasmissione Geo&Geo, che raconta la storia di un edificio, posto ai margini del centro storico di Braone, una vecchia segheria risalente al periodo della dominazione veneziana, che riconvertita in abitazione, è divenuta un laboratorio di progettazione e applicazione delle tecniche di riciclo e riuso dei materiali in edilizia. Successivamente porteremo i visitatori attraverso le piccole viuzze del centro storico, dove potranno ammirare gli antichi portali in pietra che davano accesso alle corti e le fontane, sempre in pietra. Questo percorso li accompagnerà alla “Casa Torre Bonfadini”, antica dimora dei conti Ronchi, oggi trasformata in sala concerti, dove ha sede il prestigioso Concorso internazionale per giovani musicisti “Rizzardo Bino”. Qui gli ospiti potranno assistere a un piccolo concerto di musica da camera con i musicisti di casa torre Bonfadini, per terminare il pomeriggio assaporando i prodotti dell’antico forno del ‘400 inserito all’interno della storica corte dei conti Ronchi.

Sabato 12

Fiera-di-San-Michele_vezza-oglio-2019 dalle ore 9.00 alle 16.00 VEZZA d’Oglio c/o Via del Piano TRADIZIONALE FIERA DI S. MICHELE | Esposizione di animali, vendita prodotti locali, dimostrazione di lavorazione del latte, bancarelle commerciali, convegno e menù a tema.

 dalle ore 19.30 Vezza d’Oglio c/o Centro Eventi Adamello L’ANTICA e TRADIZIONALE “CENA DEL MAIALE” | Cena tipica su prenotazione, serata danzante ed estrazione sottoscrizione a premi

Ore 15.00 BRENO inaugurazione CONVEGNO ISTA 2019: «STREGONERIA NELLE ALPI. MALEFICI, PROCESSI, INQUISITORI E ROGHI».
Palazzo della Cultura di Breno La società storica e antropologica di Valle Camonica organizza per il giorno 12 ottobre 2019 a Breno la nona edizione degli incontri per lo studio delle tradizioni alpine (i.s.t.a.). L’argomento dell’incontro sarà «Stregoneria nelle alpi. Malefici, processi, inquisitori e roghi». Il convegno, gratuito e aperto a tutti, intende illustrare con uno sguardo interdisciplinare alcune manifestazioni di stregoneria (definita come accusa di presunta attività di magia a danno degli altri per scopi privati o rituali) nell’arco alpino tra l’età medievale e quella moderna. La scelta del tema oggetto dell’incontro ISTA 2019 è legata alla ricorrenza dei 500 anni dai roghi per stregoneria in Valle Camonica, avvenuti nel 1518. A seguito del convegno Società Storica e Antropologica di Valle Camonica intende pubblicare un volume contenente i contributi raccolti.

Ore 15.00 BRENO Ritrovo davanti alla chiesa Arte, storia e cultura nelle chiese più antiche di Breno Chiesa di San Valentino Situata nel cuore della Valle, la cittadina di Breno per secoli è stata il principale borgo camuno. La collina del Castello domina sui vicoli, le piazze, le ville storiche rendono il centro storico carico di fascino e le chiese custodiscono opere d’arte significative. San Valentino è il patrono della cittadina, che gli ha intitolato una chiesa dai tratti architettonici particolarmente interessanti, per secoli meta di pellegrinaggio. L’interno è decorato con affreschi che illustrano la devozione tradizionale della zona.

giorchi-autunno-cividate-cammuno-bene-bello-2019Dalle ore 15.00 alle 16.30 Cividate Camuno GIOCHI D’ AUTUNNO ALL’ANFITEATRO Parco archeologico del teatro e anfiteatro Un pomeriggio con pony e carretto alla scoperta della Valle Camonica romana. L’evento organizzato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Bergamo e Brescia, dal Comune di Cividate Camuno – Commissione biblioteca e dalla Pro Loco cividatese è dedicato ai più piccoli. Il Parco Archeologico del Teatro e dell’Anfiteatro di Cividate Camuno si estende su una superficie di circa 20.000mq nella parte settentrionale dell’antica Civitas Camunnorum, capoluogo politico e amministrativo della Valle Camonica in epoca romana. Inaugurato nel marzo del 2003 al termine di un lungo e complesso intervento di scavo, restauro e valorizzazione, esso offre un eccezionale spaccato monumentale della città antica. All’interno si conservano i resti di un anfiteatro (riportato interamente alla luce nelle strutture perimetrali) e di un teatro (oggi visibile per un terzo del totale, per il resto sepolto sotto un giardino e un’abitazione privati). Completa il complesso una serie di edifici e di ambienti di servizio, tra i quali un sacello e delle piccole terme. Si tratta di uno degli edifici da spettacolo romani meglio conservati di tutta l’Italia Settentrionale.

ore 15.00 Saviore dell’Adamello Il fascino del lavoro artigianale Valle di Saviore – Botteghe artigiane
Il lavoro di un artigiano spesso viene poco considerato, forse a causa dei ritmi elevati che caratterizzano la nostra società; con questo evento vorremmo ridonare valore alla lentezza, alla cura dei particolari. Lo vogliamo fare dando importanza al lavoro dell’artigiano che da un pezzo di legno realizza vere e proprie opere d’arte. Quello che vorremmo maggiormente sarebbe avvicinare i più piccoli a questa realtà dando loro la possibilità di provare da vicino a lavorare a fianco di un artigiano con pazienza e impegno realizzando, attraverso un vero e proprio laboratorio, un ricordo di una giornata vissuta “indietro nel tempo”. Il laboratorio è aperto ai bambini dai 6 ai 13 anni al costo di 5 euro l’uno.

 

metti-una-notte-un-libro-seradina
Dalle ore 20.00 Capo di Ponte METTI UNA NOTTE UN LIBRO…A PASSEGGIO CON IL “BARONE RAMPANTE” DI ITALO CALVINO NEL PARCO DI SERADINA
Parco archeologico comunale di Seradina-Bedolina Capo di Ponte
Il Parco Archeologico Comunale di Seradina-Bedolina viene istituito nel 2005 e raccoglie al proprio interno rocce incise a cavallo dell’Età del Bronzo (2000 a.C) e dell’Età del Ferro (1000 a.C). Oltre che un Parco Archeologico, quest’area può ben essere definita una piccola nicchia naturalistica: il Parco rappresenta infatti anche un piccolo ecosistema. Il microclima che lo caratterizza ha permesso a particolari specie vegetali, come l’Opuntia Compressa (un fico d’India nano dalle infiorescenze gialle e frutti rossi) di trovare il proprio habitat ideale. Posto in posizione panoramica il Parco permette al visitatore di apprezzare il fascino dell’arte rupestre in un contesto “magico” e coinvolgente.

Domenica 13 ottobre

dalle ore 9.00 Angolo Terme  LEGGENDE A COLAZIONE “Salto degli sposi” – Passo della Presolana
Grazie al racconto di leggende e poesie locali, accompagnate da musica dal vivo, “Leggende a Colazione” sarà l’occasione per riscoprire la storia singolare di questo luogo. La località del Salto degli Sposi si raggiunge in circa 10 minuti dopo aver lasciato l’auto in prossimità del Passo della Presolana. é una breve passeggiata adatta a tutti.

dalle ore 9.00 Berzo Demo Viaggio nella Sonza, Poggio della Croce, Dos de l’ora
Subito dopo l’abitato di Monte percorreremo la strada comunale che, sul lato sinistro, si stacca dalla provinciale Cedegolo Cevo, e dopo circa un km raggiungeremo la località “Furna”. Il nostro percorso culturale inizia in quel punto e, tramite un giro ad anello, in un paesaggio reso magico dai colori autunnali, ci porterà a “Sonza”, dove potremo osservare le incisioni rupestri con la più alta concentrazione di caratteri camuno/etruschi. Successivamente camminando comodamente su un sentiero, arriveremo al Poggio della Croce e gusteremo il bellissimo panorama della Valle Camonica. A pochi metri di distanza incroceremo il “Sentiero della Memoria” e verremo a contatto con manufatti, piattaforme per mitragliatrici, gallerie e un Forte della prima della guerra mondiale. A questo punto ci incammineremo verso il rifugio Palam Palè dove potremo pranzare. Da qui inizia il nostro viaggio di rientro passando da “Dergio” dove sono impressi sul terreno i resti del più antico insediamento abitativo della Valsaviore. In cinque minuti torneremo al punto di partenza

Dalle ore 9.00 alle 21.00 Malegno Visita guidata al centro storico e al museo “le Fudine” a cura della Federazione Guide Turistiche Valle Camonica Orario visite: ore 14.00- ore16.00 ritrovo in Piazza Padre Zaccaria Casari DE GUSTIBUS Centro Storico di Malegno Piazza Padre Zaccaria Casari

dalle ore 15.00 Vezza d’Oglio – Spettacolo musicale: “La primavera tarda ad arrivare” – la guerra bianca e l’Adamello con Piergiorgio Cinelli ed Ivana Gatti; – esposizione di artisti locali; – visita libera alla Chiesa di San Clemente San Clemente: tra storia e cultura Zona Chiesa San Clemente Referenti e contatti Pro Loco di Vezza d’Oglio

Sabato 19 ottobre

Ore 14.00 Gorzone (in caso di maltempo, Sabato 26 ottobre) “Luine collina sacra: visita all’arte rupestre di valle camonica per celebrare il 40° del sito unesco” Parco comunale di Luine (Gorzone)
Il sito è tradizionalmente suddiviso in tre aree, ma la visita in programma prevede il percorso classico indicato proprio con il toponimo Luine. Un percorso ad anello in un ambiente naturale da cui si può osservare anche il fondo valle ed il percorso del fiume Oglio verso il Lago d’Iseo. Sulle rocce si potranno ad esempio vedere simboli come la “rosa camuna”
La partecipazione alla visita è gratuita, solo su prenotazione, fino ad esaurimento posti (Massimo 30 persone). é consigliato abbigliamento comodo.

dalle ore 14.00 Paspardo LA CASTAGNA Consorzio della castagna e centro storico Referenti e contatti
La castagna era un tempo l’alimento predominante (albero del pane) nell’alimentazione ed era utilizzata come importante merce di scambio con farina di mais e di frumento nella bassa bresciana. Dopo numerosi decenni di totale abbandono dei castagneti, in questi ultimi anni si sta riscoprendo l’interesse per questo frutto, grazie anche al Consorzio della Castagna di Valle Camonica che ha avviato una campagna di valorizzazione della coltura del castagno. L’attività operativa che questi svolge verte sul risanamento, il recupero e la valorizzazione economico- produttiva dei castagneti della Valle Camonica: la potatura risanante, di conservazione e di sviluppo dei castagni, l’innesto di varietà di notevole pregio e piantumazione di nuovi soggetti innestati in vivaio, la raccolta, l’acquisto, la selezione e la conservazione, oltre alla trasformazione delle castagne. Dalla castagna si diparte poi una filiera di prodotti principalmente dolciari per il contenuto di amido e zuccheri che questa possiede. Il comparto di lavorazione delle castagne e di trasformazione in derivati che il Consorzio ha sviluppato, è costituito da un polo produttivo che annovera vaglio, essiccatoio, sgusciatrice e mulino.

Ore 15.00 BORNO Pitoti de Buren Valzel de Undine Valzel de Undine è un vero tesoro archeologico situato lungo la vecchia strada che da Borno conduce al Convento dell’Annunciata. Pare che in epoca preistorica i nostri antenati si riunissero in questa località per compiere dei “riti sacri”: gli archeologi hanno rinvenuto una composizione monumentale di megaliti ascrivibili all’Età del Rame, tra cui il più conosciuto “Borno 1“, masso erratico, tornato ora nella sua sede originaria.
Questo masso trovato nel 1953 in riva al torrente, inizialmente venne portato nel Museo di Cividate Camuno (nel 1955) per essere poi trasferito a Milano (nel 1961), dove rimase esposto in piazza Duomo sino al 1965 e poi nel Museo Archeologico del capoluogo lombardo sino al 2005. Rientrato in Valle Camonica, venne collocato nel Museo Nazionale della Preistoria di Capo di Ponte e solo nel 2013 nel sito archeologico Valzel de Undine da dove era partito sessant’anni prima.

dalle ore 15.00 Vezza d’Oglio c/o Loc. San Clemente
Spettacolo musicale sulla Guerra Bianca e l’Adamello, esposizione di artisti locali, visita libera alla Chiesa di San Clemente e vin brulé con gli alpini.

Ore 20.30 Saviore dell’Adamello Passeggiata serale alla scoperta di Saviore dell’Adamello la storia racconta Piazza San Giovanni Un’occasione per rivivere la storia millenaria di un piccolo borgo di montagna ricco di curiosità e scorci davvero suggestivi, tutto questo raccontato da Daniela Rossi, guida turistica della federazione guide Valle Camonica, che ci narrerà storie e leggende che si tramandano da molti anni

Domenica 20 ottobre

dalle ore 9.00 Paspardo LA CASTAGNA Consorzio della castagna e centro storico Referenti e contatti
La castagna era un tempo l’alimento predominante (albero del pane) nell’alimentazione ed era utilizzata come importante merce di scambio con farina di mais e di frumento nella bassa bresciana. Dopo numerosi decenni di totale abbandono dei castagneti, in questi ultimi anni si sta riscoprendo l’interesse per questo frutto, grazie anche al Consorzio della Castagna di Valle Camonica che ha avviato una campagna di valorizzazione della coltura del castagno. L’attività operativa che questi svolge verte sul risanamento, il recupero e la valorizzazione economico- produttiva dei castagneti della Valle Camonica: la potatura risanante, di conservazione e di sviluppo dei castagni, l’innesto di varietà di notevole pregio e piantumazione di nuovi soggetti innestati in vivaio, la raccolta, l’acquisto, la selezione e la conservazione, oltre alla trasformazione delle castagne. Dalla castagna si diparte poi una filiera di prodotti principalmente dolciari per il contenuto di amido e zuccheri che questa possiede. Il comparto di lavorazione delle castagne e di trasformazione in derivati che il Consorzio ha sviluppato, è costituito da un polo produttivo che annovera vaglio, essiccatoio, sgusciatrice e mulino.

dalle ore 9.00 Vione Valle di Canè in e -bi k e Ritrovo a Canè frazione di Vione (zona parcheggi all’imbocco della mulattiera per la Valle di Canè)
Una delle più frequentate valli del settore lombardo del Parco dello Stelvio, la Val di Canè, è particolarmente apprezzata per le sue ricchezze naturalisti – che ed architettoniche, il dolce paesaggio e la relativa facilità con cui si avvista la fauna al – pina. È una valle sospesa, di chiara origine glaciale, breve ma piuttosto ampia e poco ri – pida. Canè, che le dà il nome, è una graziosa frazione di Vione – antico e nobile borgo – po – sta su un soleggiato terrazzo a ben 1500 metri di quota. Vi si giunge con la strada che sale dal fondovalle, poco prima di Temù, e passa per Vione. A Cortebona sorge un piccolo centro d’informazioni del Par – co Nazionale e un’interessante vecchia “calchera” ben ristrut – turata. Alla cava ci aspetta un bellissimo panorama sulla bas – sa Val di Canè, particolarmente suggestivo in autunno. La cava di marmo è stata utilizzata fino al 1964. Oggi sono ancora vi – sibili le pareti da cui veniva estratto il marmo. Gita con mountain bike elet – trica in valle di Canè lungo la mulattiera che conduce all’al – peggio Cortebona per poi proseguire in direzione Cava del Marmo. Per chi lo deside – ra, previa prenotazione entro il 17 Ottobre, saranno attive le seguenti convenzioni: noleg – gio di e-bike al prezzo di 20€ (Scuola Italiana di MTB Ada – mello Bike) e pranzo al risto – rante al prezzo di 20€ (Trattoria Cavallino, Canè).

Dalle ore 14.30 Niardo Ritrovo presso l’Oasi del Beato Innocenzo tra sacralità e lavoro Oasi del Beato Innocenzo Referenti e contatti Roberta Calzoni
Nella preziosa “Oasi del Beato” si trova la casa natale del Beato Innocenzo, nato a Niardo il 14 marzo del 1844. Proprio in occasione di “Del Bene e del Bello” sarà possibile visitare la casa museo. Nel cortile antistante sarà possibile conoscere ed osservare le tecniche di lavorazione artigiana tipiche del paese.

Ore 15.00 BRENO Ritrovo davanti alla chiesa Arte, storia e cultura nelle chiese più antiche di Breno Chiesa di San Valentino Situata nel cuore della Valle, la cittadina di Breno per secoli è stata il principale borgo camuno. La collina del Castello domina sui vicoli, le piazze, le ville storiche rendono il centro storico carico di fascino e le chiese custodiscono opere d’arte significative. San Valentino è il patrono della cittadina, che gli ha intitolato una chiesa dai tratti architettonici particolarmente interessanti, per secoli meta di pellegrinaggio. L’interno è decorato con affreschi che illustrano la devozione tradizionale della zona.

