fbpx

Calendar

Ott
3
Mer
2018
Gruppi di parola per adolescenti
Ott 3@20:00–22:00
Gruppi di parola per adolescenti @ Castrezzato | Castrezzato | Lombardia | Italia

Genitori, i vostri figli stanno diventando grandi? sono nel periodo dell’adolescenza e voi non sapete più come fare a gestirli? spesso ci sono incomprensioni tra di voi? Li vedete sempre tristi ed insoddisfatti?

Il “GRUPPO DI PAROLA PER ADOLESCENTI” è stato pensato proprio per questo, a Castrezzato ad Ottobre si terranno 4 incontri pensati ad hoc per i ragazzi per confrontarsi con i loro pari su tematiche sensibili come: sessualità, amicizia e cambiamenti fisici.

I gruppi saranno condotti da due psicologhe:
– Dott.ssa Viviana Cornali (Psicologa e Operatrice di Training Autogeno)
– Dott.ssa Sara Gerolla (Psicologa, Sessuologa e Sessoanalista)

Ott
10
Mer
2018
Gruppi di parola per adolescenti
Ott 10@20:00–22:00
Gruppi di parola per adolescenti @ Castrezzato | Castrezzato | Lombardia | Italia

Genitori, i vostri figli stanno diventando grandi? sono nel periodo dell’adolescenza e voi non sapete più come fare a gestirli? spesso ci sono incomprensioni tra di voi? Li vedete sempre tristi ed insoddisfatti?

Il “GRUPPO DI PAROLA PER ADOLESCENTI” è stato pensato proprio per questo, a Castrezzato ad Ottobre si terranno 4 incontri pensati ad hoc per i ragazzi per confrontarsi con i loro pari su tematiche sensibili come: sessualità, amicizia e cambiamenti fisici.

I gruppi saranno condotti da due psicologhe:
– Dott.ssa Viviana Cornali (Psicologa e Operatrice di Training Autogeno)
– Dott.ssa Sara Gerolla (Psicologa, Sessuologa e Sessoanalista)

Ott
17
Mer
2018
Gruppi di parola per adolescenti
Ott 17@20:00–22:00
Gruppi di parola per adolescenti @ Castrezzato | Castrezzato | Lombardia | Italia

Genitori, i vostri figli stanno diventando grandi? sono nel periodo dell’adolescenza e voi non sapete più come fare a gestirli? spesso ci sono incomprensioni tra di voi? Li vedete sempre tristi ed insoddisfatti?

Il “GRUPPO DI PAROLA PER ADOLESCENTI” è stato pensato proprio per questo, a Castrezzato ad Ottobre si terranno 4 incontri pensati ad hoc per i ragazzi per confrontarsi con i loro pari su tematiche sensibili come: sessualità, amicizia e cambiamenti fisici.

I gruppi saranno condotti da due psicologhe:
– Dott.ssa Viviana Cornali (Psicologa e Operatrice di Training Autogeno)
– Dott.ssa Sara Gerolla (Psicologa, Sessuologa e Sessoanalista)

Ott
24
Mer
2018
Gruppi di parola per adolescenti
Ott 24@20:00–22:00
Gruppi di parola per adolescenti @ Castrezzato | Castrezzato | Lombardia | Italia

Genitori, i vostri figli stanno diventando grandi? sono nel periodo dell’adolescenza e voi non sapete più come fare a gestirli? spesso ci sono incomprensioni tra di voi? Li vedete sempre tristi ed insoddisfatti?

Il “GRUPPO DI PAROLA PER ADOLESCENTI” è stato pensato proprio per questo, a Castrezzato ad Ottobre si terranno 4 incontri pensati ad hoc per i ragazzi per confrontarsi con i loro pari su tematiche sensibili come: sessualità, amicizia e cambiamenti fisici.

I gruppi saranno condotti da due psicologhe:
– Dott.ssa Viviana Cornali (Psicologa e Operatrice di Training Autogeno)
– Dott.ssa Sara Gerolla (Psicologa, Sessuologa e Sessoanalista)

Gen
24
Gio
2019
Le parole del corpo… la relazione prende corpo
Gen 24@15:00–16:30
Le parole del corpo... la relazione prende corpo @ oratorio SGB Borgosatollo | Borgosatollo | Italia

Percorsi di educazione all’affettività e alla corporeità

Presentazione del percorso ai genitori giovedì 24 gennaio 2019 alle 20.30 in oratorio

Il percorso per 2a e 3a media insieme si svolgerà:

Ven. 01/02/2019
Ven. 08/02/2019
Ven. 15/02/2019
Ven. 22/02/2019
dalle 15.00 alle 16.30 all’oratorio SGB

Restituzione finale ai genitori giovedì 07 marzo 2019 alle 20.30 in oratorio

Il rapporto con il proprio corpo in trasformazione rappresenta sicuramente una delle questioni chiave che si trovano ad affrontare i preadolescenti di ogni epoca. Nella società odierna il corpo viene spesso ad assumere una valenza particolare, non sempre di segno positivo e non sempre frutto di una visione integrata che concepisca il corpo come soggetto e non come oggetto. Inoltre l’avvento del digitale ha modificato profondamente anche la percezione e l’espressione della propria corporeità e del modo di entrare in relazione.

Da queste considerazioni nasce l’idea di un progetto rivolto ai ragazzi di II e III media centrato sulle dimensioni della corporeità, dell’emotività e delle relazioni, declinate in base ai contesti principali che essi vivono e sperimentano, e attento ai cambiamenti che stanno attraversando.

Obiettivi L’obiettivo degli incontri è quello di promuovere il benessere dei ragazzi, attraverso un percorso di crescita personale in un quadro di formazione di gruppo. Il percorso prende avvio da una riflessione sul corpo e i cambiamenti, più o meno visibili, legati alla fascia di età che i preadolescenti stanno attraversando. Il corpo è visto non solo nel suo aspetto materiale, ma anche come veicolo di comunicazione ed emozioni. La seconda parte del percorso si sofferma proprio sul tema delle emozioni, su come queste sono vissute e sperimentate. La terza parte del percorso approfondisce quindi l’aspetto del corpo che entra in relazione con l’altro: un corpo emotivo, un corpo pensante e dunque un corpo “comunicativo”.

Il contesto contemporaneo, caratterizzato dalla diffusione dei social media e di nuove modalità di comunicazione pone nuove sfide e opportunità, che saranno uno dei temi del percorso, attraverso un affondo sul tema dei social network e su come le relazioni vengano vissute attraverso questi (come cambia la comunicazione? Come viene usato il corpo? Differenza tra relazioni reali e virtuali). Il percorso si articola in quattro incontri tenuti dalla Dott.ssa Chiara Scaratti, psicologa e psicoterapeuta. La modalità di conduzione è attiva e prevede il coinvolgimento e la partecipazione di tutti i ragazzi attraverso lavori di gruppo, momenti di discussione e attività.

I genitori saranno coinvolti prima dell’inizio del percorso in un momento di incontro in cui verranno presentati gli obiettivi e le modalità di svolgimento del percorso con i ragazzi e saranno accolte le loro eventuali domande ed esigenze, e alla fine di tutto il percorso per un momento di restituzione

Gen
28
Lun
2019
Giovani da sballo
Gen 28@20:30–22:00
Giovani da sballo @ Teatro Agorà Ospitaletto

“Giovani da sballo”: storie di eccessi. Dove i protagonisti sono i giovani

Storie di anoressia, bulimia, abuso di alcol, uso di sostanze stupefacenti, ludopatia, violenza familiare.