Sabato 26 ottobre

Ore 14.30 Berzo inferiore   inaugurazione con visita
Il museo “Il Velocipede – Museo storico della bicicletta” è situato in piazza Umberto I, nei locali dell’antica palazzina ex sede del Municipio comunale, dove ora sono custudite una serie di collezioni private con decine di mezzi d’epoca, con un corredo di grandi pannellature che rappresentano sia in maniera descrittiva che raffigurativa tutta l’evoluzione dei mezzi a due ruote, dalla nascita agli anni Ottanta del ventesimo secolo.

Dalle ore 17.30 Bienno DE COLORE. LEONARDO E L’INTERPRETAZIONE CONTEMPORANEA Casa degli artisti via Carotti Bienno Casa Valiga è un piccolo edificio dalla facciata rinascimentale che contiene elementi architettonici e soluzioni decorative di pregio. L’intonaco in facciata conserva tracce di una decorazione a losanghe. Il palazzetto, preceduto da un piccolissimo cortile acciottolato, era la sede commerciale e di rappresentanza del vicino palazzo ed apparteneva probabilmente ad una famiglia di mercanti. Infatti nel salone al piano nobile, sono state ritrovate due scritte la cui traduzione (“Il darsi da fare è madre delle ricchezze” e “Il suo danno è il tuo guadagno”) è un vero manifesto ideologico dell’attiva borghesia mercantile. Oggi Casa Valiga è di proprietà della Comunità Montana di Valle Camonica e, con la sua area espositiva e con i suoi laboratori, è a disposizione degli artisti del progetto “Borgo degli artisti” che soggiornano in Valle, grazie al progetto, per brevi periodi di tempo dando dimostrazione della propria maestria.

Domenica 27 ottobre

Ore 9.00 Berzo inferiore visita guidata Il velocipede – Museo storico della bicicletta Piazza Umberto I

Dalle ore 15.00 alle 19.00 Ono San pietro Ritrovo alle ore 14 in Piazza Roma “Il cuore delle case” alla scoperta degli antichi forni per la cottura del pane Sala delle cutura, piazza Roma Contatti Moira Troncatti Tel. 348 4595374 Comune Tel. 0364 434490 Grazie alla ricerca portata avanti dai comuni dell’Eco museo “Concarena montagna di luce”, anche Ono San Pietro ha potuto riscoprire l’esatta collocazione dei forni tradizionali utilizzati fino agli anni cinquanta del Novecento nelle case del centro storico. Durante la giornata verrà rimesso in funzione un forno, con dimostrazione della cottura del pane utilizzando le tecniche tradizionali.

Scopri il ricchissimo e dettagliato programma della rassegna

Il bramito dei cervi
Ott 12@8:00–17:30
Il bramito dei cervi @ Casa del Parco dell’Adamello di Vezza | Vezza d'Oglio | Lombardia | Italia

Il bramito dei cervi
Escursione faunistica per famiglie per ascoltare e, con un po’ di fortuna, osservare i cervi in amore.

Dal 22 settembre al 20 ottobre, con partenza alle ore 8:00 circa dalla Casa del Parco di Vezza e ritorno alle ore 17:30 circa.

– La partecipazione alle escursioni ed attività necessita di ISCRIZIONE OBBLIGATORIA presso la Casa del Parco dell’Adamello di Vezza d’Oglio, entro le ore 18.00 del giorno precedente l’attività (salvo esaurimento posti).

– Equipaggiamento: scarpe da trekking o scarponcini da montagna, zaino con pranzo al sacco per attività giornaliere per famiglie/bambini e merenda per attività pomeridiana bimbi, giacca a vento, borraccia, ombrellino, cappellino da sole.

– Costo attività: PASEGGIATE/ESCURSIONI PER FAMIGLIE ATTIVITÀ PER BAMBINI/RAGAZZI giornaliera adulti € 8.00 giornaliera € 8.00 a bambino/ragazzo giornaliera bambini < 14 anni € 6.00 ½ giornata € 5.00 a bambino/ragazzo giornaliera famiglie (2 adulti, 2 bambini) € 20.00 gratuità per bambini con età inferiore a 6 anni

In gita con il CAI Pezzo-Ponte di Legno
Ott 12@8:00–15:00
In gita con il CAI Pezzo-Ponte di Legno @ Ponte di Legno | Pezzo | Lombardia | Italia

Programma estivo proposte CAI Pezzo

Luglio

21 Luglio 2019 – Cima Payer (Sentiero dei Fiori) – ESCURSIONI ALPINISTICHE

Mercoledì 24 Luglio 2019 – Madonna di Campiglio – Giro dei 5 Laghi – ESCURSIONI “GROP”
Mercoledì 24 Luglio 2019 – Giro dei 5 Laghi – GITE PER RAGAZZI

Domenica 28 e Lunedì 29 Luglio 2019: Notte in tenda al Coleazzo – – GITE PER RAGAZZI

Agosto

03 e 04 Agosto 2019 – Cima Presanella (3558 m) – ESCURSIONI ALPINISTICHE

Sabato 10 Agosto 2019 – Street Boulder Ponte di Legno – Speciale bambini STREET BOULDER

Lunedì 12 Agosto 2019: Passo del Tonale – Meda – GITE PER RAGAZZI

17 Agosto 2019 – Corno dei Tre Signori (3360 m) – ESCURSIONI ALPINISTICHE

Mercoledì 21 Agosto 2019 – Cima Gaviola (Passo Gavia) – GITE PER RAGAZZI

Settembre

Sabato 14 Settembre 2019 – Rifugio Malga Mola – Festa della Porchetta – IN ALLEGRIA

Ottobre

11/12/13 Ottobre 2019: Trekking alle Cinque Terre – ESCURSIONI “GROP”

Domenica 20 Ottobre 2019 – Operazione Linge – LAVORIAMO INSIEME

Sabato 26 Ottobre 2019 – Cena Sociale -IN ALLEGRIA

Giornate FAI di autunno
Ott 12@9:00–21:00
Giornate FAI di autunno @ Brescia e provincia

Giornata FAI d’Autunno

Domenica 12 e 13 ottobre  torna l’appuntamento la Giornata FAI d’Autunno.

Le Giornate FAI d’Autunno compiono otto anni e sono più vitali che mai. Sono giovani perché animate e promosse proprio dai Gruppi FAI Giovani, che anche per quest’edizione hanno individuato itinerari tematici e aperture speciali che permetteranno di scoprire luoghi insoliti e straordinari in tutto il Paese.

Un weekend unico, irrepetibile, che sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 toccherà 260 città, coinvolte a sostegno della campagna di raccolta fondi del FAI “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva a ottobre.

Due giorni per sfidare la capacità degli italiani di stupirsi e cogliere lo splendore del territorio che ci circonda, invitando alla scoperta di 700 luoghi in tutta Italia, selezionati perché speciali, curiosi, originali o bellissimi.

 

Tutte le info su giornatefai.it

Passeggiata all’orto di Toscolano
Ott 12@9:30–12:15
Passeggiata all'orto di Toscolano @ Orto botanico Toscolano Maderno  | Toscolano Maderno | Lombardia | Italia

Passeggiata al Giardino Botanico “G.E Ghirardi” di Toscolano Maderno a Brescia. con visite guidate e degustazioni tematiche

L’Orto è dedicato prevalentemente alle piante medicinali, con una storia del tutto peculiare. Fondato nel 1964 dal proprietario della azienda farmaceutica Simes la cardioterapica, il professor Giordano Emilio Ghirardi, allo scopo di coltivare specie vegetali di diversa provenienza, si procurava i semi delle piante desiderate attraverso corrispondenti sparsi in tutto il mondo, acclimatava e coltivava anche in larga scala le specie utili e ne studiava i principi attivi. Alla scomparsa del fondatore, nel 1991, l’Orto è stato donato all’Università degli Studi di Milano e attualmente afferisce al Dipartimento di Scienze Farmaceutiche. Dato il clima relativamente mite del lago, all’esterno prosperano varie specie mediterranee, mentre internamente una nuova serra accoglie numerose specie esotiche. Ma si possono osservare anche specie appartenenti alla famiglia delle Solanaceae,ApocynaceaeApiaceaeLamiaceae e delle Rutaceae.

 

La Rete degli Orti Botanici della Lombardia è dunque una piacevole alternativa alla classica passeggiata in montagna o alla tintarella al lago per ritrovare una piacevole sensazione di serenità e leggerezza, “chiacchierando” con fiori, arbusti e piante. E per (re)innamorarsi follemente della natura.

 

Per la stagione 2019 sono in programma:

– aperitivi biologici tutti i giovedì mattina dalle 9.30 alle 12.15: visite guidate all’orto con focus sulle specie botaniche  con degustazioni di bibite biologiche

– appuntamenti culturali il sabato mattina dalle 9.30 alle 12.15 con visite guidate all’orto con focus sulle colture locali con degustazioni tematiche

 

Per la partecipazione è richiesto un contributo di 5€

Prenotazione necessaria

Visit Brescia
Ott 12@10:00–11:00
Visit Brescia @ partenza Infopoint Centro | Brescia | Lombardia | Italia

A Brescia le guide turistiche cittadine garantiscono un servizio di visite guidate alla città e al complesso del Museo di Santa Giulia , in italiano e/o inglese, senza obbligo di prenotazione.

Le visite partono ogni sabato dall’Infopoint Centro di via Trieste/angolo piazza Paolo VI alle ore 10:00.

Il costo è di € 5 a persona + ingresso ridotto al Museo Santa Giulia: € 7,50 adulti, € 5,50 sopra i 65 anni, sotto i 18 anni e studenti universitari.

I ragazzi di età inferiore ai 14 anni accompagnati da un adulto sempre gratis

Caravaggio experience
Ott 12@11:00–21:00
Caravaggio experience @ Castello di Desenzano

Un viaggio esplorativo che porta alla scoperta delle tecniche, dei temi e dei segreti di uno dei più grandi innovatori della storia dell’arte: Caravaggio.

Una spettacolare videoinstallazione immerge il pubblico in cinquantotto opere e nella vita di Michelangelo Merisi attraverso un’intensa esperienza esteica, emotiva e sensoriale

Per  cinquanta minuti i visitatori prenderanno parte a uno spettacolo fatto di proiezioni, musiche e fragranze olfattive, in un’esperienza cangiante e interattiva dell’opera d’arte.

I capolavori di Caravaggio, destrutturati e variamente ricomposti, potranno essere ammirati nella loro interezza e nei dettagli più minuti grazie a una tecnologia in alta definizione che restituisce immagini nitide e cristalline, esaltando i colori, le luci e i più minuscoli dettagli.

La videoinstallazione è divisa in sezioni e ciascuna di esse indagherà un tema “caravaggesco”:

  • ricostruzione degli studi sulla luce
  • analisi dei processi compositivi
  • la rappresentazione della natura e della violenza
  • tour virtuale nei luoghi della vita del pittore.

Ecco un’anteprima tratta dalle esperienze già realizzate a Roma, Torino, Rimini e Città del Messico⇓

 

Costo:

Biglietto intero : 12€
Biglietto Residenti a Desenzano: 10€
Biglietto famiglia (2 adulti + almeno 1 bambino) : 22€
Biglietto ridotto over 65 e under 25 : 10€
Biglietto bambini 5-14 anni: 5€
Bambini fino a 5 anni; disabili con un accompagnatore : gratuito
Bambini fino a 14 anni residenti : gratuito

Alla scoperta della Rocca d’Anfo
Ott 12@14:00–18:00
Alla scoperta della Rocca d'Anfo @ Rocca d'Anfo | Anfo | Lombardia | Italia

Alla scoperta della Rocca d’Anfo
Ogni weekend è possibile visitare lo straordinario complesso militare-architettonico, uno dei monumenti storici più significativi del territorio bresciano. L’iniziativa è frutto della collaborazione fra Regione Lombarda, Comunità montana di Valle Sabbia e Comune di Anfo (Brescia)

Le visite guidate sono gestite dal Gruppo Azione Locale Garda-Valsabbia. Una guida specializzata accompagna gruppi di 30 persone in un percorso a piedi di circa 4 ore, che permette di scoprire in tutta sicurezza l’articolato complesso militare. Il percorso è stato arricchito e ampliato: le visite partiranno dal Comune di Anfo, includendo la passeggiata a lago che da Anfo porta alla Rocca. Tale collegamento faceva a suo tempo parte del complesso, tanto che è ancora possibile vedere i resti del percorso fortificato.

La visita richiede attrezzatura adeguata per un percorso di 4 ore in montagna (scarponcini, felpa, K-way, torcia e acqua) e si terrà anche in caso di maltempo in quanto gran parte del percorso si svolge all’interno di edifici

Durante la prenotazione della visita è possibile indicare la propria preferenza di orario, compatibilmente con le esigenze logistiche dell’organizzazione.
Le visite verranno effettuate con un minimo di 14 partecipanti adulti.

Visita completa:
• Biglietto adulto: 10 €
• Biglietto Bambino (5-15 anni): 5 €
• Ingresso gratuito per bambini sotto i 5 anni

Visita breve:
• Biglietto adulto: 8 €
• Biglietto Bambino (5-15 anni): 4 €
• Ingresso gratuito per bambini sotto i 5 anni

Giocodimani – Arte&Nutella
Ott 12@14:15–16:30
Giocodimani - Arte&Nutella @ Officina Creativa Il Nano e la Mela | Gussago | Lombardia | Italia

ARTE E NUTELLA

Sabato 12 Ottobre
Andiamo in un posto magico ricco di colori e materiali, tante sculture curiose che ci racconteranno storie fantastiche!

Siete tutti invitati, bambini e adulti, a partecipare gratuitamente a questo meraviglioso appuntamento!

Partecipazione Gratuita!!
È gradita la prenotazione.

Ritrovo ore 14.15

Scopri di più su Gioco di Mani

Visita guidata in LIS
Ott 12@15:00–17:00
Visita guidata in LIS @ Castello di Padernello | Padernello | Lombardia | Italia

Il Castello di Padernello è accessibile alle persone sorde grazie alle visite guidate condotte in Lingua dei Segni Italiana (LIS).

Si scopriranno la storia e i segreti del maniero quattrocentesco, si attraverseranno le antiche stanze e si visiterà la mostra eventualmente in corso grazie ad un’operatrice culturale museale, Silvia Moretti, segnante bilingue (italiano/LIS).

L’iniziativa è realizzata con il contributo di Cultura Sostenibile, bando della Fondazione Cariplo.

Orario:
Visita guidata dalle 15:00 alle 17:00.

La visita è dedicata a sordi e udenti segnanti fino ad un massimo di 20 persone.
La prenotazione della visita è obbligatoria.

È possibile tuttavia visitare il Castello di Padernello con guida in LIS anche al di fuori delle date prestabilite; anche in questo caso la prenotazione è obbligatoria.

Costi
Adulti: € 7,00.
Minori di anni 12: gratuito.

Alimenti.amo
Ott 12@16:00–19:00
Alimenti.amo @ Ambiente Parco | Brescia | Lombardia | Italia

Alimenti.amo Wonder.Food.World

è il nuovo percorso espositivo di AmbienteParco sull’alimentazione sostenibile realizzato in collaborazione con il Comune di Brescia. In linea con le tematiche Expo2015 e le sue modalità operative, Alimenti.amo si inserisce nella mission di AmbienteParco e in piena complementarietà con i percorsi precedenti.

Alcuni dei temi trattati:

alimenti.amo la salute: l’apparato digerente,  i 5 sensi
alimenti.amo le risorse: suolo aria acqua tempo e lavoro, il land grabbini, i paesaggi del cibo, la filiera agroalimentare, la piramide alimentare/ambientale
alimenti.amo il consumo consapevole: gli imballaggi, la biodiversità, le proteine della soia, la pesca e il consumo sostenibile di pesce in Natur.acqua, materiali e metodi di cottura nella Casa Eco.Logica

Natur.acqua e Gioco.Lab
Ott 12@16:00–19:00
Natur.acqua e Gioco.Lab @ Ambiente Parco | Brescia | Lombardia | Italia

Percorso guidato della durata di circa 90 minuti alla scoperta dell’acqua in tutte le sue forme, dell’uso consapevole dell’acqua, del risparmi dell’acqua, del trasporto dell’acqua…Esposizione Natur.acqua

All’interno della mostra  è aperta la sala gioco.lab “gioca con l’acqua e il sapone” : bolle di sapone, vortici d’acqua, fai funzionare una centrale idroelettrica, gioca con l’acqua.