Protagonisti gli adolescenti nell’incontro rivolto a genitori, educatori e appunto i ragazzi, che il Comune di Ospitaletto, con l’assessorato alla Pubblica Istruzione e alla Cultura, in collaborazione con la Parrocchia di S. Giacomo Maggiore, l’Istituto Comprensivo di Ospitaletto e l’A.ge. – l’associazione italiana genitori sez. di Ospitaletto, ha messo in calendario per lunedì 28 gennaio alle ore 20,30 presso il Teatro Agorà.

All’incontro parteciperà il poliziotto Antonio Savoldi, autore del libro “Con questi occhi, con queste mani, con questo cuore” e Mauro Bernardi, dell’associazione EnjoySki Sport Onlus.

Feb
1
Ven
2019
Le parole del corpo… la relazione prende corpo
Feb 1@15:00–16:30
Le parole del corpo... la relazione prende corpo @ oratorio SGB Borgosatollo | Borgosatollo | Italia

Percorsi di educazione all’affettività e alla corporeità

Presentazione del percorso ai genitori giovedì 24 gennaio 2019 alle 20.30 in oratorio

Il percorso per 2a e 3a media insieme si svolgerà:

Ven. 01/02/2019
Ven. 08/02/2019
Ven. 15/02/2019
Ven. 22/02/2019
dalle 15.00 alle 16.30 all’oratorio SGB

Restituzione finale ai genitori giovedì 07 marzo 2019 alle 20.30 in oratorio

Il rapporto con il proprio corpo in trasformazione rappresenta sicuramente una delle questioni chiave che si trovano ad affrontare i preadolescenti di ogni epoca. Nella società odierna il corpo viene spesso ad assumere una valenza particolare, non sempre di segno positivo e non sempre frutto di una visione integrata che concepisca il corpo come soggetto e non come oggetto. Inoltre l’avvento del digitale ha modificato profondamente anche la percezione e l’espressione della propria corporeità e del modo di entrare in relazione.

Da queste considerazioni nasce l’idea di un progetto rivolto ai ragazzi di II e III media centrato sulle dimensioni della corporeità, dell’emotività e delle relazioni, declinate in base ai contesti principali che essi vivono e sperimentano, e attento ai cambiamenti che stanno attraversando.

Obiettivi L’obiettivo degli incontri è quello di promuovere il benessere dei ragazzi, attraverso un percorso di crescita personale in un quadro di formazione di gruppo. Il percorso prende avvio da una riflessione sul corpo e i cambiamenti, più o meno visibili, legati alla fascia di età che i preadolescenti stanno attraversando. Il corpo è visto non solo nel suo aspetto materiale, ma anche come veicolo di comunicazione ed emozioni. La seconda parte del percorso si sofferma proprio sul tema delle emozioni, su come queste sono vissute e sperimentate. La terza parte del percorso approfondisce quindi l’aspetto del corpo che entra in relazione con l’altro: un corpo emotivo, un corpo pensante e dunque un corpo “comunicativo”.

Il contesto contemporaneo, caratterizzato dalla diffusione dei social media e di nuove modalità di comunicazione pone nuove sfide e opportunità, che saranno uno dei temi del percorso, attraverso un affondo sul tema dei social network e su come le relazioni vengano vissute attraverso questi (come cambia la comunicazione? Come viene usato il corpo? Differenza tra relazioni reali e virtuali). Il percorso si articola in quattro incontri tenuti dalla Dott.ssa Chiara Scaratti, psicologa e psicoterapeuta. La modalità di conduzione è attiva e prevede il coinvolgimento e la partecipazione di tutti i ragazzi attraverso lavori di gruppo, momenti di discussione e attività.

I genitori saranno coinvolti prima dell’inizio del percorso in un momento di incontro in cui verranno presentati gli obiettivi e le modalità di svolgimento del percorso con i ragazzi e saranno accolte le loro eventuali domande ed esigenze, e alla fine di tutto il percorso per un momento di restituzione

Feb
12
Mar
2019
Giochiamo a scacchi a Borgosatollo
Feb 12@6:00–9:30
Giochiamo a scacchi a Borgosatollo @ Biblioteca Borgosatollo | Borgosatollo | Italia

Prima lezione del corso di scacchi in biblioteca per ragazzi e adulti per imparare questo gioco e soprattutto imparare a pensare prima di agire

Sono a disposizione due fasce orarie:
dalle 18.00 alle 19.30 per ragazzi
dall 20.30 alle 22.30 per adulti

Scopri di più sul corso di scacchi

Mar
8
Ven
2019
Le parole del corpo… la relazione prende corpo
Mar 8@15:00–16:30
Le parole del corpo... la relazione prende corpo @ oratorio SGB Borgosatollo | Borgosatollo | Italia

Percorsi di educazione all’affettività e alla corporeità

Presentazione del percorso ai genitori giovedì 24 gennaio 2019 alle 20.30 in oratorio

Il percorso per 2a e 3a media insieme si svolgerà:

Ven. 01/02/2019
Ven. 08/02/2019
Ven. 15/02/2019
Ven. 22/02/2019
dalle 15.00 alle 16.30 all’oratorio SGB

Restituzione finale ai genitori giovedì 07 marzo 2019 alle 20.30 in oratorio

Il rapporto con il proprio corpo in trasformazione rappresenta sicuramente una delle questioni chiave che si trovano ad affrontare i preadolescenti di ogni epoca. Nella società odierna il corpo viene spesso ad assumere una valenza particolare, non sempre di segno positivo e non sempre frutto di una visione integrata che concepisca il corpo come soggetto e non come oggetto. Inoltre l’avvento del digitale ha modificato profondamente anche la percezione e l’espressione della propria corporeità e del modo di entrare in relazione.

Da queste considerazioni nasce l’idea di un progetto rivolto ai ragazzi di II e III media centrato sulle dimensioni della corporeità, dell’emotività e delle relazioni, declinate in base ai contesti principali che essi vivono e sperimentano, e attento ai cambiamenti che stanno attraversando.

Obiettivi L’obiettivo degli incontri è quello di promuovere il benessere dei ragazzi, attraverso un percorso di crescita personale in un quadro di formazione di gruppo. Il percorso prende avvio da una riflessione sul corpo e i cambiamenti, più o meno visibili, legati alla fascia di età che i preadolescenti stanno attraversando. Il corpo è visto non solo nel suo aspetto materiale, ma anche come veicolo di comunicazione ed emozioni. La seconda parte del percorso si sofferma proprio sul tema delle emozioni, su come queste sono vissute e sperimentate. La terza parte del percorso approfondisce quindi l’aspetto del corpo che entra in relazione con l’altro: un corpo emotivo, un corpo pensante e dunque un corpo “comunicativo”.

Il contesto contemporaneo, caratterizzato dalla diffusione dei social media e di nuove modalità di comunicazione pone nuove sfide e opportunità, che saranno uno dei temi del percorso, attraverso un affondo sul tema dei social network e su come le relazioni vengano vissute attraverso questi (come cambia la comunicazione? Come viene usato il corpo? Differenza tra relazioni reali e virtuali). Il percorso si articola in quattro incontri tenuti dalla Dott.ssa Chiara Scaratti, psicologa e psicoterapeuta. La modalità di conduzione è attiva e prevede il coinvolgimento e la partecipazione di tutti i ragazzi attraverso lavori di gruppo, momenti di discussione e attività.

I genitori saranno coinvolti prima dell’inizio del percorso in un momento di incontro in cui verranno presentati gli obiettivi e le modalità di svolgimento del percorso con i ragazzi e saranno accolte le loro eventuali domande ed esigenze, e alla fine di tutto il percorso per un momento di restituzione

Mar
15
Ven
2019
Le parole del corpo… la relazione prende corpo
Mar 15@15:00–16:30
Le parole del corpo... la relazione prende corpo @ oratorio SGB Borgosatollo | Borgosatollo | Italia

Percorsi di educazione all’affettività e alla corporeità

Presentazione del percorso ai genitori giovedì 24 gennaio 2019 alle 20.30 in oratorio

Il percorso per 2a e 3a media insieme si svolgerà:

Ven. 01/02/2019
Ven. 08/02/2019
Ven. 15/02/2019
Ven. 22/02/2019
dalle 15.00 alle 16.30 all’oratorio SGB

Restituzione finale ai genitori giovedì 07 marzo 2019 alle 20.30 in oratorio

Il rapporto con il proprio corpo in trasformazione rappresenta sicuramente una delle questioni chiave che si trovano ad affrontare i preadolescenti di ogni epoca. Nella società odierna il corpo viene spesso ad assumere una valenza particolare, non sempre di segno positivo e non sempre frutto di una visione integrata che concepisca il corpo come soggetto e non come oggetto. Inoltre l’avvento del digitale ha modificato profondamente anche la percezione e l’espressione della propria corporeità e del modo di entrare in relazione.

Da queste considerazioni nasce l’idea di un progetto rivolto ai ragazzi di II e III media centrato sulle dimensioni della corporeità, dell’emotività e delle relazioni, declinate in base ai contesti principali che essi vivono e sperimentano, e attento ai cambiamenti che stanno attraversando.

Obiettivi L’obiettivo degli incontri è quello di promuovere il benessere dei ragazzi, attraverso un percorso di crescita personale in un quadro di formazione di gruppo. Il percorso prende avvio da una riflessione sul corpo e i cambiamenti, più o meno visibili, legati alla fascia di età che i preadolescenti stanno attraversando. Il corpo è visto non solo nel suo aspetto materiale, ma anche come veicolo di comunicazione ed emozioni. La seconda parte del percorso si sofferma proprio sul tema delle emozioni, su come queste sono vissute e sperimentate. La terza parte del percorso approfondisce quindi l’aspetto del corpo che entra in relazione con l’altro: un corpo emotivo, un corpo pensante e dunque un corpo “comunicativo”.

Il contesto contemporaneo, caratterizzato dalla diffusione dei social media e di nuove modalità di comunicazione pone nuove sfide e opportunità, che saranno uno dei temi del percorso, attraverso un affondo sul tema dei social network e su come le relazioni vengano vissute attraverso questi (come cambia la comunicazione? Come viene usato il corpo? Differenza tra relazioni reali e virtuali). Il percorso si articola in quattro incontri tenuti dalla Dott.ssa Chiara Scaratti, psicologa e psicoterapeuta. La modalità di conduzione è attiva e prevede il coinvolgimento e la partecipazione di tutti i ragazzi attraverso lavori di gruppo, momenti di discussione e attività.

I genitori saranno coinvolti prima dell’inizio del percorso in un momento di incontro in cui verranno presentati gli obiettivi e le modalità di svolgimento del percorso con i ragazzi e saranno accolte le loro eventuali domande ed esigenze, e alla fine di tutto il percorso per un momento di restituzione

Mar
22
Ven
2019
Le parole del corpo… la relazione prende corpo
Mar 22@15:00–16:30
Le parole del corpo... la relazione prende corpo @ oratorio SGB Borgosatollo | Borgosatollo | Italia

Percorsi di educazione all’affettività e alla corporeità

Presentazione del percorso ai genitori giovedì 24 gennaio 2019 alle 20.30 in oratorio

Il percorso per 2a e 3a media insieme si svolgerà:

Ven. 01/02/2019
Ven. 08/02/2019
Ven. 15/02/2019
Ven. 22/02/2019
dalle 15.00 alle 16.30 all’oratorio SGB

Restituzione finale ai genitori giovedì 07 marzo 2019 alle 20.30 in oratorio

Il rapporto con il proprio corpo in trasformazione rappresenta sicuramente una delle questioni chiave che si trovano ad affrontare i preadolescenti di ogni epoca. Nella società odierna il corpo viene spesso ad assumere una valenza particolare, non sempre di segno positivo e non sempre frutto di una visione integrata che concepisca il corpo come soggetto e non come oggetto. Inoltre l’avvento del digitale ha modificato profondamente anche la percezione e l’espressione della propria corporeità e del modo di entrare in relazione.

Da queste considerazioni nasce l’idea di un progetto rivolto ai ragazzi di II e III media centrato sulle dimensioni della corporeità, dell’emotività e delle relazioni, declinate in base ai contesti principali che essi vivono e sperimentano, e attento ai cambiamenti che stanno attraversando.

Obiettivi L’obiettivo degli incontri è quello di promuovere il benessere dei ragazzi, attraverso un percorso di crescita personale in un quadro di formazione di gruppo. Il percorso prende avvio da una riflessione sul corpo e i cambiamenti, più o meno visibili, legati alla fascia di età che i preadolescenti stanno attraversando. Il corpo è visto non solo nel suo aspetto materiale, ma anche come veicolo di comunicazione ed emozioni. La seconda parte del percorso si sofferma proprio sul tema delle emozioni, su come queste sono vissute e sperimentate. La terza parte del percorso approfondisce quindi l’aspetto del corpo che entra in relazione con l’altro: un corpo emotivo, un corpo pensante e dunque un corpo “comunicativo”.

Il contesto contemporaneo, caratterizzato dalla diffusione dei social media e di nuove modalità di comunicazione pone nuove sfide e opportunità, che saranno uno dei temi del percorso, attraverso un affondo sul tema dei social network e su come le relazioni vengano vissute attraverso questi (come cambia la comunicazione? Come viene usato il corpo? Differenza tra relazioni reali e virtuali). Il percorso si articola in quattro incontri tenuti dalla Dott.ssa Chiara Scaratti, psicologa e psicoterapeuta. La modalità di conduzione è attiva e prevede il coinvolgimento e la partecipazione di tutti i ragazzi attraverso lavori di gruppo, momenti di discussione e attività.

I genitori saranno coinvolti prima dell’inizio del percorso in un momento di incontro in cui verranno presentati gli obiettivi e le modalità di svolgimento del percorso con i ragazzi e saranno accolte le loro eventuali domande ed esigenze, e alla fine di tutto il percorso per un momento di restituzione

Mar
26
Mar
2019
Imparare con il tablet
Mar 26@17:00–18:00
Imparare con il tablet @ webinair online

webinar AID: martedì 26 marzo 2019 dalle 17.00 alle 18.00, affronteremo il tema “imparare con il tablet”.

Mario Menghi ed Andrea Berto, docenti e formatori AID, spiegheranno come organizzare un efficace metodo di studio con principali app di iOS e Android, in un’ottica di autonomia di apprendimento.

Il webinar è rivolto in particolare agli studenti con DSA ma è aperto a tutti gli interessati (docenti, genitori).

Trattandosi di un seminario online in diretta, i partecipanti potranno interagire con il relatore mediante chat, per sottoporre quesiti.

Il webinar ha un costo di:

  • 5 euro per i soci AID
  • 10 euro per i non soci

Per partecipare al webinar:

  • compila il form di iscrizione,
  • procedi al versamento della quota di partecipazione (è attivo anche il pagamento con carta del docente)

Successivamente all’acquisto, riceverai, con un preavviso di qualche giorno rispetto alla data del webinar, una mail con il link di accesso, attivo solo il 26 marzo, dalle ore 17.00 alle ore 18.00.