Una mostra interattiva permanente sull’acqua in tutte le sue forme, come risorsa naturale, in rubinetto o in bottiglia, acqua virtuale, acqua nel mondo, inquinamento…

Parte del percorso si svolge nell’acquario e parte sotto il lago che può essere ammirato attraverso undici vetrate subacque.

TARIFFA UNICA DI INGRESSO VALIDA PER TUTTE LE ESPOSIZIONI

Intera: € 7
Ridotta: € 5 per convenzioni, minori di 25 anni e maggiori di 65 anni
Convenzioni: Più la Feltrinelli, Chiara a2a, MondoParchi, COOP, Teatro telaio,
Famiglia con due genitori con bambini: €14 due genitori con figli (max. 14 anni)
Famiglia con un genitore con bambini: € 7 un genitore con figli (max 14 anni)

TARIFFA DI INGRESSO PER GIOCA CON L’ACQUA E TUNNEL SUBACQUEO:

Esplorazione Gioca con l’acqua e Tunnel subacqueo: € 2

Oppure visita le altre esposizioni di AmbienteParco

⇒ Durante il mese di Agosto il percorso-esposizione Natur.Acqua non è attivo.
Resta invece attiva la sala Gioco.lab e la possibilità di osservare l’acquario

Alla scoperta di Brescia (dall’Infopoint)
Ott 12@17:00–23:30

11 incontri dedicati a storia, cultura e turismo della nostra città, per scoprire e riscoprire insieme le curiosità e i segreti di Brescia!

7 aprile – ore 15.o0 ALLA SCOPERTA DELLA MIA CITTÀ! Una visita guidata nei luoghi simbolo della nostra città, pensata per giovani curiosi! Per bambini dai 6 ai 12 anni. In collaborazione con Il Mosaico

27 aprile – 0re 18.30  DIETRO LE QUINTE Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo Incontri “extraordinari” con artisti, scenografi, addetti ai lavori delle realtà culturali della nostra città, per conoscere i segreti delle rassegne teatrali e museali bresciane! Interviene il Maestro Pier Carlo Orizio, direttore artistico del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo. Modera Andrea Lombardi, speaker e conduttore di Radio Bresciasette

4 maggio – ore 9.30 GUIDA PER UN GIORNO Qual è il ruolo della guida turistica? Come ci si prepara? Un laboratorio didattico dedicato agli istituti scolastici ad indirizzo turistico della città che visiteranno il centro di Brescia accompagnati dai professionisti del settore. Per le scuole. In collaborazione con Arteconnoi.

25 maggio – ore 18.00 QUATTRO CHIACCHIERE DAVANTI AL DUOMO “Passeggiate letterarie a Brescia” Una breve conversazione per scoprire e riscoprire Brescia con gli occhi della grande letteratura: un itinerario tra storia, arte, monumenti e luoghi simbolo della città, sulle orme di grandi poeti e scrittori. Interviene Fabio Larovere, direttore artistico di Cieli Vibranti, giornalista e scrittore

9 giugno – ore 15.00 BRESCIA SOSTENIBILE Da Piazza Duomo all’Infopoint, alla scoperta della sostenibilità ambientale attraverso giochi e allestimenti dedicati ai più piccoli! Per bambini dai 6 ai 12 anni. In collaborazione con AmbienteParco

14 giugno ore 20.30 BRESCIA BY NIGHT Una visita guidata nel centro storico di Brescia vista da una prospettiva insolita: “by night”! Per tutti, fino ad esaurimento posti. Prenotazioni in Infopoint. In collaborazione con BresciaStory

21 settembre – ore 15.00 BRESCIA SOSTENIBILE Da Piazza Duomo all’Infopoint, alla scoperta della sostenibilità ambientale attraverso giochi e allestimenti dedicati ai più piccoli! Per bambini dai 6 ai 12 anni. In collaborazione con AmbienteParco.

28 settembre -ore 18.00 QUATTRO CHIACCHIERE DAVANTI AL DUOMO “Brescia, i luoghi della musica” Dal Rinascimento di Luca Marenzio al Novecento di Arturo Benedetti Michelangeli e Giancarlo Facchinetti: una breve conversazione che ripercorre le tappe storiche e geografiche del legame tra la città di Brescia e la grande musica. Interviene Fabio Larovere, direttore artistico di Cieli Vibranti, giornalista e scrittore

5 ottobre – ore 20.30 INFOPOINT IN MUSICA! Improvvisazioni musicali a cura di Chardonnay Dixieland Band: dalle atmosfere musicali dei fumosi locali della New Orleans degli anni ’20 ai pezzi italiani degli anni ‘40 e ai classici dello Swing!

12 ottobre – ore 17.00 DIETRO LE QUINTE Centro Teatrale Bresciano Incontri “extraordinari” con artisti, scenografi, addetti ai lavori delle realtà culturali della nostra città, per conoscere i segreti delle rassegne teatrali e museali bresciane! Presentazione della stagione teatrale 2019/2020 del Centro Teatrale Bresciano. Modera Andrea Lombardi, speaker e conduttore di Radio Bresciasette.

19 ottobre – ore 17.00 DIETRO LE QUINTE Fondazione Teatro Grande Incontri “extraordinari” con artisti, scenografi, addetti ai lavori delle realtà culturali della nostra città, per conoscere i segreti delle rassegne teatrali e museali bresciane! Interviene la Dott.ssa Fiorella Memo di Fondazione Teatro Grande di Brescia. Modera Andrea Lombardi, speaker e conduttore di Radio Bresciasette.

Infopoint-in-Musica-5-ottobre

Ott
13
Dom
2019
Del bene e del Bello
Ott 13 giorno intero

Del bene e del Bello

Giornate del Patrimonio Culturale della Vallecamonica e della Valle dei Segni

La quindicesima edizione di “Del Bene e del Bello. Giornate del patrimonio culturale della Valle Camonica, la Valle dei Segni” promette un mese ricco d’appuntamenti. Come il nastro che si avvolge attorno alla copertina dell’opuscolo, così il “bene” ed il “bello” – binomio nel quale la valle ha imparato a riconoscersi – del nostro territorio si svolgeranno lungo tutto ottobre 2019, addobbandolo a festa con le iniziative dei 43 Comuni aderenti, del Distretto Culturale di Valle Camonica e delle associazioni partecipanti.

In particolare…

Sabato 5 ottobre

dalle ore 10.00 Monno RISCOPRIRE LE TRADIZIONI Monno, intersezione via Imavilla –via Roma
In questa giornata verranno seminati la segale e altri prodotti adatti per il periodo e la raccolta delle patate, essendo queste il prodotto caratteristico di Monno. Quest’anno si inizierà con la raccolta, ma riserveremo un angolo nell’orto per poter fare poi la semina in maggio. Questo progetto è nato per far scoprire alle nuove generazioni l’importanza del saper coltivare la terra e promuovere la qualità di questi prodotti. La segale (Secale cereale L.), detta anche segala, è un cereale di montagna che si adatta bene come l’avena anche ad altitudini elevate e resiste ai climi freddi; cresce in terreni difficili e poveri (steppa, brughiera) e matura in fretta.
La segale invernale “grande segale” viene seminata in luglio-agosto e raccolta il settembre dell’anno successivo con un ciclo di crescita di 13- 14 mesi e un raccolto biennale (“riposo d’altitudine”); la “segale dormiente” è seminata in ottobre prima del gelo.

dalle ore 14.00 Artogne   – LIBRIAMOCI CON LA FANTASIA – Museo della stampa “Lodovico Pavoni” via Concordia
All’interno del museo della stampa di Artogne, di cui ricorre il decennale dell’apertura (2009), verrà allestita una mostra di libri di Gianni Rodari, per celebrare il centenario della sua nascita (2020). La mostra sarà la prima di una serie di iniziative culturali che proseguiranno fino a maggio 2020, e che coinvolgeranno anche le scolaresche e le associazioni del territorio.

Ore 14.30 Cedegolo laboratorio “Dal ceppo al gioco”

Ore 14.30 Pisogne Grignaghe tra storia e leggende
Ritrovo al parcheggio di Grignaghe – via Imavilla Grignaghe, frazione di Pisogne Referenti e contatti Rosanna Romele – Biblioteca comunale Tel. 0364 880856 uff.cultura@comune.pisogne.bs.it La frazione di Grignaghe, posta ai margini dei siti minerari della valle del Trobiolo, lungo la Strada del Ferro che collegava alla Val Trompia, ha un’origine sicuramente molto antica. Ciò che caratterizza il borgo è la presenza di sculture medievali in arenaria rossa forse riconducibili al periodo longobardo. Oltre alle testimonianze materiali, il paese conserva echi di antiche leggende custodite dalla memoria popolare e legate ai luoghi attraverso i quali si snoda il percorso. Dal Döch della Caccia Morta ai Morcc de l’Albaret (il cimitero degli appestati del Seicento) passando dalla grotta della strega Madrassa

Dalle ore 15.00 Ponte di Legno Pontedilegno bombardata e risorta. visita al percorso multimediale Centro storico di Ponte di Legno
Partenza percorso c/o infopoint corso milano 37
Visita al percorso multimediale nel centro storico di Ponte di Legno attraverso le fotografie storiche dell’abitato scattate durante il bombardamento avvenuto il 27 settembre 1917 nel corso della prima guerra mondiale. Visita organizzata dalla Proloco Ponte di Legno in collaborazione con la Società Storica e Antropologica di Valle Camonica

dalle ore 15.30 Sellero A perdita d’occhio – il finissage
Ex fornaci – Centro 3T Via Scianica 6 Sellero Vasca SEB Parco tematico Via Ruch Novelle di Sellero Il parco Vasca SEB è l’ex vasca di carico dell’acqua della Società Elettrica Bresciana, usata per alimentare la centrale idroelettrica di Cedegolo, costruita con questa nel 1910. Allestito da Associazione P.I.R. è divenuto un percorso multisensoriale e museale che permette di esplorare pozzi e condotte forzate attraverso un sistema di passerelle in legno; location di eventi d’arte contemporanea è sito di partenza di escursioni. Dal 2017 vi è nato un piccolo centro di orto-terapia. Le ex fornaci da calce di Sellero sono ciò che rimane di un sito produttivo che inizia l’attività negli anni Venti del Novecento, grazie all’utilizzo dell’energia idroelettrica, sfruttando il calcare della Concarena. Oggi centro culturale ha un allestimento museale a congegni ottici 3D, è sede dell’orto verticale in lana (quest’anno inattivo) e di molte attività e sperimentazioni legate alla fruizione del paesaggio attraverso lo sport e l’arte contemporanea. Programma: 15:30/16:30 Visita guidata al sito e all’esposizione presso Vasca Seb 17:00/18:00 Visita guidata al sito e all’esposizione presso ex fornaci- Centro 3t 18:00 presentazione catalogo dell’esposizione Nel corso della giornata nel centro storico dell’abitato sarà fruibile la manifestazione Sapori d’autunno.

Ore 20.30 Cedegolo incontro “I custodi dell’acqua. Storie di lavoro, vita e montagna”

Domenica 6 ottobre

Alle ore 8.30 Loveno Trekking minerario lungo i sentieri dei minatori Complesso minerario di Traversagna e Gaviera
Ritrovo presso il parcheggio nella frazione di Loveno Si consigliano scarponcini da trekking e abbigliamento adatto ad ambienti umidi e a temperature medio-basse (10°C). In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a domenica 13 ottobre.
Notizie dei borghi di Paisco e Loveno prima dell’XI secolo non si hanno con certezza, ma la ricchezza in zona di minerali di ferro avrebbe attratto in valle una notevole attività di carbonai e minatori fin da epoca precedente l’anno Mille. Dal XV secolo troviamo documenti cronologici riguardanti l’attività di estrazione e coltivazione del minerale. Dal 1840 in valle c’è un grande cambiamento: entra in scena il grande industriale Andrea Gregorini, che riunisce tutte le piccole miniere prima divise tra tanti proprietari in un’unica ditta. Il Gregorini introduce il lavoro minorile sfruttando la struttura fisica dei bambini per i piccoli cunicoli, porta le miniere ad imprese di grandi dimensioni aumentando la quantità di lavoro, costruisce la teleferica che dalle miniere di Traversagna e Gaviera conduceva il minerale a Forno Allione per la fusione. Al Gregorini subentrerà nel 1937 l’ILVA; durante la gestione di questa società molti furono gli incidenti e infortuni in miniera. Successivamente, nel 1940 succederà Ferromin che sarà l’ultima società presente; il 30 novembre 1943 ci sarà la chiusura definitiva. Vogliamo con questa visita mostrare un bene storico e nel contempo rendere omaggio a chi, con fatiche e rischiando la propria vita, ci ha lasciato queste gallerie simbolo di operosità, sacrificio e fonte di vita per Paisco Loveno.

dalle ore 9.30 Saviore dell’Adamello a spasso nella natura Partenza dalla piazza municipale di Valle e arrivo all’agriturismo Cà Noa di Saviore Si partirà da Valle, passando per Ponte per arrivare come meta finale a Saviore; durante la passeggiata sarà possibile riconoscere diverse tipologie di piante e fiori da utilizzare in cucina e altre con proprietà mediche. Tutto ciò avverrà con la presenza di esperti nel settore che ci spiegheranno come impiegare le piante che incontreremo lungo il percorso, che si concluderà con un ottimo pranzo di degustazione presso l’agriturismo “Ca Noa”; la cucina ci proporrà qualcosa di tipico cucinato rigorosamente secondo la tradizione. Il percorso è su strada sterrata e non è molto impegnativo: 3/4KM in leggera salita. Una volta arrivati a Saviore, ci sarà la possibilità di prendere il bus-navetta e tornare a Valle per recuperare l’auto

dalle ore 14.00 Cedegolo MUSIL– MUSEO DELL’ENERGIA IDROELETTRICA DI VALLECAMONICA MUSIL – MUSEO DELL’ENERGIA IDROELETTRICA DI VALLECAMONICA Via Roma, 48 – Cedegolo Il percorso espositivo è concepito come esperienza multisensoriale ed interattiva. Gli allestimenti del Museo sollecitano infatti un coinvolgimento fisico-razionale-emotivo: corpo, testa, cuore lavoreranno insieme per spiegare la magica trasformazione di una goccia d’acqua in energia elettrica, con tutte le sue affascinanti coincidenze e conseguenze. Seguendo il “percorso dell’acqua”, dal suo formarsi nell’atmosfera al suo precipitare sulla terra, condensarsi in ghiaccio, raccogliersi nei laghi alpini, essere imbrigliata in dighe artificiali per poi arrivare nella Centrale Idroelettrica, dove si trasforma in elettricità, sarà possibile immergersi nelle storie e nella cultura custodita dal luogo. Si ripercorrerà così l’epopea dei grandi lavori idroelettrici, la storia della costruzione di bacini, condotte, canali e opere idrauliche; si vedrà e comprenderà il funzionamento delle macchine che trasformano il movimento prodotto dall’acqua in elettricità, nonché si indagheranno gli utilizzi, la gestione e i sistemi di distribuzione.

Dalle ore 15.00 Braone Ritrovo presso le scuole elementari STORIA E ATTUALITà DI UN PAESE IN EVOLUZIONE
Il racconto del borgo, con la visione di tre documentari realizzati dalla trasmissione Geo&Geo di RAI3, che raccontano molto bene l’anima del nostro paese. Completerà la trilogia il documentario, sempre tratto dalla prestigiosa trasmissione Geo&Geo, che raconta la storia di un edificio, posto ai margini del centro storico di Braone, una vecchia segheria risalente al periodo della dominazione veneziana, che riconvertita in abitazione, è divenuta un laboratorio di progettazione e applicazione delle tecniche di riciclo e riuso dei materiali in edilizia. Successivamente porteremo i visitatori attraverso le piccole viuzze del centro storico, dove potranno ammirare gli antichi portali in pietra che davano accesso alle corti e le fontane, sempre in pietra. Questo percorso li accompagnerà alla “Casa Torre Bonfadini”, antica dimora dei conti Ronchi, oggi trasformata in sala concerti, dove ha sede il prestigioso Concorso internazionale per giovani musicisti “Rizzardo Bino”. Qui gli ospiti potranno assistere a un piccolo concerto di musica da camera con i musicisti di casa torre Bonfadini, per terminare il pomeriggio assaporando i prodotti dell’antico forno del ‘400 inserito all’interno della storica corte dei conti Ronchi.

Sabato 12

Fiera-di-San-Michele_vezza-oglio-2019 dalle ore 9.00 alle 16.00 VEZZA d’Oglio c/o Via del Piano TRADIZIONALE FIERA DI S. MICHELE | Esposizione di animali, vendita prodotti locali, dimostrazione di lavorazione del latte, bancarelle commerciali, convegno e menù a tema.

 dalle ore 19.30 Vezza d’Oglio c/o Centro Eventi Adamello L’ANTICA e TRADIZIONALE “CENA DEL MAIALE” | Cena tipica su prenotazione, serata danzante ed estrazione sottoscrizione a premi

Ore 15.00 BRENO inaugurazione CONVEGNO ISTA 2019: «STREGONERIA NELLE ALPI. MALEFICI, PROCESSI, INQUISITORI E ROGHI».
Palazzo della Cultura di Breno La società storica e antropologica di Valle Camonica organizza per il giorno 12 ottobre 2019 a Breno la nona edizione degli incontri per lo studio delle tradizioni alpine (i.s.t.a.). L’argomento dell’incontro sarà «Stregoneria nelle alpi. Malefici, processi, inquisitori e roghi». Il convegno, gratuito e aperto a tutti, intende illustrare con uno sguardo interdisciplinare alcune manifestazioni di stregoneria (definita come accusa di presunta attività di magia a danno degli altri per scopi privati o rituali) nell’arco alpino tra l’età medievale e quella moderna. La scelta del tema oggetto dell’incontro ISTA 2019 è legata alla ricorrenza dei 500 anni dai roghi per stregoneria in Valle Camonica, avvenuti nel 1518. A seguito del convegno Società Storica e Antropologica di Valle Camonica intende pubblicare un volume contenente i contributi raccolti.

Ore 15.00 BRENO Ritrovo davanti alla chiesa Arte, storia e cultura nelle chiese più antiche di Breno Chiesa di San Valentino Situata nel cuore della Valle, la cittadina di Breno per secoli è stata il principale borgo camuno. La collina del Castello domina sui vicoli, le piazze, le ville storiche rendono il centro storico carico di fascino e le chiese custodiscono opere d’arte significative. San Valentino è il patrono della cittadina, che gli ha intitolato una chiesa dai tratti architettonici particolarmente interessanti, per secoli meta di pellegrinaggio. L’interno è decorato con affreschi che illustrano la devozione tradizionale della zona.

giorchi-autunno-cividate-cammuno-bene-bello-2019Dalle ore 15.00 alle 16.30 Cividate Camuno GIOCHI D’ AUTUNNO ALL’ANFITEATRO Parco archeologico del teatro e anfiteatro Un pomeriggio con pony e carretto alla scoperta della Valle Camonica romana. L’evento organizzato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Bergamo e Brescia, dal Comune di Cividate Camuno – Commissione biblioteca e dalla Pro Loco cividatese è dedicato ai più piccoli. Il Parco Archeologico del Teatro e dell’Anfiteatro di Cividate Camuno si estende su una superficie di circa 20.000mq nella parte settentrionale dell’antica Civitas Camunnorum, capoluogo politico e amministrativo della Valle Camonica in epoca romana. Inaugurato nel marzo del 2003 al termine di un lungo e complesso intervento di scavo, restauro e valorizzazione, esso offre un eccezionale spaccato monumentale della città antica. All’interno si conservano i resti di un anfiteatro (riportato interamente alla luce nelle strutture perimetrali) e di un teatro (oggi visibile per un terzo del totale, per il resto sepolto sotto un giardino e un’abitazione privati). Completa il complesso una serie di edifici e di ambienti di servizio, tra i quali un sacello e delle piccole terme. Si tratta di uno degli edifici da spettacolo romani meglio conservati di tutta l’Italia Settentrionale.

ore 15.00 Saviore dell’Adamello Il fascino del lavoro artigianale Valle di Saviore – Botteghe artigiane
Il lavoro di un artigiano spesso viene poco considerato, forse a causa dei ritmi elevati che caratterizzano la nostra società; con questo evento vorremmo ridonare valore alla lentezza, alla cura dei particolari. Lo vogliamo fare dando importanza al lavoro dell’artigiano che da un pezzo di legno realizza vere e proprie opere d’arte. Quello che vorremmo maggiormente sarebbe avvicinare i più piccoli a questa realtà dando loro la possibilità di provare da vicino a lavorare a fianco di un artigiano con pazienza e impegno realizzando, attraverso un vero e proprio laboratorio, un ricordo di una giornata vissuta “indietro nel tempo”. Il laboratorio è aperto ai bambini dai 6 ai 13 anni al costo di 5 euro l’uno.

 

metti-una-notte-un-libro-seradina
Dalle ore 20.00 Capo di Ponte METTI UNA NOTTE UN LIBRO…A PASSEGGIO CON IL “BARONE RAMPANTE” DI ITALO CALVINO NEL PARCO DI SERADINA
Parco archeologico comunale di Seradina-Bedolina Capo di Ponte
Il Parco Archeologico Comunale di Seradina-Bedolina viene istituito nel 2005 e raccoglie al proprio interno rocce incise a cavallo dell’Età del Bronzo (2000 a.C) e dell’Età del Ferro (1000 a.C). Oltre che un Parco Archeologico, quest’area può ben essere definita una piccola nicchia naturalistica: il Parco rappresenta infatti anche un piccolo ecosistema. Il microclima che lo caratterizza ha permesso a particolari specie vegetali, come l’Opuntia Compressa (un fico d’India nano dalle infiorescenze gialle e frutti rossi) di trovare il proprio habitat ideale. Posto in posizione panoramica il Parco permette al visitatore di apprezzare il fascino dell’arte rupestre in un contesto “magico” e coinvolgente.

Domenica 13 ottobre

dalle ore 9.00 Angolo Terme  LEGGENDE A COLAZIONE “Salto degli sposi” – Passo della Presolana
Grazie al racconto di leggende e poesie locali, accompagnate da musica dal vivo, “Leggende a Colazione” sarà l’occasione per riscoprire la storia singolare di questo luogo. La località del Salto degli Sposi si raggiunge in circa 10 minuti dopo aver lasciato l’auto in prossimità del Passo della Presolana. é una breve passeggiata adatta a tutti.

dalle ore 9.00 Berzo Demo Viaggio nella Sonza, Poggio della Croce, Dos de l’ora
Subito dopo l’abitato di Monte percorreremo la strada comunale che, sul lato sinistro, si stacca dalla provinciale Cedegolo Cevo, e dopo circa un km raggiungeremo la località “Furna”. Il nostro percorso culturale inizia in quel punto e, tramite un giro ad anello, in un paesaggio reso magico dai colori autunnali, ci porterà a “Sonza”, dove potremo osservare le incisioni rupestri con la più alta concentrazione di caratteri camuno/etruschi. Successivamente camminando comodamente su un sentiero, arriveremo al Poggio della Croce e gusteremo il bellissimo panorama della Valle Camonica. A pochi metri di distanza incroceremo il “Sentiero della Memoria” e verremo a contatto con manufatti, piattaforme per mitragliatrici, gallerie e un Forte della prima della guerra mondiale. A questo punto ci incammineremo verso il rifugio Palam Palè dove potremo pranzare. Da qui inizia il nostro viaggio di rientro passando da “Dergio” dove sono impressi sul terreno i resti del più antico insediamento abitativo della Valsaviore. In cinque minuti torneremo al punto di partenza

Dalle ore 9.00 alle 21.00 Malegno Visita guidata al centro storico e al museo “le Fudine” a cura della Federazione Guide Turistiche Valle Camonica Orario visite: ore 14.00- ore16.00 ritrovo in Piazza Padre Zaccaria Casari DE GUSTIBUS Centro Storico di Malegno Piazza Padre Zaccaria Casari

dalle ore 15.00 Vezza d’Oglio – Spettacolo musicale: “La primavera tarda ad arrivare” – la guerra bianca e l’Adamello con Piergiorgio Cinelli ed Ivana Gatti; – esposizione di artisti locali; – visita libera alla Chiesa di San Clemente San Clemente: tra storia e cultura Zona Chiesa San Clemente Referenti e contatti Pro Loco di Vezza d’Oglio

Sabato 19 ottobre

Ore 14.00 Gorzone (in caso di maltempo, Sabato 26 ottobre) “Luine collina sacra: visita all’arte rupestre di valle camonica per celebrare il 40° del sito unesco” Parco comunale di Luine (Gorzone)
Il sito è tradizionalmente suddiviso in tre aree, ma la visita in programma prevede il percorso classico indicato proprio con il toponimo Luine. Un percorso ad anello in un ambiente naturale da cui si può osservare anche il fondo valle ed il percorso del fiume Oglio verso il Lago d’Iseo. Sulle rocce si potranno ad esempio vedere simboli come la “rosa camuna”
La partecipazione alla visita è gratuita, solo su prenotazione, fino ad esaurimento posti (Massimo 30 persone). é consigliato abbigliamento comodo.

dalle ore 14.00 Paspardo LA CASTAGNA Consorzio della castagna e centro storico Referenti e contatti
La castagna era un tempo l’alimento predominante (albero del pane) nell’alimentazione ed era utilizzata come importante merce di scambio con farina di mais e di frumento nella bassa bresciana. Dopo numerosi decenni di totale abbandono dei castagneti, in questi ultimi anni si sta riscoprendo l’interesse per questo frutto, grazie anche al Consorzio della Castagna di Valle Camonica che ha avviato una campagna di valorizzazione della coltura del castagno. L’attività operativa che questi svolge verte sul risanamento, il recupero e la valorizzazione economico- produttiva dei castagneti della Valle Camonica: la potatura risanante, di conservazione e di sviluppo dei castagni, l’innesto di varietà di notevole pregio e piantumazione di nuovi soggetti innestati in vivaio, la raccolta, l’acquisto, la selezione e la conservazione, oltre alla trasformazione delle castagne. Dalla castagna si diparte poi una filiera di prodotti principalmente dolciari per il contenuto di amido e zuccheri che questa possiede. Il comparto di lavorazione delle castagne e di trasformazione in derivati che il Consorzio ha sviluppato, è costituito da un polo produttivo che annovera vaglio, essiccatoio, sgusciatrice e mulino.

Ore 15.00 BORNO Pitoti de Buren Valzel de Undine Valzel de Undine è un vero tesoro archeologico situato lungo la vecchia strada che da Borno conduce al Convento dell’Annunciata. Pare che in epoca preistorica i nostri antenati si riunissero in questa località per compiere dei “riti sacri”: gli archeologi hanno rinvenuto una composizione monumentale di megaliti ascrivibili all’Età del Rame, tra cui il più conosciuto “Borno 1“, masso erratico, tornato ora nella sua sede originaria.
Questo masso trovato nel 1953 in riva al torrente, inizialmente venne portato nel Museo di Cividate Camuno (nel 1955) per essere poi trasferito a Milano (nel 1961), dove rimase esposto in piazza Duomo sino al 1965 e poi nel Museo Archeologico del capoluogo lombardo sino al 2005. Rientrato in Valle Camonica, venne collocato nel Museo Nazionale della Preistoria di Capo di Ponte e solo nel 2013 nel sito archeologico Valzel de Undine da dove era partito sessant’anni prima.

dalle ore 15.00 Vezza d’Oglio c/o Loc. San Clemente
Spettacolo musicale sulla Guerra Bianca e l’Adamello, esposizione di artisti locali, visita libera alla Chiesa di San Clemente e vin brulé con gli alpini.

Ore 20.30 Saviore dell’Adamello Passeggiata serale alla scoperta di Saviore dell’Adamello la storia racconta Piazza San Giovanni Un’occasione per rivivere la storia millenaria di un piccolo borgo di montagna ricco di curiosità e scorci davvero suggestivi, tutto questo raccontato da Daniela Rossi, guida turistica della federazione guide Valle Camonica, che ci narrerà storie e leggende che si tramandano da molti anni

Domenica 20 ottobre

dalle ore 9.00 Paspardo LA CASTAGNA Consorzio della castagna e centro storico Referenti e contatti
La castagna era un tempo l’alimento predominante (albero del pane) nell’alimentazione ed era utilizzata come importante merce di scambio con farina di mais e di frumento nella bassa bresciana. Dopo numerosi decenni di totale abbandono dei castagneti, in questi ultimi anni si sta riscoprendo l’interesse per questo frutto, grazie anche al Consorzio della Castagna di Valle Camonica che ha avviato una campagna di valorizzazione della coltura del castagno. L’attività operativa che questi svolge verte sul risanamento, il recupero e la valorizzazione economico- produttiva dei castagneti della Valle Camonica: la potatura risanante, di conservazione e di sviluppo dei castagni, l’innesto di varietà di notevole pregio e piantumazione di nuovi soggetti innestati in vivaio, la raccolta, l’acquisto, la selezione e la conservazione, oltre alla trasformazione delle castagne. Dalla castagna si diparte poi una filiera di prodotti principalmente dolciari per il contenuto di amido e zuccheri che questa possiede. Il comparto di lavorazione delle castagne e di trasformazione in derivati che il Consorzio ha sviluppato, è costituito da un polo produttivo che annovera vaglio, essiccatoio, sgusciatrice e mulino.

dalle ore 9.00 Vione Valle di Canè in e -bi k e Ritrovo a Canè frazione di Vione (zona parcheggi all’imbocco della mulattiera per la Valle di Canè)
Una delle più frequentate valli del settore lombardo del Parco dello Stelvio, la Val di Canè, è particolarmente apprezzata per le sue ricchezze naturalisti – che ed architettoniche, il dolce paesaggio e la relativa facilità con cui si avvista la fauna al – pina. È una valle sospesa, di chiara origine glaciale, breve ma piuttosto ampia e poco ri – pida. Canè, che le dà il nome, è una graziosa frazione di Vione – antico e nobile borgo – po – sta su un soleggiato terrazzo a ben 1500 metri di quota. Vi si giunge con la strada che sale dal fondovalle, poco prima di Temù, e passa per Vione. A Cortebona sorge un piccolo centro d’informazioni del Par – co Nazionale e un’interessante vecchia “calchera” ben ristrut – turata. Alla cava ci aspetta un bellissimo panorama sulla bas – sa Val di Canè, particolarmente suggestivo in autunno. La cava di marmo è stata utilizzata fino al 1964. Oggi sono ancora vi – sibili le pareti da cui veniva estratto il marmo. Gita con mountain bike elet – trica in valle di Canè lungo la mulattiera che conduce all’al – peggio Cortebona per poi proseguire in direzione Cava del Marmo. Per chi lo deside – ra, previa prenotazione entro il 17 Ottobre, saranno attive le seguenti convenzioni: noleg – gio di e-bike al prezzo di 20€ (Scuola Italiana di MTB Ada – mello Bike) e pranzo al risto – rante al prezzo di 20€ (Trattoria Cavallino, Canè).

Dalle ore 14.30 Niardo Ritrovo presso l’Oasi del Beato Innocenzo tra sacralità e lavoro Oasi del Beato Innocenzo Referenti e contatti Roberta Calzoni
Nella preziosa “Oasi del Beato” si trova la casa natale del Beato Innocenzo, nato a Niardo il 14 marzo del 1844. Proprio in occasione di “Del Bene e del Bello” sarà possibile visitare la casa museo. Nel cortile antistante sarà possibile conoscere ed osservare le tecniche di lavorazione artigiana tipiche del paese.

Ore 15.00 BRENO Ritrovo davanti alla chiesa Arte, storia e cultura nelle chiese più antiche di Breno Chiesa di San Valentino Situata nel cuore della Valle, la cittadina di Breno per secoli è stata il principale borgo camuno. La collina del Castello domina sui vicoli, le piazze, le ville storiche rendono il centro storico carico di fascino e le chiese custodiscono opere d’arte significative. San Valentino è il patrono della cittadina, che gli ha intitolato una chiesa dai tratti architettonici particolarmente interessanti, per secoli meta di pellegrinaggio. L’interno è decorato con affreschi che illustrano la devozione tradizionale della zona.

Sabato 26 ottobre

Ore 14.30 Berzo inferiore   inaugurazione con visita
Il museo “Il Velocipede – Museo storico della bicicletta” è situato in piazza Umberto I, nei locali dell’antica palazzina ex sede del Municipio comunale, dove ora sono custudite una serie di collezioni private con decine di mezzi d’epoca, con un corredo di grandi pannellature che rappresentano sia in maniera descrittiva che raffigurativa tutta l’evoluzione dei mezzi a due ruote, dalla nascita agli anni Ottanta del ventesimo secolo.

Dalle ore 17.30 Bienno DE COLORE. LEONARDO E L’INTERPRETAZIONE CONTEMPORANEA Casa degli artisti via Carotti Bienno Casa Valiga è un piccolo edificio dalla facciata rinascimentale che contiene elementi architettonici e soluzioni decorative di pregio. L’intonaco in facciata conserva tracce di una decorazione a losanghe. Il palazzetto, preceduto da un piccolissimo cortile acciottolato, era la sede commerciale e di rappresentanza del vicino palazzo ed apparteneva probabilmente ad una famiglia di mercanti. Infatti nel salone al piano nobile, sono state ritrovate due scritte la cui traduzione (“Il darsi da fare è madre delle ricchezze” e “Il suo danno è il tuo guadagno”) è un vero manifesto ideologico dell’attiva borghesia mercantile. Oggi Casa Valiga è di proprietà della Comunità Montana di Valle Camonica e, con la sua area espositiva e con i suoi laboratori, è a disposizione degli artisti del progetto “Borgo degli artisti” che soggiornano in Valle, grazie al progetto, per brevi periodi di tempo dando dimostrazione della propria maestria.