Entro qualche ora dalla conclusione del webinar riceverai in automatico un link per poter rivedere la registrazione online.

Mag
8
Mer
2019
Come SUPERare gli esami
Mag 8@15:00–19:00
Come SUPERare gli esami @ Centro il Falò

Un percorso di 4 incontri in cui, attraverso esercitazioni pratiche, insegneremo agli alunni come affrontare gli esami di 3 media e della maturità.

Il dottor Claudio Teruzzi  aiuterà gli studenti a gestire le proprie risorse utilizzando al meglio i tempi e le energie, costruendo strategie per centrare l’obiettivo.

Le date sono:
8-15-22-29 maggio dalle 15-16.30 e 16.30-18.

Mag
15
Mer
2019
Come SUPERare gli esami
Mag 15@15:00–19:00
Come SUPERare gli esami @ Centro il Falò

Un percorso di 4 incontri in cui, attraverso esercitazioni pratiche, insegneremo agli alunni come affrontare gli esami di 3 media e della maturità.

Il dottor Claudio Teruzzi  aiuterà gli studenti a gestire le proprie risorse utilizzando al meglio i tempi e le energie, costruendo strategie per centrare l’obiettivo.

Le date sono:
8-15-22-29 maggio dalle 15-16.30 e 16.30-18.

Mag
22
Mer
2019
Come SUPERare gli esami
Mag 22@15:00–19:00
Come SUPERare gli esami @ Centro il Falò

Un percorso di 4 incontri in cui, attraverso esercitazioni pratiche, insegneremo agli alunni come affrontare gli esami di 3 media e della maturità.

Il dottor Claudio Teruzzi  aiuterà gli studenti a gestire le proprie risorse utilizzando al meglio i tempi e le energie, costruendo strategie per centrare l’obiettivo.

Le date sono:
8-15-22-29 maggio dalle 15-16.30 e 16.30-18.

Mag
29
Mer
2019
Come SUPERare gli esami
Mag 29@15:00–19:00
Come SUPERare gli esami @ Centro il Falò

Un percorso di 4 incontri in cui, attraverso esercitazioni pratiche, insegneremo agli alunni come affrontare gli esami di 3 media e della maturità.

Il dottor Claudio Teruzzi  aiuterà gli studenti a gestire le proprie risorse utilizzando al meglio i tempi e le energie, costruendo strategie per centrare l’obiettivo.

Le date sono:
8-15-22-29 maggio dalle 15-16.30 e 16.30-18.

Giu
15
Sab
2019
La maschera e te stesso
Giu 15@9:15–18:30
La maschera e te stesso @ Teatro Zero Negativo

Teatro ed Emozioni rivolto ad educatori, insegnanti, animatori, attori, operatori del benessere e chiunque desideri educare la propria capacità espressiva attraverso la cassa di risonanza interiore più potente che ci sia: la Maschera.

QUANTE MASCHERE INDOSSIAMO IN UNA GIORNATA?

Il laboratorio prevede moduli pratico-teorici rivolti alla scoperta del Paradosso della Maschera: la Maschera “non nasconde” ma “rivela” la parte più intima di noi stessi.

Il workshop “La Maschera & Te Stesso” analizza attraverso la pratica del TEATRO e l’educazione alle EMOZIONI, le dinamiche che scaturiscono nella relazione con se stessi e con gli altri, proponendo alcune strategie per meglio comprendere e farsi comprendere dai nostri interlocutori.

USIAMO SEMPRE LA MASCHERA PIU’ OPPORTUNA?

La formazione prevede la partecipazione attiva dei partecipanti e un approccio metodologico fondato sui principi dell’educazione non-formale.

ARE YOU READY TO BE REAL?
(Patch Adams)

Quota di partecipazione €130,00 La quota comprende tessera associativa/assicurativa arci valida a livello nazionale.

Il corso è tenuto da: Maria Acampa presidente e fondatrice Teatro Zero Negativo,
Laureata in scienza della comunicazione e Marketing e comunicazione, Insegnante di Teatro ha completato gli studi all’accademia Teatrale di Firenze.

 

Un workshop di Teatro ed Emozioni rivolto ad educatori, insegnanti, animatori, attori, operatori del benessere e chiunque desideri educare la propria capacità espressiva attraverso la cassa di risonanza interiore più potente che ci sia: LA MASCHERA.

Giu
16
Dom
2019
La maschera e te stesso
Giu 16@9:15–18:30
La maschera e te stesso @ Teatro Zero Negativo

Teatro ed Emozioni rivolto ad educatori, insegnanti, animatori, attori, operatori del benessere e chiunque desideri educare la propria capacità espressiva attraverso la cassa di risonanza interiore più potente che ci sia: la Maschera.

QUANTE MASCHERE INDOSSIAMO IN UNA GIORNATA?

Il laboratorio prevede moduli pratico-teorici rivolti alla scoperta del Paradosso della Maschera: la Maschera “non nasconde” ma “rivela” la parte più intima di noi stessi.

Il workshop “La Maschera & Te Stesso” analizza attraverso la pratica del TEATRO e l’educazione alle EMOZIONI, le dinamiche che scaturiscono nella relazione con se stessi e con gli altri, proponendo alcune strategie per meglio comprendere e farsi comprendere dai nostri interlocutori.

USIAMO SEMPRE LA MASCHERA PIU’ OPPORTUNA?

La formazione prevede la partecipazione attiva dei partecipanti e un approccio metodologico fondato sui principi dell’educazione non-formale.

ARE YOU READY TO BE REAL?
(Patch Adams)

Quota di partecipazione €130,00 La quota comprende tessera associativa/assicurativa arci valida a livello nazionale.

Il corso è tenuto da: Maria Acampa presidente e fondatrice Teatro Zero Negativo,
Laureata in scienza della comunicazione e Marketing e comunicazione, Insegnante di Teatro ha completato gli studi all’accademia Teatrale di Firenze.

 

Un workshop di Teatro ed Emozioni rivolto ad educatori, insegnanti, animatori, attori, operatori del benessere e chiunque desideri educare la propria capacità espressiva attraverso la cassa di risonanza interiore più potente che ci sia: LA MASCHERA.

Lug
4
Gio
2019
Collebeato summer events
Lug 4@10:58–11:58
Collebeato summer events @ “Porta del Parco” (Ex Cembre)

Summer Events sono una serie di appuntamenti estivi rivolti ai giovani di Collebeato e del Villaggio Prealpino nati tra il 2004 e il 2007.
Ciascun evento ha un costo di 10€ che comprendono l’eventuale materiale per il laboratorio.
Proposte presso il centro “Porta del Parco” (Ex Cembre) a Collebeato per ragazzi e ragazze delle medie e prima superiore tra natura, arte e sport!

L’iscrizione verrà confermata con il pagamento.

GIOVEDI’ 4 LUGLIO
TORNEI DI VOLLEY E CALCIO SU CAMPO BAGNATO GONFIABILE

GIOVEDì 11 LUGLIO 
18:30-22:30 CENA CON DELITTO 

Eventi a ad iscrizione singola (quota 10€ a persona per ogni evento)

Lug
11
Gio
2019
Collebeato summer events
Lug 11@10:58–11:58
Collebeato summer events @ “Porta del Parco” (Ex Cembre)

Summer Events sono una serie di appuntamenti estivi rivolti ai giovani di Collebeato e del Villaggio Prealpino nati tra il 2004 e il 2007.
Ciascun evento ha un costo di 10€ che comprendono l’eventuale materiale per il laboratorio.
Proposte presso il centro “Porta del Parco” (Ex Cembre) a Collebeato per ragazzi e ragazze delle medie e prima superiore tra natura, arte e sport!