Domenica 27 ottobre

Ore 9.00 Berzo inferiore visita guidata Il velocipede – Museo storico della bicicletta Piazza Umberto I

Dalle ore 15.00 alle 19.00 Ono San pietro Ritrovo alle ore 14 in Piazza Roma “Il cuore delle case” alla scoperta degli antichi forni per la cottura del pane Sala delle cutura, piazza Roma Contatti Moira Troncatti Tel. 348 4595374 Comune Tel. 0364 434490 Grazie alla ricerca portata avanti dai comuni dell’Eco museo “Concarena montagna di luce”, anche Ono San Pietro ha potuto riscoprire l’esatta collocazione dei forni tradizionali utilizzati fino agli anni cinquanta del Novecento nelle case del centro storico. Durante la giornata verrà rimesso in funzione un forno, con dimostrazione della cottura del pane utilizzando le tecniche tradizionali.

Scopri il ricchissimo e dettagliato programma della rassegna

Il bramito dei cervi
Ott 13@8:00–17:30
Il bramito dei cervi @ Casa del Parco dell’Adamello di Vezza | Vezza d'Oglio | Lombardia | Italia

Il bramito dei cervi
Escursione faunistica per famiglie per ascoltare e, con un po’ di fortuna, osservare i cervi in amore.

Dal 22 settembre al 20 ottobre, con partenza alle ore 8:00 circa dalla Casa del Parco di Vezza e ritorno alle ore 17:30 circa.

– La partecipazione alle escursioni ed attività necessita di ISCRIZIONE OBBLIGATORIA presso la Casa del Parco dell’Adamello di Vezza d’Oglio, entro le ore 18.00 del giorno precedente l’attività (salvo esaurimento posti).

– Equipaggiamento: scarpe da trekking o scarponcini da montagna, zaino con pranzo al sacco per attività giornaliere per famiglie/bambini e merenda per attività pomeridiana bimbi, giacca a vento, borraccia, ombrellino, cappellino da sole.

– Costo attività: PASEGGIATE/ESCURSIONI PER FAMIGLIE ATTIVITÀ PER BAMBINI/RAGAZZI giornaliera adulti € 8.00 giornaliera € 8.00 a bambino/ragazzo giornaliera bambini < 14 anni € 6.00 ½ giornata € 5.00 a bambino/ragazzo giornaliera famiglie (2 adulti, 2 bambini) € 20.00 gratuità per bambini con età inferiore a 6 anni

In gita con il CAI Pezzo-Ponte di Legno
Ott 13@8:00–15:00
In gita con il CAI Pezzo-Ponte di Legno @ Ponte di Legno | Pezzo | Lombardia | Italia

Programma estivo proposte CAI Pezzo

Luglio

21 Luglio 2019 – Cima Payer (Sentiero dei Fiori) – ESCURSIONI ALPINISTICHE

Mercoledì 24 Luglio 2019 – Madonna di Campiglio – Giro dei 5 Laghi – ESCURSIONI “GROP”
Mercoledì 24 Luglio 2019 – Giro dei 5 Laghi – GITE PER RAGAZZI

Domenica 28 e Lunedì 29 Luglio 2019: Notte in tenda al Coleazzo – – GITE PER RAGAZZI

Agosto

03 e 04 Agosto 2019 – Cima Presanella (3558 m) – ESCURSIONI ALPINISTICHE

Sabato 10 Agosto 2019 – Street Boulder Ponte di Legno – Speciale bambini STREET BOULDER

Lunedì 12 Agosto 2019: Passo del Tonale – Meda – GITE PER RAGAZZI

17 Agosto 2019 – Corno dei Tre Signori (3360 m) – ESCURSIONI ALPINISTICHE

Mercoledì 21 Agosto 2019 – Cima Gaviola (Passo Gavia) – GITE PER RAGAZZI

Settembre

Sabato 14 Settembre 2019 – Rifugio Malga Mola – Festa della Porchetta – IN ALLEGRIA

Ottobre

11/12/13 Ottobre 2019: Trekking alle Cinque Terre – ESCURSIONI “GROP”

Domenica 20 Ottobre 2019 – Operazione Linge – LAVORIAMO INSIEME

Sabato 26 Ottobre 2019 – Cena Sociale -IN ALLEGRIA

FaMu: Giornata Famiglie al Museo
Ott 13@8:30–19:00

DOMENICA 13 OTTOBRE sarà la sesta GIORNATA NAZIONALE DELLE FAMIGLIE AL MUSEO!

Musei in tutta Italia aprono  le porte alle famiglie con iniziative speciali!

Il tema di quest’anno é: C’era una Volta al Museo

⇒Trova i musei aderenti 

Brescia – Museo di Santa Giulia
Domenica 13 ottobre, ore 10.30
Speciale edizione di WEEKEND IN ARTE con FUTUR-MITI
I racconti mitologici rievocati da alcuni materiali esposti in Museo, sono frutto della fantasia dei popoli antichi. Ma cosa succederebbe se la Vittoria alata o le Amazzoni fossero ideate dall’uomo moderno? Cosa farebbero e come dimostrerebbero le loro capacità speciali? Scateniamo la fantasia in un’attività tra il serio e l’ironico per giocare con storie di ieri e di oggi.
Dedicato a bambini dai 5 agli 11 anni accompagnati dai propri familiari.
Costo: tariffa speciale € 3.50 bambini e adulti
Prenotazione obbligatoria: CUP 030.2977833-834; santagiulia@bresciamusei.com

Concesio – Collezione Paolo VI
Sabato 13 ottobre – ore 16.00 C’ERA UNA VOLTA AL MUSEO
Laboratorio per i più piccoli e percorso guidato per i genitori
La Collezione Paolo VI propone due eventi in contemporanea:

  • per i più piccoli il laboratorio Dipinti parlanti..una macchia birichina. 
    Dall’osservazione attenta di alcune opere astratte del museo, i colori prendono “forma” nelle idee e nelle parole dei bambini. La narrazione è tramite privilegiato per raccontare storie, per inventare luoghi e personaggi che scaturiscono liberamente dallo stimolo visivo e vengono poi registrati in un piccolo album, a testimonianza dell’esperienza.
  • per i genitori il percorso guidato Carte d’arte
    alla scoperta di alcuni importanti artisti visivi (Carpi, Levi, Fausto Pirandello, Guitton, Isgrò) che spesso e volentieri si sono serviti della scrittura come completamento della loro attività creativa.

Toscolano Maderno – Museo della Carta
dalle 11.00 alle 16.30
Caccia al tesoro per bambini e famiglie con Giallo al Museo
Scopri i dettagli QUI

caccia-dettaglio-famu-2019-polo-museale-lombardia
Nei siti gardesani gestiti dal Polo museale della Lombardia è attiva l’iniziativa: “Caccia al dettaglio”
La partecipazione all’attività permetterà di scoprire il patrimonio artistico dei musei in maniera ludica e partecipativa: per questa settima edizione, le famiglie riceveranno gratuitamente un kit con una mappa e le indicazioni dei dettagli da scovare.
All’interno, i genitori troveranno anche una scheda esplicativa; potranno utilizzarla per raccontare ai bambini la storia e il significato dei particolari da individuare ed esplorare in autonomia i tesori dei musei.

Sirmione – Grotte di Catullo
Terme, cisterna, criptoportico… saprete riconoscere gli ambienti dell’antica villa romana?

Sirmione – Castello Scaligero
Come potrebbe essere il vostro stemma di famiglia? Createne uno personalizzato dopo aver trovato quelli nascosti nel Castello!

Desenzano del Garda – Villa Romana
Una caccia ai particolari dei raffinati mosaici e delle sculture che un tempo adornavano gli ambienti della sontuosa villa romana.

 

Manv-FAMU-2019Cividate Camuno – Museo Archeologico Nazionale della Valle Camonica
Domenica 13 ottobre dalle ore 9.00 alle 12.30 sono previsti giochi e attività alla scoperta del Museo per avvicinare i bambini e le famiglie all’archeologia.
Una maniera divertente e coinvolgente per vivere e scoprire la Valle Camonica romana.

Botticino – EcoMuseo del Botticino – Museo del marmo</span<
Domenica 13 ottobre dalle 15.00 alle 18.00
C’era una volta al museo: bóciå, medolér e picapréde. Storie e racconti animati
ore 15.00 – Ritrovo c/o il museo
ore 15.15 – Partenza dal museo per la visita alla cava*
ore 16.15 – Visita animata con laboratorio al museo
ore 17.15 – Visita animata con laboratorio al museo

INGRESSO LIBERO – PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA FINO ESAURIMENTO POSTI
*Visita alla cava adatta a tutti. Raggiungimento cava con propri automezzi seguendo l’operatore.
Si consiglia abbigliamento comodo e calzature adatte per passeggiate.
In caso di maltempo si effettuerà solamente l’attività al museo.

Gavardo – Museo Archeologcico Valle Sabbia
Domenica 13 ottobre dalle 14.30 alle 18.30
Attività per famiglie con bambini dai 5 ai 12 anni.
Il laboratorio consiste in una lettura animata dedicata al personaggio di Ercole (l’eroe è rappresentato sul famoso vaso borraccia esposto nella sala romana del MAVS) seguita dalla produzione di un libretto pop-up che coinvolgerà tutta la famiglia.
Inizio attività ore 15:00.
Durata attività 2 ore c.ca.
Costo: 2 euro (ticket d’ingresso + attività)

Prevalle – Ecomuseo del Botticino – Museo della Civiltà Contadina e dello Spiedo
Domenica 13 ottobre dalle 14.00 alle 18.00
Visita guidata gratuita

Lonato – Fondazione Ugo da Como
Domenica 13 ottobre dalle 10.00 alle 18.00
Fiabe nella Rocca

Pezzaze – Miniera Marzoli
Domenica 13 ottobre dalle 14.00 alle 16.30
Sali a bordo del trenino giallo e visita le antiche gallerie: un percorso illuminato adatto a tutti, ripercorrendo i vari passaggi del lavoro dei minatori attraverso attrezzi, suoni e fotografie d’epoca.
La visita dura circa 1 h e mezza, una parte in treno e una a piedi accompagnati da esperte guide!
All’interno la temperatura è di circa 12° con il 98% di umidità.
Il costo è di 10 euro per gli adulti e 7 euro per bambini e ragazzi dai 4 ai 13 anni.
Compreso nel prezzo del biglietto c’è anche la visita libera al Museo il Mondo dei Minatori e l’Arte del Ferro.

Capo di Ponte
– Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri
– Mupre – Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica
Il progetto prevede che all’interno del museo vengano messi a disposizione degli utenti (famiglie con bambini dai 5 ai 10 anni) delle schede di esplorazione che consentano una visita in autonomia, con finalità educative e ludiche.
La scheda prevede una piccola caccia al dettaglio che consentirà ai bambini di cercare particolari di opere o dettagli architettonici presenti nel museo, attraverso l’utilizzo di una mappa e di indovinelli appositamente studiati. Ai genitori sarà messo a disposizione un “foglio di istruzioni” nel quale verrà dettagliatamente raccontato ciò che i bambini andranno a trovare e verranno al contempo date “soluzioni” sui punti di ritrovamento degli stessi.

palafitte-day-desenzano-2019-famuDesenzano- Museo Rambotti
Domenica 13 ottobre – 4^ GIORNATA DELLE PALAFITTE

Il programma della giornata:
Ore 9.30 Località Lavagnone
Il Lavagnone 4000 anni fa, percorso naturalistico guidato, giochi per bambini. Ritrovo trattoria “La Rossa” loc. Montelungo strada per S.Pietro.
Ore 10.45 Inaugurazione nuovo punto informativo del Lavagnone.

Museo Archeologico “G.Rambotti”
ore 15.30 e 17.00 laboratorio per adulti e bambini “Una collana da preistorico”
ore 16.30 Merenda per tutti i bambini partecipanti

La partecipazione è libera. Si consiglia la prenotazione:  030.9994215 – cultura@comune.desenzano.brescia.it

 

Giornate FAI di autunno
Ott 13@9:00–21:00
Giornate FAI di autunno @ Brescia e provincia

Giornata FAI d’Autunno

Domenica 12 e 13 ottobre  torna l’appuntamento la Giornata FAI d’Autunno.

Le Giornate FAI d’Autunno compiono otto anni e sono più vitali che mai. Sono giovani perché animate e promosse proprio dai Gruppi FAI Giovani, che anche per quest’edizione hanno individuato itinerari tematici e aperture speciali che permetteranno di scoprire luoghi insoliti e straordinari in tutto il Paese.

Un weekend unico, irrepetibile, che sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 toccherà 260 città, coinvolte a sostegno della campagna di raccolta fondi del FAI “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva a ottobre.

Due giorni per sfidare la capacità degli italiani di stupirsi e cogliere lo splendore del territorio che ci circonda, invitando alla scoperta di 700 luoghi in tutta Italia, selezionati perché speciali, curiosi, originali o bellissimi.

 

Tutte le info su giornatefai.it

Visita alle Torbiere
Ott 13@9:30–16:00
Visita alle Torbiere @ partenza da Gardone

Gli Amici della Biblioteca organizzano per Domenica 13 Ottobre una visita alle torbiere e al monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo
con guida ambientale Livio Palamidese e guida storica Alessio Tacconi.

Iscrizioni presso la Biblioteca entro il 10 ottobre
costo 7 euro da versare al momento dell’iscrizione.

Partenza da Gardone alle ore 9.30.

Art Glass
Ott 13@10:00–17:00
Art Glass @ Domus dell’Ortaglia

Art Glass
Lo straordinario tour virtuale nell’antica Brixia!

La domenica, a Santa Giulia, non perdere l’occasione di fare un viaggio ultratecnologico di visione immersiva nelle Domus dell’Ortaglia, una delle sezioni più suggestive del museo.

Una nuova esperienza, che si aggiunge a quella del Parco archeologico, che si caratterizza per un’immersività coinvolgente a 360 gradi, in grado di trasportare il fruitore in uno dei luoghi di maggior rilevanza archeologica della città e di condurlo in un passato reso ancora più straordinariamente avvincente grazie alla tecnologia.

Tutte le domeniche pomeriggio (è consigliata la prenotazione) è possibile noleggiare gli ArtGlass delle Domus dell’Ortaglia, alle ore 15.00 o alle ore 16.00.

Costo noleggio: € 6 a persona
costo noleggio Domus + Parco archeologico € 10 a persona

Noleggio consentito dai 6 anni in su.

 

Tour in realtà aumentata ArtGlass
Domus dell’Ortaglia costo noleggio € 6,00.
Possibilità di integrazione del biglietto per visita con ArtGlass al Capitolium € 10.
Basilica di San Salvatore: agosto e settembre noleggio gratuito con il noleggio degli ArtGlass delle Domus dell’Ortaglia
Noleggio consentito dai 6 anni in su
Festa degli alberi
Ott 13@10:00–17:00
Festa degli alberi @ Oasi San Francesco | Desenzano del Garda | Lombardia | Italia

Come ogni anno, Airone Rosso invita tutti gli amici grandi e piccoli a festeggiare in Oasi i colori dell’autunno: per non dimenticare mai l’importanza di ogni singolo albero che alza i suoi rami verso il cielo, donandoci bellezza, meraviglia, vita e….ossigeno!

Visite guidate, idee e laborati per bambini e famiglie per una giornata nella natura

Trekking e avventura in miniera
Ott 13@10:00–16:30
Trekking e avventura in miniera @ Miniera S. Aloisio | Pezzaze | Lombardia | Italia

Esplora le gallerie abbandonate munito di caschetto con luce, un’esperienza immersiva su un percorso di 2.5km o sali sul parco avventura costruito nei vecchi impianti di trattamento del minerale.

Trekking Minerario – Un percorso sotterraneo di circa 2,5 km che consente, in condizioni di sicurezza, l’esplorazione a piedi della miniera “al naturale”, così come fu lasciata quando venne abbandonata l’attività estrattiva. L’intera visita si svolge a piedi, muniti di torce sopra i caschetti per illuminare.