L’iscrizione verrà confermata con il pagamento.

GIOVEDI’ 4 LUGLIO
TORNEI DI VOLLEY E CALCIO SU CAMPO BAGNATO GONFIABILE

GIOVEDì 11 LUGLIO 
18:30-22:30 CENA CON DELITTO 

Eventi a ad iscrizione singola (quota 10€ a persona per ogni evento)

Ott
18
Ven
2019
Selfie Sentimentali
Ott 18@9:30–22:30
Selfie Sentimentali @ vedi testo

Selfie sentimentale. Autoscatti con parole

Il progetto è pensato per le ragazze e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, ai loro docenti e alle loro famiglie e a tutti coloro che sono interessati alle dinamiche educative che riguardano in particolare gli adolescenti e i preadolescenti.

La proposta si sviluppa in incontri con le classi, appuntamenti con autori ed esperti, incontri per genitori, insegnanti, bibliotecari, educatori, appuntamenti in biblioteca per gruppi di lettori e di lettrici, libri, ragazze e ragazzi che si incontrano.

I rapporti interpersonali sono sempre più coltivati in modalità digitale, dentro una realtà che qualcuno continua a chiamare, a torto, “virtuale”.

Questo il presupposto alla base della proposta, non la supremazia dei media tradizionali che va rivendicata ma il tentativo di fare in modo che le esigenze comunicative di ragazze e ragazzi siano intercettate e trovino una risposta in un ambito composto anche da educatori “tradizionali”

Selfie sentimentale intende offrire ai ragazzi quella complessità e quella capacità di profondità che è propria della letteratura e che sembra difficile trovare nel mondo della comunicazione social.

In genere riteniamo che i libri e la lettura siano strumenti fondamentali della crescita e del percorso di costruzione delle identità personali, perché fondati su una serie di processi molto complessi legati alla decodifica della parola scritta, alla sua interpretazione e alle riflessioni che ne conseguono. La lettura di letteratura ci spinge a interrogarci su noi stessi e sul mondo che ci circonda, dialoga col nostro io interiore, raggiunge e nutre le profondità della nostra sfera relazionale e sentimentale.

Se tanta complessità ci appare fondamentale, dobbiamo però fare i conti col fatto che non riusciamo a percepirla e trovarla nelle forme della comunicazione contemporanea, che è di gran lunga quella dominante nel nostro tempo, in cui lo smartphone ha soppiantato penna, macchina per scrivere e perfino computer, diventando strumento di un flusso comunicativo generalizzato e ininterrotto. Possiamo restituire profondità a queste modalità di comunicazione? Possiamo nutrire di contenuti non superficiali il bisogno delle nuove generazioni di stabilire legami comunicativi e identificativi?

Possiamo affermare la necessità di ritrovare la complessità delle forme della relazione sociale? Possiamo farlo – questa la sfida che lanciamo con Selfie sentimentale. Autoscatti con parole – a partire dal riconoscimento della necessità di una riflessione sulla materia prima di ogni forma di comunicazione: la parola e la lingua, che poi originano tanto le forme semplici del discorso (la comunicazione social) quanto le forme più complesse della letteratura.

SELFIE SENTIMENTALE: IL PROGETTO
Incontro con Eros Miari e Davide Pace
• venerdì 18 ottobre, 9:30 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44

COME NASCONO LE STORIE
Incontro con Giuliana Facchini
• mercoledì 23 ottobre, 20:30 — Montichiari Biblioteca, piazzetta San Rocco, 1
• martedì 29 ottobre, 20:30 — Pozzolengo Sala Civica, piazza Don Gnocchi, 2

SELFIE SENTIMENTALE: ANTOLOGIA
Incontro con Eros Miari
• giovedì 24 ottobre, 16:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)
• martedì 12 novembre, 16:00 — Carpenedolo Palazzo Laffranchi, piazza Martiri della libertà, 5
Introduce il prof. Giuseppe Bonelli, dirigente Ufficio Scolastico Regionale AT Brescia. Iscrizione via mail all’indirizzo: biblioteca@comune.carpenedolo.bs.it

EDUCARE I FIGLI NELL’ERA DIGITALE
Incontro con Luigi Ballerini
• giovedì 21 novembre, 17:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)

DA VIOLA A INDACO: TANTI COLORI PER CRESCERE
Incontro con Marco Magnone
• lunedì 25 novembre, 17:00 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44
• lunedì 25 novembre, 20:30 — Ghedi Sala Consiliare, largo della Pace

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.
Sarà rilasciato un attestato di presenza ai partecipanti.

Ott
23
Mer
2019
Selfie Sentimentali
Ott 23@9:30–22:30
Selfie Sentimentali @ vedi testo

Selfie sentimentale. Autoscatti con parole

Il progetto è pensato per le ragazze e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, ai loro docenti e alle loro famiglie e a tutti coloro che sono interessati alle dinamiche educative che riguardano in particolare gli adolescenti e i preadolescenti.

La proposta si sviluppa in incontri con le classi, appuntamenti con autori ed esperti, incontri per genitori, insegnanti, bibliotecari, educatori, appuntamenti in biblioteca per gruppi di lettori e di lettrici, libri, ragazze e ragazzi che si incontrano.

I rapporti interpersonali sono sempre più coltivati in modalità digitale, dentro una realtà che qualcuno continua a chiamare, a torto, “virtuale”.

Questo il presupposto alla base della proposta, non la supremazia dei media tradizionali che va rivendicata ma il tentativo di fare in modo che le esigenze comunicative di ragazze e ragazzi siano intercettate e trovino una risposta in un ambito composto anche da educatori “tradizionali”

Selfie sentimentale intende offrire ai ragazzi quella complessità e quella capacità di profondità che è propria della letteratura e che sembra difficile trovare nel mondo della comunicazione social.

In genere riteniamo che i libri e la lettura siano strumenti fondamentali della crescita e del percorso di costruzione delle identità personali, perché fondati su una serie di processi molto complessi legati alla decodifica della parola scritta, alla sua interpretazione e alle riflessioni che ne conseguono. La lettura di letteratura ci spinge a interrogarci su noi stessi e sul mondo che ci circonda, dialoga col nostro io interiore, raggiunge e nutre le profondità della nostra sfera relazionale e sentimentale.

Se tanta complessità ci appare fondamentale, dobbiamo però fare i conti col fatto che non riusciamo a percepirla e trovarla nelle forme della comunicazione contemporanea, che è di gran lunga quella dominante nel nostro tempo, in cui lo smartphone ha soppiantato penna, macchina per scrivere e perfino computer, diventando strumento di un flusso comunicativo generalizzato e ininterrotto. Possiamo restituire profondità a queste modalità di comunicazione? Possiamo nutrire di contenuti non superficiali il bisogno delle nuove generazioni di stabilire legami comunicativi e identificativi?

Possiamo affermare la necessità di ritrovare la complessità delle forme della relazione sociale? Possiamo farlo – questa la sfida che lanciamo con Selfie sentimentale. Autoscatti con parole – a partire dal riconoscimento della necessità di una riflessione sulla materia prima di ogni forma di comunicazione: la parola e la lingua, che poi originano tanto le forme semplici del discorso (la comunicazione social) quanto le forme più complesse della letteratura.