Parco Avventura – Lanciati con la carrucola, percorri ponti tibetani e vivi l’avventura!
Ilpercorso originale e unico nel suo genere: consente di viaggiare all’interno delle imponenti strutture di superficie della vecchia miniera in condizioni di assoluta sicurezza, ripercorrendo in modo avventuroso il tragitto compiuto dal minerale di ferro, attraverso ponti tibetani, funi, passerelle e scale a pioli. Un percorso dove è necessario saper gestire il proprio corpo e le proprie sensazioni, in una sfida che concilia divertimento e cultura. Richiesta altezza minima 140cm

WeekendinArte: Museo in Famiglia
Ott 13@10:30–17:00
WeekendinArte: Museo in Famiglia @ Musei Civici di Brescia | Brescia | Lombardia | Italia

DEDICATO AI BAMBINI CHE ACCOMPAGNANO I GENITORI AL MUSEO WEEKENDINARTE

Serie di attività che Fondazione Brescia Musei offre alle famiglie con un calendario come sempre denso di proposte stimolanti, alla scoperta delle collezioni museali e delle mostre in programma.
Ogni appuntamento si concentra sul linguaggio espressivo di artisti contemporanei messi in relazione con le opere conservate nel museo attraverso pratiche sperimentali che trovano la propria conclusione in un percorso tra le sale, i chiostri e i giardini. Si vuole così favorire la creatività e sollecitare l’interesse verso il patrimonio culturale nei bambini accompagnati dai propri famigliari e guidati dalla figura esperta dell’operatore didattico.
I laboratori permettono di trascorrere piacevolmente il tempo libero nei Musei cittadini, in un confronto dialettico tra le antiche testimonianze e le regole e le tecniche che distinguono il linguaggio artistico contemporaneo.

Il progetto Over Five è dedicato ai genitori che intendono favorire la creatività e sollecitare l’interesse verso il patrimonio culturale nei bambini dai 5 agli 11 anni!

SABATO 5 OTTOBRE 2019 ORE 10.00
– Pinacoteca Tosio Martinengo
VERDI PATATE, GIALLE INSALATE…
Un omaggio al grande Bruno Munari. Un laboratorio creativo e divertente per tutte le età. Nonni e nipoti alla ricerca delle immagini segrete nascoste negli ortaggi: basterà un po’ di colore per scatenare la fantasia!

DOMENICA 13 OTTOBRE 2019 ORE 10.30
– Museo di Santa Giulia
FUTUR-MITI
In occasione di FAMU
I racconti mitologici rievocati da alcuni materiali esposti in Museo, sono frutto della fantasia dei popoli antichi. Ma cosa succederebbe se la Vittoria alata o le Amazzoni fossero ideate dall’uomo moderno? Scateniamo la fantasia in un’attività tra il serio e l’ironico per giocare con storie di ieri e di oggi.

VENERDÌ 1 NOVEMBRE ORE 15.30
– Museo di Santa Giulia
SMORFIE, LINGUACCE E ALTRE MOSTRUOSITA’
In occasione di Halloween
Un appuntamento ‘mostruoso’ al museo per giocare con l’antica festa pagana di Halloween ma..a regola d’arte! Un viaggio nella stravaganza: da Keith Haring ai grandi faccioni grotteschi inventati dagli artisti rinascimentali.

DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019 ORE 10.30
– Pinacoteca Tosio Martinengo
UN EROE PER 12 FATICHE!
In occasione di Kid Pass
La storia di un antico eroe, Eracle, è il punto di partenza per addentrarci nell’inquietante mondo dei mostri della mitologia antica. . Piume come coltelli, pelli indistruttibili, artigli affilati come lame, cani infernali saranno i protagonisti di questo viaggio che ci porterà alla scoperta del più antico reperto conservato in Pinacoteca: l’anfora di Vulci.

MARTEDÌ 24 DICEMBRE 2019 ORE 10.30
– Museo di Santa Giulia
POLVERE DI STELLE
in occasione de Il Museo per il tuo Natale
Il cielo notturno, con le sue costellazioni, fin dall’antichità ha affascinato l’uomo. Anche gli artisti non hanno saputo resistere al loro fascino. Cieli notturni, simbolici o reali fanno da sfondo a molti dipinti. In laboratorio si lavorerà alla realizzazione di una grande opera collettiva, una pioggia di stelle polimateriche applicate ad un grande cielo blu d’oltremare.

DOMENICA 26 GENNAIO 2020 ORE 10.30
– Museo di Santa Giulia
CAPPELLI O CAPITELLI?
Il museo di Santa Giulia è pieno di capitelli! Un percorso per scoprire quanti e di quanti tipi sono questi curiosi “cappelli” delle colonne. Dopo una prima fase di catalogazione tra le sale dell’antico monastero, si darà spazio alla creatività per creare il proprio stravagante “capitello-cappello”

DOMENICA 23 FEBBRAIO 2020 ORE 10.30
– Parco archeologico di Brescia Romana
MARIONETTE E BURATTINI
In occasione del Carnevale
Marionette, burattini e maschere, sono i personaggi in miniatura che mettono in scena storie divertenti e folli. Gioppino, Colombina, Arlecchino, da secoli divertono i bambini con le loro buffe avventure.
In laboratorio si costruirà il proprio burattino con argilla, legno e tessuti.

DOMENICA 22 MARZO 2020 ORE 10.30
– Museo di Santa Giulia
AIUTO! MIO PAPÀ È IL MINOTAURO!
In occasione della Festa del Papà (con figli di 4 e 5 anni)
Partendo dalle suggestive descrizioni di antiche creature mostruose che popolano i miti antichi, un laboratorio divertente per trasformare il papà in una figura “leggendaria”. Sarà un centauro o il minotauro? La scelta è dei bambini!

DOMENICA 26 APRILE 2020 ORE 10.30
– Museo delle Armi Luigi Marzoli
UN MUSEO CHE NON T’ASPETTI
Una visita speciale per tutta la famiglia con tante attività e sorprese. Aguzzate la vista, accendete l’ingegno, liberate la fantasia per creare la vostra personale guida del Museo!

DOMENICA 24 MAGGIO 2020 ORE 10.30
– Museo di Santa Giulia
GIARDINI INCANTEVOLI
Un laboratorio per progettare e simulare il proprio “giardino segreto”, un luogo dove stare bene in armonia con la natura. Il percorso si conclude nel viridarium, l’antico giardino romano del Museo di Santa Giulia per scoprire alcune delle straordinarie storie che si nascondono tra le foglie degli alberi.

⇒Prenotazione obbligatoria.
⇒Costo: 6,50€ adulti – 3€ bambini – gratuito con il Passaporto culturale

Caravaggio experience
Ott 13@11:00–21:00
Caravaggio experience @ Castello di Desenzano

Un viaggio esplorativo che porta alla scoperta delle tecniche, dei temi e dei segreti di uno dei più grandi innovatori della storia dell’arte: Caravaggio.

Una spettacolare videoinstallazione immerge il pubblico in cinquantotto opere e nella vita di Michelangelo Merisi attraverso un’intensa esperienza esteica, emotiva e sensoriale

Per  cinquanta minuti i visitatori prenderanno parte a uno spettacolo fatto di proiezioni, musiche e fragranze olfattive, in un’esperienza cangiante e interattiva dell’opera d’arte.

I capolavori di Caravaggio, destrutturati e variamente ricomposti, potranno essere ammirati nella loro interezza e nei dettagli più minuti grazie a una tecnologia in alta definizione che restituisce immagini nitide e cristalline, esaltando i colori, le luci e i più minuscoli dettagli.

La videoinstallazione è divisa in sezioni e ciascuna di esse indagherà un tema “caravaggesco”:

  • ricostruzione degli studi sulla luce
  • analisi dei processi compositivi
  • la rappresentazione della natura e della violenza
  • tour virtuale nei luoghi della vita del pittore.

Ecco un’anteprima tratta dalle esperienze già realizzate a Roma, Torino, Rimini e Città del Messico⇓

 

Costo:

Biglietto intero : 12€
Biglietto Residenti a Desenzano: 10€
Biglietto famiglia (2 adulti + almeno 1 bambino) : 22€
Biglietto ridotto over 65 e under 25 : 10€
Biglietto bambini 5-14 anni: 5€
Bambini fino a 5 anni; disabili con un accompagnatore : gratuito
Bambini fino a 14 anni residenti : gratuito

Giallo al Museo!
Ott 13@11:00–16:30
Giallo al Museo! @ Museo della Carta | Toscolano Maderno | Lombardia | Italia

Giallo al Museo! Giornate Famu

Un furto inspiegabile e un nuovo mistero da risolvere nella Valle delle Cartiere! Facciamo insieme un viaggio nel tempo e aiutiamo Alessandro Paganini a ritrovare ciò che ha perduto.

Data: 13 ottobre 2019
Dalle ore: 11 – alle ore: 16:30

Gratuito?
Serve prenotare?Sì, necessaria prenotazione precedente

Destinatari: bambini da 6 agli 11 anni

Tipologia di evento: Attività per famiglie

Alla scoperta della Rocca d’Anfo
Ott 13@14:00–18:00
Alla scoperta della Rocca d'Anfo @ Rocca d'Anfo | Anfo | Lombardia | Italia

Alla scoperta della Rocca d’Anfo
Ogni weekend è possibile visitare lo straordinario complesso militare-architettonico, uno dei monumenti storici più significativi del territorio bresciano. L’iniziativa è frutto della collaborazione fra Regione Lombarda, Comunità montana di Valle Sabbia e Comune di Anfo (Brescia)

Le visite guidate sono gestite dal Gruppo Azione Locale Garda-Valsabbia. Una guida specializzata accompagna gruppi di 30 persone in un percorso a piedi di circa 4 ore, che permette di scoprire in tutta sicurezza l’articolato complesso militare. Il percorso è stato arricchito e ampliato: le visite partiranno dal Comune di Anfo, includendo la passeggiata a lago che da Anfo porta alla Rocca. Tale collegamento faceva a suo tempo parte del complesso, tanto che è ancora possibile vedere i resti del percorso fortificato.

La visita richiede attrezzatura adeguata per un percorso di 4 ore in montagna (scarponcini, felpa, K-way, torcia e acqua) e si terrà anche in caso di maltempo in quanto gran parte del percorso si svolge all’interno di edifici

Durante la prenotazione della visita è possibile indicare la propria preferenza di orario, compatibilmente con le esigenze logistiche dell’organizzazione.
Le visite verranno effettuate con un minimo di 14 partecipanti adulti.

Visita completa:
• Biglietto adulto: 10 €
• Biglietto Bambino (5-15 anni): 5 €
• Ingresso gratuito per bambini sotto i 5 anni

Visita breve:
• Biglietto adulto: 8 €
• Biglietto Bambino (5-15 anni): 4 €
• Ingresso gratuito per bambini sotto i 5 anni

Esperienze in Miniera
Ott 13@14:00–17:00
Esperienze in Miniera @ Miniera Pezzaze | Pezzaze | Lombardia | Italia

La Miniera Marzoli è uscita del letargo e ti aspetta per vivere un’esperienza unica!

Un’avventura per GRANDI E PICCINI!

Scegli di passare una giornata diversa dalle solite, salta a bordo del trenino giallo e scopri accompagnato da guide esperte la storia della Miniera e delle persone che ci hanno lavorato!

Siamo aperti tutte le domeniche dalle ore 14, ultimo ingresso 16.20

Il costo è di euro 10€ per gli adulti e 7€ dai 3 ai 13 anni

A partire dal mese di marzo la miniera è sempre visitabile la domenica dalle 14.00 alle 17.00 e nei mesi di giugno, luglio e agosto anche la domenica mattina dalle 10.00 alle 12.00. Ad agosto anche di sabato!

Inoltre sono in programma Aperture straordinarie in occasione di: Pasquetta – 25 aprile – 1 maggio – 2 giugno- 15 agosto – 8 dicembre

La temperatura all’interno delle miniere è di circa 10°C durante tutto l’anno, si consiglia quindi abbigliamento caldo e comodo con scarpe chiuse.

Marzo – domenica ore 14-16.30

Aprile – domenica ore 14-16.30

Maggio – domenica 10-12 e 14-16.30

Giugno – domenica 10-12 e 14-16.30

Luglio – domenica 10-12 e 14-16.30

Agosto (dall’1 al 5) – sab e dom 10-12 e 14-16.30

Agosto (dal 6 al 26) – tutti i giorni 10-12 e 14-16.30

Settembre domenica 10-12 e 14-16.30

Ottobre – domenica ore 14-16.30

Novembre – domenica ore 14-16.30

Dicembre – domenica ore 14-16.30

Famiglie al museo della Carta
Ott 13@15:00–17:00
Famiglie al museo della Carta @ Cartiere di Toscolano | Lombardia | Italia

Famiglie al Museo
L’antica arte della xilografia
Attività ludico didattiche gratuite presso il Museo della Carta
Scopriamo insieme i segreti e le curiosità delle immagini che popolano i libri esposti in Museo e sperimentiamo insieme la stampa xilografica.

Data: 15 settembre 2019
Dalle ore: 14.30 (primo turno) – alle ore: 16.00 (secondo turno)
Serve prenotare?Sì, necessaria prenotazione precedente
Le modalità di prenotazione: contattando i contatti indicati

Destinatari:Attività consigliata per bambini dai 5 agli 11 anni

I prossimi appuntamenti:⇓
13 ottobre – Giallo in museo (per la giornata della Famiglie al Museo)

Alimenti.amo
Ott 13@16:00–19:00
Alimenti.amo @ Ambiente Parco | Brescia | Lombardia | Italia

Alimenti.amo Wonder.Food.World

è il nuovo percorso espositivo di AmbienteParco sull’alimentazione sostenibile realizzato in collaborazione con il Comune di Brescia. In linea con le tematiche Expo2015 e le sue modalità operative, Alimenti.amo si inserisce nella mission di AmbienteParco e in piena complementarietà con i percorsi precedenti.

Alcuni dei temi trattati:

alimenti.amo la salute: l’apparato digerente,  i 5 sensi
alimenti.amo le risorse: suolo aria acqua tempo e lavoro, il land grabbini, i paesaggi del cibo, la filiera agroalimentare, la piramide alimentare/ambientale
alimenti.amo il consumo consapevole: gli imballaggi, la biodiversità, le proteine della soia, la pesca e il consumo sostenibile di pesce in Natur.acqua, materiali e metodi di cottura nella Casa Eco.Logica

Natur.acqua e Gioco.Lab
Ott 13@16:00–19:00
Natur.acqua e Gioco.Lab @ Ambiente Parco | Brescia | Lombardia | Italia

Percorso guidato della durata di circa 90 minuti alla scoperta dell’acqua in tutte le sue forme, dell’uso consapevole dell’acqua, del risparmi dell’acqua, del trasporto dell’acqua…Esposizione Natur.acqua

All’interno della mostra  è aperta la sala gioco.lab “gioca con l’acqua e il sapone” : bolle di sapone, vortici d’acqua, fai funzionare una centrale idroelettrica, gioca con l’acqua.

Una mostra interattiva permanente sull’acqua in tutte le sue forme, come risorsa naturale, in rubinetto o in bottiglia, acqua virtuale, acqua nel mondo, inquinamento…

Parte del percorso si svolge nell’acquario e parte sotto il lago che può essere ammirato attraverso undici vetrate subacque.

TARIFFA UNICA DI INGRESSO VALIDA PER TUTTE LE ESPOSIZIONI

Intera: € 7
Ridotta: € 5 per convenzioni, minori di 25 anni e maggiori di 65 anni
Convenzioni: Più la Feltrinelli, Chiara a2a, MondoParchi, COOP, Teatro telaio,
Famiglia con due genitori con bambini: €14 due genitori con figli (max. 14 anni)
Famiglia con un genitore con bambini: € 7 un genitore con figli (max 14 anni)

TARIFFA DI INGRESSO PER GIOCA CON L’ACQUA E TUNNEL SUBACQUEO:

Esplorazione Gioca con l’acqua e Tunnel subacqueo: € 2

Oppure visita le altre esposizioni di AmbienteParco

⇒ Durante il mese di Agosto il percorso-esposizione Natur.Acqua non è attivo.
Resta invece attiva la sala Gioco.lab e la possibilità di osservare l’acquario

Ott
17
Gio
2019
Passeggiata all’orto di Toscolano
Ott 17@9:30–12:15
Passeggiata all'orto di Toscolano @ Orto botanico Toscolano Maderno  | Toscolano Maderno | Lombardia | Italia

Passeggiata al Giardino Botanico “G.E Ghirardi” di Toscolano Maderno a Brescia. con visite guidate e degustazioni tematiche

L’Orto è dedicato prevalentemente alle piante medicinali, con una storia del tutto peculiare. Fondato nel 1964 dal proprietario della azienda farmaceutica Simes la cardioterapica, il professor Giordano Emilio Ghirardi, allo scopo di coltivare specie vegetali di diversa provenienza, si procurava i semi delle piante desiderate attraverso corrispondenti sparsi in tutto il mondo, acclimatava e coltivava anche in larga scala le specie utili e ne studiava i principi attivi. Alla scomparsa del fondatore, nel 1991, l’Orto è stato donato all’Università degli Studi di Milano e attualmente afferisce al Dipartimento di Scienze Farmaceutiche. Dato il clima relativamente mite del lago, all’esterno prosperano varie specie mediterranee, mentre internamente una nuova serra accoglie numerose specie esotiche. Ma si possono osservare anche specie appartenenti alla famiglia delle Solanaceae,ApocynaceaeApiaceaeLamiaceae e delle Rutaceae.