SELFIE SENTIMENTALE: IL PROGETTO
Incontro con Eros Miari e Davide Pace
• venerdì 18 ottobre, 9:30 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44

COME NASCONO LE STORIE
Incontro con Giuliana Facchini
• mercoledì 23 ottobre, 20:30 — Montichiari Biblioteca, piazzetta San Rocco, 1
• martedì 29 ottobre, 20:30 — Pozzolengo Sala Civica, piazza Don Gnocchi, 2

SELFIE SENTIMENTALE: ANTOLOGIA
Incontro con Eros Miari
• giovedì 24 ottobre, 16:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)
• martedì 12 novembre, 16:00 — Carpenedolo Palazzo Laffranchi, piazza Martiri della libertà, 5
Introduce il prof. Giuseppe Bonelli, dirigente Ufficio Scolastico Regionale AT Brescia. Iscrizione via mail all’indirizzo: biblioteca@comune.carpenedolo.bs.it

EDUCARE I FIGLI NELL’ERA DIGITALE
Incontro con Luigi Ballerini
• giovedì 21 novembre, 17:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)

DA VIOLA A INDACO: TANTI COLORI PER CRESCERE
Incontro con Marco Magnone
• lunedì 25 novembre, 17:00 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44
• lunedì 25 novembre, 20:30 — Ghedi Sala Consiliare, largo della Pace

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.
Sarà rilasciato un attestato di presenza ai partecipanti.

Ott
24
Gio
2019
Selfie Sentimentali
Ott 24@9:30–22:30
Selfie Sentimentali @ vedi testo

Selfie sentimentale. Autoscatti con parole

Il progetto è pensato per le ragazze e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, ai loro docenti e alle loro famiglie e a tutti coloro che sono interessati alle dinamiche educative che riguardano in particolare gli adolescenti e i preadolescenti.

La proposta si sviluppa in incontri con le classi, appuntamenti con autori ed esperti, incontri per genitori, insegnanti, bibliotecari, educatori, appuntamenti in biblioteca per gruppi di lettori e di lettrici, libri, ragazze e ragazzi che si incontrano.

I rapporti interpersonali sono sempre più coltivati in modalità digitale, dentro una realtà che qualcuno continua a chiamare, a torto, “virtuale”.

Questo il presupposto alla base della proposta, non la supremazia dei media tradizionali che va rivendicata ma il tentativo di fare in modo che le esigenze comunicative di ragazze e ragazzi siano intercettate e trovino una risposta in un ambito composto anche da educatori “tradizionali”

Selfie sentimentale intende offrire ai ragazzi quella complessità e quella capacità di profondità che è propria della letteratura e che sembra difficile trovare nel mondo della comunicazione social.

In genere riteniamo che i libri e la lettura siano strumenti fondamentali della crescita e del percorso di costruzione delle identità personali, perché fondati su una serie di processi molto complessi legati alla decodifica della parola scritta, alla sua interpretazione e alle riflessioni che ne conseguono. La lettura di letteratura ci spinge a interrogarci su noi stessi e sul mondo che ci circonda, dialoga col nostro io interiore, raggiunge e nutre le profondità della nostra sfera relazionale e sentimentale.

Se tanta complessità ci appare fondamentale, dobbiamo però fare i conti col fatto che non riusciamo a percepirla e trovarla nelle forme della comunicazione contemporanea, che è di gran lunga quella dominante nel nostro tempo, in cui lo smartphone ha soppiantato penna, macchina per scrivere e perfino computer, diventando strumento di un flusso comunicativo generalizzato e ininterrotto. Possiamo restituire profondità a queste modalità di comunicazione? Possiamo nutrire di contenuti non superficiali il bisogno delle nuove generazioni di stabilire legami comunicativi e identificativi?

Possiamo affermare la necessità di ritrovare la complessità delle forme della relazione sociale? Possiamo farlo – questa la sfida che lanciamo con Selfie sentimentale. Autoscatti con parole – a partire dal riconoscimento della necessità di una riflessione sulla materia prima di ogni forma di comunicazione: la parola e la lingua, che poi originano tanto le forme semplici del discorso (la comunicazione social) quanto le forme più complesse della letteratura.

SELFIE SENTIMENTALE: IL PROGETTO
Incontro con Eros Miari e Davide Pace
• venerdì 18 ottobre, 9:30 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44

COME NASCONO LE STORIE
Incontro con Giuliana Facchini
• mercoledì 23 ottobre, 20:30 — Montichiari Biblioteca, piazzetta San Rocco, 1
• martedì 29 ottobre, 20:30 — Pozzolengo Sala Civica, piazza Don Gnocchi, 2

SELFIE SENTIMENTALE: ANTOLOGIA
Incontro con Eros Miari
• giovedì 24 ottobre, 16:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)
• martedì 12 novembre, 16:00 — Carpenedolo Palazzo Laffranchi, piazza Martiri della libertà, 5
Introduce il prof. Giuseppe Bonelli, dirigente Ufficio Scolastico Regionale AT Brescia. Iscrizione via mail all’indirizzo: biblioteca@comune.carpenedolo.bs.it

EDUCARE I FIGLI NELL’ERA DIGITALE
Incontro con Luigi Ballerini
• giovedì 21 novembre, 17:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)

DA VIOLA A INDACO: TANTI COLORI PER CRESCERE
Incontro con Marco Magnone
• lunedì 25 novembre, 17:00 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44
• lunedì 25 novembre, 20:30 — Ghedi Sala Consiliare, largo della Pace

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.
Sarà rilasciato un attestato di presenza ai partecipanti.

Ott
29
Mar
2019
Selfie Sentimentali
Ott 29@9:30–22:30
Selfie Sentimentali @ vedi testo

Selfie sentimentale. Autoscatti con parole

Il progetto è pensato per le ragazze e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, ai loro docenti e alle loro famiglie e a tutti coloro che sono interessati alle dinamiche educative che riguardano in particolare gli adolescenti e i preadolescenti.

La proposta si sviluppa in incontri con le classi, appuntamenti con autori ed esperti, incontri per genitori, insegnanti, bibliotecari, educatori, appuntamenti in biblioteca per gruppi di lettori e di lettrici, libri, ragazze e ragazzi che si incontrano.

I rapporti interpersonali sono sempre più coltivati in modalità digitale, dentro una realtà che qualcuno continua a chiamare, a torto, “virtuale”.

Questo il presupposto alla base della proposta, non la supremazia dei media tradizionali che va rivendicata ma il tentativo di fare in modo che le esigenze comunicative di ragazze e ragazzi siano intercettate e trovino una risposta in un ambito composto anche da educatori “tradizionali”

Selfie sentimentale intende offrire ai ragazzi quella complessità e quella capacità di profondità che è propria della letteratura e che sembra difficile trovare nel mondo della comunicazione social.

In genere riteniamo che i libri e la lettura siano strumenti fondamentali della crescita e del percorso di costruzione delle identità personali, perché fondati su una serie di processi molto complessi legati alla decodifica della parola scritta, alla sua interpretazione e alle riflessioni che ne conseguono. La lettura di letteratura ci spinge a interrogarci su noi stessi e sul mondo che ci circonda, dialoga col nostro io interiore, raggiunge e nutre le profondità della nostra sfera relazionale e sentimentale.

Se tanta complessità ci appare fondamentale, dobbiamo però fare i conti col fatto che non riusciamo a percepirla e trovarla nelle forme della comunicazione contemporanea, che è di gran lunga quella dominante nel nostro tempo, in cui lo smartphone ha soppiantato penna, macchina per scrivere e perfino computer, diventando strumento di un flusso comunicativo generalizzato e ininterrotto. Possiamo restituire profondità a queste modalità di comunicazione? Possiamo nutrire di contenuti non superficiali il bisogno delle nuove generazioni di stabilire legami comunicativi e identificativi?