 

La Rete degli Orti Botanici della Lombardia è dunque una piacevole alternativa alla classica passeggiata in montagna o alla tintarella al lago per ritrovare una piacevole sensazione di serenità e leggerezza, “chiacchierando” con fiori, arbusti e piante. E per (re)innamorarsi follemente della natura.

 

Per la stagione 2019 sono in programma:

– aperitivi biologici tutti i giovedì mattina dalle 9.30 alle 12.15: visite guidate all’orto con focus sulle specie botaniche  con degustazioni di bibite biologiche

– appuntamenti culturali il sabato mattina dalle 9.30 alle 12.15 con visite guidate all’orto con focus sulle colture locali con degustazioni tematiche

 

Per la partecipazione è richiesto un contributo di 5€

Prenotazione necessaria

Ott
19
Sab
2019
Del bene e del Bello
Ott 19 giorno intero

Del bene e del Bello

Giornate del Patrimonio Culturale della Vallecamonica e della Valle dei Segni

La quindicesima edizione di “Del Bene e del Bello. Giornate del patrimonio culturale della Valle Camonica, la Valle dei Segni” promette un mese ricco d’appuntamenti. Come il nastro che si avvolge attorno alla copertina dell’opuscolo, così il “bene” ed il “bello” – binomio nel quale la valle ha imparato a riconoscersi – del nostro territorio si svolgeranno lungo tutto ottobre 2019, addobbandolo a festa con le iniziative dei 43 Comuni aderenti, del Distretto Culturale di Valle Camonica e delle associazioni partecipanti.

In particolare…

Sabato 5 ottobre

dalle ore 10.00 Monno RISCOPRIRE LE TRADIZIONI Monno, intersezione via Imavilla –via Roma
In questa giornata verranno seminati la segale e altri prodotti adatti per il periodo e la raccolta delle patate, essendo queste il prodotto caratteristico di Monno. Quest’anno si inizierà con la raccolta, ma riserveremo un angolo nell’orto per poter fare poi la semina in maggio. Questo progetto è nato per far scoprire alle nuove generazioni l’importanza del saper coltivare la terra e promuovere la qualità di questi prodotti. La segale (Secale cereale L.), detta anche segala, è un cereale di montagna che si adatta bene come l’avena anche ad altitudini elevate e resiste ai climi freddi; cresce in terreni difficili e poveri (steppa, brughiera) e matura in fretta.
La segale invernale “grande segale” viene seminata in luglio-agosto e raccolta il settembre dell’anno successivo con un ciclo di crescita di 13- 14 mesi e un raccolto biennale (“riposo d’altitudine”); la “segale dormiente” è seminata in ottobre prima del gelo.

dalle ore 14.00 Artogne   – LIBRIAMOCI CON LA FANTASIA – Museo della stampa “Lodovico Pavoni” via Concordia
All’interno del museo della stampa di Artogne, di cui ricorre il decennale dell’apertura (2009), verrà allestita una mostra di libri di Gianni Rodari, per celebrare il centenario della sua nascita (2020). La mostra sarà la prima di una serie di iniziative culturali che proseguiranno fino a maggio 2020, e che coinvolgeranno anche le scolaresche e le associazioni del territorio.

Ore 14.30 Cedegolo laboratorio “Dal ceppo al gioco”

Ore 14.30 Pisogne Grignaghe tra storia e leggende
Ritrovo al parcheggio di Grignaghe – via Imavilla Grignaghe, frazione di Pisogne Referenti e contatti Rosanna Romele – Biblioteca comunale Tel. 0364 880856 uff.cultura@comune.pisogne.bs.it La frazione di Grignaghe, posta ai margini dei siti minerari della valle del Trobiolo, lungo la Strada del Ferro che collegava alla Val Trompia, ha un’origine sicuramente molto antica. Ciò che caratterizza il borgo è la presenza di sculture medievali in arenaria rossa forse riconducibili al periodo longobardo. Oltre alle testimonianze materiali, il paese conserva echi di antiche leggende custodite dalla memoria popolare e legate ai luoghi attraverso i quali si snoda il percorso. Dal Döch della Caccia Morta ai Morcc de l’Albaret (il cimitero degli appestati del Seicento) passando dalla grotta della strega Madrassa

Dalle ore 15.00 Ponte di Legno Pontedilegno bombardata e risorta. visita al percorso multimediale Centro storico di Ponte di Legno
Partenza percorso c/o infopoint corso milano 37
Visita al percorso multimediale nel centro storico di Ponte di Legno attraverso le fotografie storiche dell’abitato scattate durante il bombardamento avvenuto il 27 settembre 1917 nel corso della prima guerra mondiale. Visita organizzata dalla Proloco Ponte di Legno in collaborazione con la Società Storica e Antropologica di Valle Camonica

dalle ore 15.30 Sellero A perdita d’occhio – il finissage
Ex fornaci – Centro 3T Via Scianica 6 Sellero Vasca SEB Parco tematico Via Ruch Novelle di Sellero Il parco Vasca SEB è l’ex vasca di carico dell’acqua della Società Elettrica Bresciana, usata per alimentare la centrale idroelettrica di Cedegolo, costruita con questa nel 1910. Allestito da Associazione P.I.R. è divenuto un percorso multisensoriale e museale che permette di esplorare pozzi e condotte forzate attraverso un sistema di passerelle in legno; location di eventi d’arte contemporanea è sito di partenza di escursioni. Dal 2017 vi è nato un piccolo centro di orto-terapia. Le ex fornaci da calce di Sellero sono ciò che rimane di un sito produttivo che inizia l’attività negli anni Venti del Novecento, grazie all’utilizzo dell’energia idroelettrica, sfruttando il calcare della Concarena. Oggi centro culturale ha un allestimento museale a congegni ottici 3D, è sede dell’orto verticale in lana (quest’anno inattivo) e di molte attività e sperimentazioni legate alla fruizione del paesaggio attraverso lo sport e l’arte contemporanea. Programma: 15:30/16:30 Visita guidata al sito e all’esposizione presso Vasca Seb 17:00/18:00 Visita guidata al sito e all’esposizione presso ex fornaci- Centro 3t 18:00 presentazione catalogo dell’esposizione Nel corso della giornata nel centro storico dell’abitato sarà fruibile la manifestazione Sapori d’autunno.

Ore 20.30 Cedegolo incontro “I custodi dell’acqua. Storie di lavoro, vita e montagna”

Domenica 6 ottobre

Alle ore 8.30 Loveno Trekking minerario lungo i sentieri dei minatori Complesso minerario di Traversagna e Gaviera
Ritrovo presso il parcheggio nella frazione di Loveno Si consigliano scarponcini da trekking e abbigliamento adatto ad ambienti umidi e a temperature medio-basse (10°C). In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a domenica 13 ottobre.
Notizie dei borghi di Paisco e Loveno prima dell’XI secolo non si hanno con certezza, ma la ricchezza in zona di minerali di ferro avrebbe attratto in valle una notevole attività di carbonai e minatori fin da epoca precedente l’anno Mille. Dal XV secolo troviamo documenti cronologici riguardanti l’attività di estrazione e coltivazione del minerale. Dal 1840 in valle c’è un grande cambiamento: entra in scena il grande industriale Andrea Gregorini, che riunisce tutte le piccole miniere prima divise tra tanti proprietari in un’unica ditta. Il Gregorini introduce il lavoro minorile sfruttando la struttura fisica dei bambini per i piccoli cunicoli, porta le miniere ad imprese di grandi dimensioni aumentando la quantità di lavoro, costruisce la teleferica che dalle miniere di Traversagna e Gaviera conduceva il minerale a Forno Allione per la fusione. Al Gregorini subentrerà nel 1937 l’ILVA; durante la gestione di questa società molti furono gli incidenti e infortuni in miniera. Successivamente, nel 1940 succederà Ferromin che sarà l’ultima società presente; il 30 novembre 1943 ci sarà la chiusura definitiva. Vogliamo con questa visita mostrare un bene storico e nel contempo rendere omaggio a chi, con fatiche e rischiando la propria vita, ci ha lasciato queste gallerie simbolo di operosità, sacrificio e fonte di vita per Paisco Loveno.

dalle ore 9.30 Saviore dell’Adamello a spasso nella natura Partenza dalla piazza municipale di Valle e arrivo all’agriturismo Cà Noa di Saviore Si partirà da Valle, passando per Ponte per arrivare come meta finale a Saviore; durante la passeggiata sarà possibile riconoscere diverse tipologie di piante e fiori da utilizzare in cucina e altre con proprietà mediche. Tutto ciò avverrà con la presenza di esperti nel settore che ci spiegheranno come impiegare le piante che incontreremo lungo il percorso, che si concluderà con un ottimo pranzo di degustazione presso l’agriturismo “Ca Noa”; la cucina ci proporrà qualcosa di tipico cucinato rigorosamente secondo la tradizione. Il percorso è su strada sterrata e non è molto impegnativo: 3/4KM in leggera salita. Una volta arrivati a Saviore, ci sarà la possibilità di prendere il bus-navetta e tornare a Valle per recuperare l’auto

dalle ore 14.00 Cedegolo MUSIL– MUSEO DELL’ENERGIA IDROELETTRICA DI VALLECAMONICA MUSIL – MUSEO DELL’ENERGIA IDROELETTRICA DI VALLECAMONICA Via Roma, 48 – Cedegolo Il percorso espositivo è concepito come esperienza multisensoriale ed interattiva. Gli allestimenti del Museo sollecitano infatti un coinvolgimento fisico-razionale-emotivo: corpo, testa, cuore lavoreranno insieme per spiegare la magica trasformazione di una goccia d’acqua in energia elettrica, con tutte le sue affascinanti coincidenze e conseguenze. Seguendo il “percorso dell’acqua”, dal suo formarsi nell’atmosfera al suo precipitare sulla terra, condensarsi in ghiaccio, raccogliersi nei laghi alpini, essere imbrigliata in dighe artificiali per poi arrivare nella Centrale Idroelettrica, dove si trasforma in elettricità, sarà possibile immergersi nelle storie e nella cultura custodita dal luogo. Si ripercorrerà così l’epopea dei grandi lavori idroelettrici, la storia della costruzione di bacini, condotte, canali e opere idrauliche; si vedrà e comprenderà il funzionamento delle macchine che trasformano il movimento prodotto dall’acqua in elettricità, nonché si indagheranno gli utilizzi, la gestione e i sistemi di distribuzione.

Dalle ore 15.00 Braone Ritrovo presso le scuole elementari STORIA E ATTUALITà DI UN PAESE IN EVOLUZIONE
Il racconto del borgo, con la visione di tre documentari realizzati dalla trasmissione Geo&Geo di RAI3, che raccontano molto bene l’anima del nostro paese. Completerà la trilogia il documentario, sempre tratto dalla prestigiosa trasmissione Geo&Geo, che raconta la storia di un edificio, posto ai margini del centro storico di Braone, una vecchia segheria risalente al periodo della dominazione veneziana, che riconvertita in abitazione, è divenuta un laboratorio di progettazione e applicazione delle tecniche di riciclo e riuso dei materiali in edilizia. Successivamente porteremo i visitatori attraverso le piccole viuzze del centro storico, dove potranno ammirare gli antichi portali in pietra che davano accesso alle corti e le fontane, sempre in pietra. Questo percorso li accompagnerà alla “Casa Torre Bonfadini”, antica dimora dei conti Ronchi, oggi trasformata in sala concerti, dove ha sede il prestigioso Concorso internazionale per giovani musicisti “Rizzardo Bino”. Qui gli ospiti potranno assistere a un piccolo concerto di musica da camera con i musicisti di casa torre Bonfadini, per terminare il pomeriggio assaporando i prodotti dell’antico forno del ‘400 inserito all’interno della storica corte dei conti Ronchi.

Sabato 12

Fiera-di-San-Michele_vezza-oglio-2019 dalle ore 9.00 alle 16.00 VEZZA d’Oglio c/o Via del Piano TRADIZIONALE FIERA DI S. MICHELE | Esposizione di animali, vendita prodotti locali, dimostrazione di lavorazione del latte, bancarelle commerciali, convegno e menù a tema.

 dalle ore 19.30 Vezza d’Oglio c/o Centro Eventi Adamello L’ANTICA e TRADIZIONALE “CENA DEL MAIALE” | Cena tipica su prenotazione, serata danzante ed estrazione sottoscrizione a premi

Ore 15.00 BRENO inaugurazione CONVEGNO ISTA 2019: «STREGONERIA NELLE ALPI. MALEFICI, PROCESSI, INQUISITORI E ROGHI».
Palazzo della Cultura di Breno La società storica e antropologica di Valle Camonica organizza per il giorno 12 ottobre 2019 a Breno la nona edizione degli incontri per lo studio delle tradizioni alpine (i.s.t.a.). L’argomento dell’incontro sarà «Stregoneria nelle alpi. Malefici, processi, inquisitori e roghi». Il convegno, gratuito e aperto a tutti, intende illustrare con uno sguardo interdisciplinare alcune manifestazioni di stregoneria (definita come accusa di presunta attività di magia a danno degli altri per scopi privati o rituali) nell’arco alpino tra l’età medievale e quella moderna. La scelta del tema oggetto dell’incontro ISTA 2019 è legata alla ricorrenza dei 500 anni dai roghi per stregoneria in Valle Camonica, avvenuti nel 1518. A seguito del convegno Società Storica e Antropologica di Valle Camonica intende pubblicare un volume contenente i contributi raccolti.

Ore 15.00 BRENO Ritrovo davanti alla chiesa Arte, storia e cultura nelle chiese più antiche di Breno Chiesa di San Valentino Situata nel cuore della Valle, la cittadina di Breno per secoli è stata il principale borgo camuno. La collina del Castello domina sui vicoli, le piazze, le ville storiche rendono il centro storico carico di fascino e le chiese custodiscono opere d’arte significative. San Valentino è il patrono della cittadina, che gli ha intitolato una chiesa dai tratti architettonici particolarmente interessanti, per secoli meta di pellegrinaggio. L’interno è decorato con affreschi che illustrano la devozione tradizionale della zona.

giorchi-autunno-cividate-cammuno-bene-bello-2019Dalle ore 15.00 alle 16.30 Cividate Camuno GIOCHI D’ AUTUNNO ALL’ANFITEATRO Parco archeologico del teatro e anfiteatro Un pomeriggio con pony e carretto alla scoperta della Valle Camonica romana. L’evento organizzato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Bergamo e Brescia, dal Comune di Cividate Camuno – Commissione biblioteca e dalla Pro Loco cividatese è dedicato ai più piccoli. Il Parco Archeologico del Teatro e dell’Anfiteatro di Cividate Camuno si estende su una superficie di circa 20.000mq nella parte settentrionale dell’antica Civitas Camunnorum, capoluogo politico e amministrativo della Valle Camonica in epoca romana. Inaugurato nel marzo del 2003 al termine di un lungo e complesso intervento di scavo, restauro e valorizzazione, esso offre un eccezionale spaccato monumentale della città antica. All’interno si conservano i resti di un anfiteatro (riportato interamente alla luce nelle strutture perimetrali) e di un teatro (oggi visibile per un terzo del totale, per il resto sepolto sotto un giardino e un’abitazione privati). Completa il complesso una serie di edifici e di ambienti di servizio, tra i quali un sacello e delle piccole terme. Si tratta di uno degli edifici da spettacolo romani meglio conservati di tutta l’Italia Settentrionale.

ore 15.00 Saviore dell’Adamello Il fascino del lavoro artigianale Valle di Saviore – Botteghe artigiane
Il lavoro di un artigiano spesso viene poco considerato, forse a causa dei ritmi elevati che caratterizzano la nostra società; con questo evento vorremmo ridonare valore alla lentezza, alla cura dei particolari. Lo vogliamo fare dando importanza al lavoro dell’artigiano che da un pezzo di legno realizza vere e proprie opere d’arte. Quello che vorremmo maggiormente sarebbe avvicinare i più piccoli a questa realtà dando loro la possibilità di provare da vicino a lavorare a fianco di un artigiano con pazienza e impegno realizzando, attraverso un vero e proprio laboratorio, un ricordo di una giornata vissuta “indietro nel tempo”. Il laboratorio è aperto ai bambini dai 6 ai 13 anni al costo di 5 euro l’uno.