Possiamo affermare la necessità di ritrovare la complessità delle forme della relazione sociale? Possiamo farlo – questa la sfida che lanciamo con Selfie sentimentale. Autoscatti con parole – a partire dal riconoscimento della necessità di una riflessione sulla materia prima di ogni forma di comunicazione: la parola e la lingua, che poi originano tanto le forme semplici del discorso (la comunicazione social) quanto le forme più complesse della letteratura.

SELFIE SENTIMENTALE: IL PROGETTO
Incontro con Eros Miari e Davide Pace
• venerdì 18 ottobre, 9:30 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44

COME NASCONO LE STORIE
Incontro con Giuliana Facchini
• mercoledì 23 ottobre, 20:30 — Montichiari Biblioteca, piazzetta San Rocco, 1
• martedì 29 ottobre, 20:30 — Pozzolengo Sala Civica, piazza Don Gnocchi, 2

SELFIE SENTIMENTALE: ANTOLOGIA
Incontro con Eros Miari
• giovedì 24 ottobre, 16:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)
• martedì 12 novembre, 16:00 — Carpenedolo Palazzo Laffranchi, piazza Martiri della libertà, 5
Introduce il prof. Giuseppe Bonelli, dirigente Ufficio Scolastico Regionale AT Brescia. Iscrizione via mail all’indirizzo: biblioteca@comune.carpenedolo.bs.it

EDUCARE I FIGLI NELL’ERA DIGITALE
Incontro con Luigi Ballerini
• giovedì 21 novembre, 17:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)

DA VIOLA A INDACO: TANTI COLORI PER CRESCERE
Incontro con Marco Magnone
• lunedì 25 novembre, 17:00 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44
• lunedì 25 novembre, 20:30 — Ghedi Sala Consiliare, largo della Pace

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.
Sarà rilasciato un attestato di presenza ai partecipanti.

Nov
7
Gio
2019
UNIBEN – Patologie cardio-respiratorie e inquinamento urbano: come difendersi?
Nov 7@20:30–23:00
UNIBEN - Patologie cardio-respiratorie e inquinamento urbano: come difendersi? @ Aula Magna scuola Secondaria

UNIBEN – Patologie cardio-respiratorie e inquinamento urbano: come difendersi?

Giovedì 7 novembre alle ore 20,30 secondo appuntamento per Uniben, Università del Benessere, che farà tappa a Bovezzo, nell’Aula Magna della scuola secondaria in via Paolo VI, dove si parlerà di “Patologie cardio-respiratorie e inquinamento urbano – Come difendersi?”, un tema di forte attualità per tutta la provincia bresciana, considerata uno dei siti più inquinati d’Europa.

Tra gas di scarico, fumi industriali e condizioni climatiche sfavorevoli, a pagare il prezzo più alto dell’inquinamento sono proprio il nostro sistema respiratorio e cardio-circolatorio.
Ma cosa possiamo fare e quali strategie possiamo mettere in atto per difenderci?

Ne parleranno la dottoressa Michela Bezzi, direttore di Pneumologia a indirizzo endoscopico degli Spedali Civili di Brescia e il dottor Giovanni Maifredi, dirigente medico presso la U.O.S. “U.O. Osservatorio Epidemiologico” di ATS Brescia.

Data: giovedì 7 novembre 2019
Dalle ore: 20.30 – alle ore: 23.00

Gratuito?
Serve prenotare?No, accesso libero

Destinatari: Famiglia

Tipologia di evento: incontro/conferenza

Nov
12
Mar
2019
Selfie Sentimentali
Nov 12@9:30–22:30
Selfie Sentimentali @ vedi testo

Selfie sentimentale. Autoscatti con parole

Il progetto è pensato per le ragazze e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, ai loro docenti e alle loro famiglie e a tutti coloro che sono interessati alle dinamiche educative che riguardano in particolare gli adolescenti e i preadolescenti.

La proposta si sviluppa in incontri con le classi, appuntamenti con autori ed esperti, incontri per genitori, insegnanti, bibliotecari, educatori, appuntamenti in biblioteca per gruppi di lettori e di lettrici, libri, ragazze e ragazzi che si incontrano.

I rapporti interpersonali sono sempre più coltivati in modalità digitale, dentro una realtà che qualcuno continua a chiamare, a torto, “virtuale”.

Questo il presupposto alla base della proposta, non la supremazia dei media tradizionali che va rivendicata ma il tentativo di fare in modo che le esigenze comunicative di ragazze e ragazzi siano intercettate e trovino una risposta in un ambito composto anche da educatori “tradizionali”

Selfie sentimentale intende offrire ai ragazzi quella complessità e quella capacità di profondità che è propria della letteratura e che sembra difficile trovare nel mondo della comunicazione social.

In genere riteniamo che i libri e la lettura siano strumenti fondamentali della crescita e del percorso di costruzione delle identità personali, perché fondati su una serie di processi molto complessi legati alla decodifica della parola scritta, alla sua interpretazione e alle riflessioni che ne conseguono. La lettura di letteratura ci spinge a interrogarci su noi stessi e sul mondo che ci circonda, dialoga col nostro io interiore, raggiunge e nutre le profondità della nostra sfera relazionale e sentimentale.

Se tanta complessità ci appare fondamentale, dobbiamo però fare i conti col fatto che non riusciamo a percepirla e trovarla nelle forme della comunicazione contemporanea, che è di gran lunga quella dominante nel nostro tempo, in cui lo smartphone ha soppiantato penna, macchina per scrivere e perfino computer, diventando strumento di un flusso comunicativo generalizzato e ininterrotto. Possiamo restituire profondità a queste modalità di comunicazione? Possiamo nutrire di contenuti non superficiali il bisogno delle nuove generazioni di stabilire legami comunicativi e identificativi?

Possiamo affermare la necessità di ritrovare la complessità delle forme della relazione sociale? Possiamo farlo – questa la sfida che lanciamo con Selfie sentimentale. Autoscatti con parole – a partire dal riconoscimento della necessità di una riflessione sulla materia prima di ogni forma di comunicazione: la parola e la lingua, che poi originano tanto le forme semplici del discorso (la comunicazione social) quanto le forme più complesse della letteratura.

SELFIE SENTIMENTALE: IL PROGETTO
Incontro con Eros Miari e Davide Pace
• venerdì 18 ottobre, 9:30 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44

COME NASCONO LE STORIE
Incontro con Giuliana Facchini
• mercoledì 23 ottobre, 20:30 — Montichiari Biblioteca, piazzetta San Rocco, 1
• martedì 29 ottobre, 20:30 — Pozzolengo Sala Civica, piazza Don Gnocchi, 2

SELFIE SENTIMENTALE: ANTOLOGIA
Incontro con Eros Miari
• giovedì 24 ottobre, 16:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)
• martedì 12 novembre, 16:00 — Carpenedolo Palazzo Laffranchi, piazza Martiri della libertà, 5
Introduce il prof. Giuseppe Bonelli, dirigente Ufficio Scolastico Regionale AT Brescia. Iscrizione via mail all’indirizzo: biblioteca@comune.carpenedolo.bs.it

EDUCARE I FIGLI NELL’ERA DIGITALE
Incontro con Luigi Ballerini
• giovedì 21 novembre, 17:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)

DA VIOLA A INDACO: TANTI COLORI PER CRESCERE
Incontro con Marco Magnone
• lunedì 25 novembre, 17:00 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44
• lunedì 25 novembre, 20:30 — Ghedi Sala Consiliare, largo della Pace

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.
Sarà rilasciato un attestato di presenza ai partecipanti.