 

metti-una-notte-un-libro-seradina
Dalle ore 20.00 Capo di Ponte METTI UNA NOTTE UN LIBRO…A PASSEGGIO CON IL “BARONE RAMPANTE” DI ITALO CALVINO NEL PARCO DI SERADINA
Parco archeologico comunale di Seradina-Bedolina Capo di Ponte
Il Parco Archeologico Comunale di Seradina-Bedolina viene istituito nel 2005 e raccoglie al proprio interno rocce incise a cavallo dell’Età del Bronzo (2000 a.C) e dell’Età del Ferro (1000 a.C). Oltre che un Parco Archeologico, quest’area può ben essere definita una piccola nicchia naturalistica: il Parco rappresenta infatti anche un piccolo ecosistema. Il microclima che lo caratterizza ha permesso a particolari specie vegetali, come l’Opuntia Compressa (un fico d’India nano dalle infiorescenze gialle e frutti rossi) di trovare il proprio habitat ideale. Posto in posizione panoramica il Parco permette al visitatore di apprezzare il fascino dell’arte rupestre in un contesto “magico” e coinvolgente.

Domenica 13 ottobre

dalle ore 9.00 Angolo Terme  LEGGENDE A COLAZIONE “Salto degli sposi” – Passo della Presolana
Grazie al racconto di leggende e poesie locali, accompagnate da musica dal vivo, “Leggende a Colazione” sarà l’occasione per riscoprire la storia singolare di questo luogo. La località del Salto degli Sposi si raggiunge in circa 10 minuti dopo aver lasciato l’auto in prossimità del Passo della Presolana. é una breve passeggiata adatta a tutti.

dalle ore 9.00 Berzo Demo Viaggio nella Sonza, Poggio della Croce, Dos de l’ora
Subito dopo l’abitato di Monte percorreremo la strada comunale che, sul lato sinistro, si stacca dalla provinciale Cedegolo Cevo, e dopo circa un km raggiungeremo la località “Furna”. Il nostro percorso culturale inizia in quel punto e, tramite un giro ad anello, in un paesaggio reso magico dai colori autunnali, ci porterà a “Sonza”, dove potremo osservare le incisioni rupestri con la più alta concentrazione di caratteri camuno/etruschi. Successivamente camminando comodamente su un sentiero, arriveremo al Poggio della Croce e gusteremo il bellissimo panorama della Valle Camonica. A pochi metri di distanza incroceremo il “Sentiero della Memoria” e verremo a contatto con manufatti, piattaforme per mitragliatrici, gallerie e un Forte della prima della guerra mondiale. A questo punto ci incammineremo verso il rifugio Palam Palè dove potremo pranzare. Da qui inizia il nostro viaggio di rientro passando da “Dergio” dove sono impressi sul terreno i resti del più antico insediamento abitativo della Valsaviore. In cinque minuti torneremo al punto di partenza

Dalle ore 9.00 alle 21.00 Malegno Visita guidata al centro storico e al museo “le Fudine” a cura della Federazione Guide Turistiche Valle Camonica Orario visite: ore 14.00- ore16.00 ritrovo in Piazza Padre Zaccaria Casari DE GUSTIBUS Centro Storico di Malegno Piazza Padre Zaccaria Casari

dalle ore 15.00 Vezza d’Oglio – Spettacolo musicale: “La primavera tarda ad arrivare” – la guerra bianca e l’Adamello con Piergiorgio Cinelli ed Ivana Gatti; – esposizione di artisti locali; – visita libera alla Chiesa di San Clemente San Clemente: tra storia e cultura Zona Chiesa San Clemente Referenti e contatti Pro Loco di Vezza d’Oglio

Sabato 19 ottobre

Ore 14.00 Gorzone (in caso di maltempo, Sabato 26 ottobre) “Luine collina sacra: visita all’arte rupestre di valle camonica per celebrare il 40° del sito unesco” Parco comunale di Luine (Gorzone)
Il sito è tradizionalmente suddiviso in tre aree, ma la visita in programma prevede il percorso classico indicato proprio con il toponimo Luine. Un percorso ad anello in un ambiente naturale da cui si può osservare anche il fondo valle ed il percorso del fiume Oglio verso il Lago d’Iseo. Sulle rocce si potranno ad esempio vedere simboli come la “rosa camuna”
La partecipazione alla visita è gratuita, solo su prenotazione, fino ad esaurimento posti (Massimo 30 persone). é consigliato abbigliamento comodo.

dalle ore 14.00 Paspardo LA CASTAGNA Consorzio della castagna e centro storico Referenti e contatti
La castagna era un tempo l’alimento predominante (albero del pane) nell’alimentazione ed era utilizzata come importante merce di scambio con farina di mais e di frumento nella bassa bresciana. Dopo numerosi decenni di totale abbandono dei castagneti, in questi ultimi anni si sta riscoprendo l’interesse per questo frutto, grazie anche al Consorzio della Castagna di Valle Camonica che ha avviato una campagna di valorizzazione della coltura del castagno. L’attività operativa che questi svolge verte sul risanamento, il recupero e la valorizzazione economico- produttiva dei castagneti della Valle Camonica: la potatura risanante, di conservazione e di sviluppo dei castagni, l’innesto di varietà di notevole pregio e piantumazione di nuovi soggetti innestati in vivaio, la raccolta, l’acquisto, la selezione e la conservazione, oltre alla trasformazione delle castagne. Dalla castagna si diparte poi una filiera di prodotti principalmente dolciari per il contenuto di amido e zuccheri che questa possiede. Il comparto di lavorazione delle castagne e di trasformazione in derivati che il Consorzio ha sviluppato, è costituito da un polo produttivo che annovera vaglio, essiccatoio, sgusciatrice e mulino.

Ore 15.00 BORNO Pitoti de Buren Valzel de Undine Valzel de Undine è un vero tesoro archeologico situato lungo la vecchia strada che da Borno conduce al Convento dell’Annunciata. Pare che in epoca preistorica i nostri antenati si riunissero in questa località per compiere dei “riti sacri”: gli archeologi hanno rinvenuto una composizione monumentale di megaliti ascrivibili all’Età del Rame, tra cui il più conosciuto “Borno 1“, masso erratico, tornato ora nella sua sede originaria.
Questo masso trovato nel 1953 in riva al torrente, inizialmente venne portato nel Museo di Cividate Camuno (nel 1955) per essere poi trasferito a Milano (nel 1961), dove rimase esposto in piazza Duomo sino al 1965 e poi nel Museo Archeologico del capoluogo lombardo sino al 2005. Rientrato in Valle Camonica, venne collocato nel Museo Nazionale della Preistoria di Capo di Ponte e solo nel 2013 nel sito archeologico Valzel de Undine da dove era partito sessant’anni prima.

dalle ore 15.00 Vezza d’Oglio c/o Loc. San Clemente
Spettacolo musicale sulla Guerra Bianca e l’Adamello, esposizione di artisti locali, visita libera alla Chiesa di San Clemente e vin brulé con gli alpini.

Ore 20.30 Saviore dell’Adamello Passeggiata serale alla scoperta di Saviore dell’Adamello la storia racconta Piazza San Giovanni Un’occasione per rivivere la storia millenaria di un piccolo borgo di montagna ricco di curiosità e scorci davvero suggestivi, tutto questo raccontato da Daniela Rossi, guida turistica della federazione guide Valle Camonica, che ci narrerà storie e leggende che si tramandano da molti anni

Domenica 20 ottobre

dalle ore 9.00 Paspardo LA CASTAGNA Consorzio della castagna e centro storico Referenti e contatti
La castagna era un tempo l’alimento predominante (albero del pane) nell’alimentazione ed era utilizzata come importante merce di scambio con farina di mais e di frumento nella bassa bresciana. Dopo numerosi decenni di totale abbandono dei castagneti, in questi ultimi anni si sta riscoprendo l’interesse per questo frutto, grazie anche al Consorzio della Castagna di Valle Camonica che ha avviato una campagna di valorizzazione della coltura del castagno. L’attività operativa che questi svolge verte sul risanamento, il recupero e la valorizzazione economico- produttiva dei castagneti della Valle Camonica: la potatura risanante, di conservazione e di sviluppo dei castagni, l’innesto di varietà di notevole pregio e piantumazione di nuovi soggetti innestati in vivaio, la raccolta, l’acquisto, la selezione e la conservazione, oltre alla trasformazione delle castagne. Dalla castagna si diparte poi una filiera di prodotti principalmente dolciari per il contenuto di amido e zuccheri che questa possiede. Il comparto di lavorazione delle castagne e di trasformazione in derivati che il Consorzio ha sviluppato, è costituito da un polo produttivo che annovera vaglio, essiccatoio, sgusciatrice e mulino.

dalle ore 9.00 Vione Valle di Canè in e -bi k e Ritrovo a Canè frazione di Vione (zona parcheggi all’imbocco della mulattiera per la Valle di Canè)
Una delle più frequentate valli del settore lombardo del Parco dello Stelvio, la Val di Canè, è particolarmente apprezzata per le sue ricchezze naturalisti – che ed architettoniche, il dolce paesaggio e la relativa facilità con cui si avvista la fauna al – pina. È una valle sospesa, di chiara origine glaciale, breve ma piuttosto ampia e poco ri – pida. Canè, che le dà il nome, è una graziosa frazione di Vione – antico e nobile borgo – po – sta su un soleggiato terrazzo a ben 1500 metri di quota. Vi si giunge con la strada che sale dal fondovalle, poco prima di Temù, e passa per Vione. A Cortebona sorge un piccolo centro d’informazioni del Par – co Nazionale e un’interessante vecchia “calchera” ben ristrut – turata. Alla cava ci aspetta un bellissimo panorama sulla bas – sa Val di Canè, particolarmente suggestivo in autunno. La cava di marmo è stata utilizzata fino al 1964. Oggi sono ancora vi – sibili le pareti da cui veniva estratto il marmo. Gita con mountain bike elet – trica in valle di Canè lungo la mulattiera che conduce all’al – peggio Cortebona per poi proseguire in direzione Cava del Marmo. Per chi lo deside – ra, previa prenotazione entro il 17 Ottobre, saranno attive le seguenti convenzioni: noleg – gio di e-bike al prezzo di 20€ (Scuola Italiana di MTB Ada – mello Bike) e pranzo al risto – rante al prezzo di 20€ (Trattoria Cavallino, Canè).

Dalle ore 14.30 Niardo Ritrovo presso l’Oasi del Beato Innocenzo tra sacralità e lavoro Oasi del Beato Innocenzo Referenti e contatti Roberta Calzoni
Nella preziosa “Oasi del Beato” si trova la casa natale del Beato Innocenzo, nato a Niardo il 14 marzo del 1844. Proprio in occasione di “Del Bene e del Bello” sarà possibile visitare la casa museo. Nel cortile antistante sarà possibile conoscere ed osservare le tecniche di lavorazione artigiana tipiche del paese.

Ore 15.00 BRENO Ritrovo davanti alla chiesa Arte, storia e cultura nelle chiese più antiche di Breno Chiesa di San Valentino Situata nel cuore della Valle, la cittadina di Breno per secoli è stata il principale borgo camuno. La collina del Castello domina sui vicoli, le piazze, le ville storiche rendono il centro storico carico di fascino e le chiese custodiscono opere d’arte significative. San Valentino è il patrono della cittadina, che gli ha intitolato una chiesa dai tratti architettonici particolarmente interessanti, per secoli meta di pellegrinaggio. L’interno è decorato con affreschi che illustrano la devozione tradizionale della zona.

Sabato 26 ottobre

Ore 14.30 Berzo inferiore   inaugurazione con visita
Il museo “Il Velocipede – Museo storico della bicicletta” è situato in piazza Umberto I, nei locali dell’antica palazzina ex sede del Municipio comunale, dove ora sono custudite una serie di collezioni private con decine di mezzi d’epoca, con un corredo di grandi pannellature che rappresentano sia in maniera descrittiva che raffigurativa tutta l’evoluzione dei mezzi a due ruote, dalla nascita agli anni Ottanta del ventesimo secolo.

Dalle ore 17.30 Bienno DE COLORE. LEONARDO E L’INTERPRETAZIONE CONTEMPORANEA Casa degli artisti via Carotti Bienno Casa Valiga è un piccolo edificio dalla facciata rinascimentale che contiene elementi architettonici e soluzioni decorative di pregio. L’intonaco in facciata conserva tracce di una decorazione a losanghe. Il palazzetto, preceduto da un piccolissimo cortile acciottolato, era la sede commerciale e di rappresentanza del vicino palazzo ed apparteneva probabilmente ad una famiglia di mercanti. Infatti nel salone al piano nobile, sono state ritrovate due scritte la cui traduzione (“Il darsi da fare è madre delle ricchezze” e “Il suo danno è il tuo guadagno”) è un vero manifesto ideologico dell’attiva borghesia mercantile. Oggi Casa Valiga è di proprietà della Comunità Montana di Valle Camonica e, con la sua area espositiva e con i suoi laboratori, è a disposizione degli artisti del progetto “Borgo degli artisti” che soggiornano in Valle, grazie al progetto, per brevi periodi di tempo dando dimostrazione della propria maestria.

Domenica 27 ottobre

Ore 9.00 Berzo inferiore visita guidata Il velocipede – Museo storico della bicicletta Piazza Umberto I

Dalle ore 15.00 alle 19.00 Ono San pietro Ritrovo alle ore 14 in Piazza Roma “Il cuore delle case” alla scoperta degli antichi forni per la cottura del pane Sala delle cutura, piazza Roma Contatti Moira Troncatti Tel. 348 4595374 Comune Tel. 0364 434490 Grazie alla ricerca portata avanti dai comuni dell’Eco museo “Concarena montagna di luce”, anche Ono San Pietro ha potuto riscoprire l’esatta collocazione dei forni tradizionali utilizzati fino agli anni cinquanta del Novecento nelle case del centro storico. Durante la giornata verrà rimesso in funzione un forno, con dimostrazione della cottura del pane utilizzando le tecniche tradizionali.

Scopri il ricchissimo e dettagliato programma della rassegna

Il bramito dei cervi
Ott 19@8:00–17:30
Il bramito dei cervi @ Casa del Parco dell’Adamello di Vezza | Vezza d'Oglio | Lombardia | Italia

Il bramito dei cervi
Escursione faunistica per famiglie per ascoltare e, con un po’ di fortuna, osservare i cervi in amore.

Dal 22 settembre al 20 ottobre, con partenza alle ore 8:00 circa dalla Casa del Parco di Vezza e ritorno alle ore 17:30 circa.

– La partecipazione alle escursioni ed attività necessita di ISCRIZIONE OBBLIGATORIA presso la Casa del Parco dell’Adamello di Vezza d’Oglio, entro le ore 18.00 del giorno precedente l’attività (salvo esaurimento posti).

– Equipaggiamento: scarpe da trekking o scarponcini da montagna, zaino con pranzo al sacco per attività giornaliere per famiglie/bambini e merenda per attività pomeridiana bimbi, giacca a vento, borraccia, ombrellino, cappellino da sole.

– Costo attività: PASEGGIATE/ESCURSIONI PER FAMIGLIE ATTIVITÀ PER BAMBINI/RAGAZZI giornaliera adulti € 8.00 giornaliera € 8.00 a bambino/ragazzo giornaliera bambini < 14 anni € 6.00 ½ giornata € 5.00 a bambino/ragazzo giornaliera famiglie (2 adulti, 2 bambini) € 20.00 gratuità per bambini con età inferiore a 6 anni

Mostra fotografica: la colonna sonora di un paese
Ott 19@9:00–19:00
Mostra fotografica: la colonna sonora di un paese @ Sala Colonne

Mostra fotografica: la colonna sonora di un paese

a cura di Firmo Novaglio e Jenef Brunori, Associazione “Bovezzo: la gente, i luoghi, le storie”

Foto, anche inedite, che raccontano 100 anni della storia dell’Accademia G. Gabrieli.

In occasione del Centenario del Complesso Filarmonico e del 40° Anniversario di Fondazione dell’Accademia Musicale G. Gabrieli di Bovezzo è stata organizzata una mostra fotografica che ripercorre i momenti più significativi dell’ensemble con fotografie inedite, volantini, partiture antiche.

Data: dal 19 al 27 ottobre 2019

* Apertura sabato 19 ottobre ore 20:30
* Chiusura domenica 27 ottobre ore 20:30
Orario:
* sabato e domenica: 9-00/12-00 e 15-00/19-00
* dal lunedì al venerdì 15-00/19-00

Gratuito?
Serve prenotare?No, accesso libero

Destinatari: proposta adatta a tutta la famiglia

Annotazioni da sapere: Da vedere senz’altro!

© 2019 Copyright Bresciabimbi 2019.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987.