Nov
21
Gio
2019
Selfie Sentimentali
Nov 21@9:30–22:30
Selfie Sentimentali @ vedi testo

Selfie sentimentale. Autoscatti con parole

Il progetto è pensato per le ragazze e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, ai loro docenti e alle loro famiglie e a tutti coloro che sono interessati alle dinamiche educative che riguardano in particolare gli adolescenti e i preadolescenti.

La proposta si sviluppa in incontri con le classi, appuntamenti con autori ed esperti, incontri per genitori, insegnanti, bibliotecari, educatori, appuntamenti in biblioteca per gruppi di lettori e di lettrici, libri, ragazze e ragazzi che si incontrano.

I rapporti interpersonali sono sempre più coltivati in modalità digitale, dentro una realtà che qualcuno continua a chiamare, a torto, “virtuale”.

Questo il presupposto alla base della proposta, non la supremazia dei media tradizionali che va rivendicata ma il tentativo di fare in modo che le esigenze comunicative di ragazze e ragazzi siano intercettate e trovino una risposta in un ambito composto anche da educatori “tradizionali”

Selfie sentimentale intende offrire ai ragazzi quella complessità e quella capacità di profondità che è propria della letteratura e che sembra difficile trovare nel mondo della comunicazione social.

In genere riteniamo che i libri e la lettura siano strumenti fondamentali della crescita e del percorso di costruzione delle identità personali, perché fondati su una serie di processi molto complessi legati alla decodifica della parola scritta, alla sua interpretazione e alle riflessioni che ne conseguono. La lettura di letteratura ci spinge a interrogarci su noi stessi e sul mondo che ci circonda, dialoga col nostro io interiore, raggiunge e nutre le profondità della nostra sfera relazionale e sentimentale.

Se tanta complessità ci appare fondamentale, dobbiamo però fare i conti col fatto che non riusciamo a percepirla e trovarla nelle forme della comunicazione contemporanea, che è di gran lunga quella dominante nel nostro tempo, in cui lo smartphone ha soppiantato penna, macchina per scrivere e perfino computer, diventando strumento di un flusso comunicativo generalizzato e ininterrotto. Possiamo restituire profondità a queste modalità di comunicazione? Possiamo nutrire di contenuti non superficiali il bisogno delle nuove generazioni di stabilire legami comunicativi e identificativi?

Possiamo affermare la necessità di ritrovare la complessità delle forme della relazione sociale? Possiamo farlo – questa la sfida che lanciamo con Selfie sentimentale. Autoscatti con parole – a partire dal riconoscimento della necessità di una riflessione sulla materia prima di ogni forma di comunicazione: la parola e la lingua, che poi originano tanto le forme semplici del discorso (la comunicazione social) quanto le forme più complesse della letteratura.

SELFIE SENTIMENTALE: IL PROGETTO
Incontro con Eros Miari e Davide Pace
• venerdì 18 ottobre, 9:30 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44

COME NASCONO LE STORIE
Incontro con Giuliana Facchini
• mercoledì 23 ottobre, 20:30 — Montichiari Biblioteca, piazzetta San Rocco, 1
• martedì 29 ottobre, 20:30 — Pozzolengo Sala Civica, piazza Don Gnocchi, 2

SELFIE SENTIMENTALE: ANTOLOGIA
Incontro con Eros Miari
• giovedì 24 ottobre, 16:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)
• martedì 12 novembre, 16:00 — Carpenedolo Palazzo Laffranchi, piazza Martiri della libertà, 5
Introduce il prof. Giuseppe Bonelli, dirigente Ufficio Scolastico Regionale AT Brescia. Iscrizione via mail all’indirizzo: biblioteca@comune.carpenedolo.bs.it

EDUCARE I FIGLI NELL’ERA DIGITALE
Incontro con Luigi Ballerini
• giovedì 21 novembre, 17:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)

DA VIOLA A INDACO: TANTI COLORI PER CRESCERE
Incontro con Marco Magnone
• lunedì 25 novembre, 17:00 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44
• lunedì 25 novembre, 20:30 — Ghedi Sala Consiliare, largo della Pace

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.
Sarà rilasciato un attestato di presenza ai partecipanti.

Nov
25
Lun
2019
Selfie Sentimentali
Nov 25@9:30–22:30
Selfie Sentimentali @ vedi testo

Selfie sentimentale. Autoscatti con parole

Il progetto è pensato per le ragazze e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, ai loro docenti e alle loro famiglie e a tutti coloro che sono interessati alle dinamiche educative che riguardano in particolare gli adolescenti e i preadolescenti.

La proposta si sviluppa in incontri con le classi, appuntamenti con autori ed esperti, incontri per genitori, insegnanti, bibliotecari, educatori, appuntamenti in biblioteca per gruppi di lettori e di lettrici, libri, ragazze e ragazzi che si incontrano.

I rapporti interpersonali sono sempre più coltivati in modalità digitale, dentro una realtà che qualcuno continua a chiamare, a torto, “virtuale”.

Questo il presupposto alla base della proposta, non la supremazia dei media tradizionali che va rivendicata ma il tentativo di fare in modo che le esigenze comunicative di ragazze e ragazzi siano intercettate e trovino una risposta in un ambito composto anche da educatori “tradizionali”

Selfie sentimentale intende offrire ai ragazzi quella complessità e quella capacità di profondità che è propria della letteratura e che sembra difficile trovare nel mondo della comunicazione social.

In genere riteniamo che i libri e la lettura siano strumenti fondamentali della crescita e del percorso di costruzione delle identità personali, perché fondati su una serie di processi molto complessi legati alla decodifica della parola scritta, alla sua interpretazione e alle riflessioni che ne conseguono. La lettura di letteratura ci spinge a interrogarci su noi stessi e sul mondo che ci circonda, dialoga col nostro io interiore, raggiunge e nutre le profondità della nostra sfera relazionale e sentimentale.

Se tanta complessità ci appare fondamentale, dobbiamo però fare i conti col fatto che non riusciamo a percepirla e trovarla nelle forme della comunicazione contemporanea, che è di gran lunga quella dominante nel nostro tempo, in cui lo smartphone ha soppiantato penna, macchina per scrivere e perfino computer, diventando strumento di un flusso comunicativo generalizzato e ininterrotto. Possiamo restituire profondità a queste modalità di comunicazione? Possiamo nutrire di contenuti non superficiali il bisogno delle nuove generazioni di stabilire legami comunicativi e identificativi?

Possiamo affermare la necessità di ritrovare la complessità delle forme della relazione sociale? Possiamo farlo – questa la sfida che lanciamo con Selfie sentimentale. Autoscatti con parole – a partire dal riconoscimento della necessità di una riflessione sulla materia prima di ogni forma di comunicazione: la parola e la lingua, che poi originano tanto le forme semplici del discorso (la comunicazione social) quanto le forme più complesse della letteratura.

SELFIE SENTIMENTALE: IL PROGETTO
Incontro con Eros Miari e Davide Pace
• venerdì 18 ottobre, 9:30 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44

COME NASCONO LE STORIE
Incontro con Giuliana Facchini
• mercoledì 23 ottobre, 20:30 — Montichiari Biblioteca, piazzetta San Rocco, 1
• martedì 29 ottobre, 20:30 — Pozzolengo Sala Civica, piazza Don Gnocchi, 2

SELFIE SENTIMENTALE: ANTOLOGIA
Incontro con Eros Miari
• giovedì 24 ottobre, 16:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)
• martedì 12 novembre, 16:00 — Carpenedolo Palazzo Laffranchi, piazza Martiri della libertà, 5
Introduce il prof. Giuseppe Bonelli, dirigente Ufficio Scolastico Regionale AT Brescia. Iscrizione via mail all’indirizzo: biblioteca@comune.carpenedolo.bs.it

EDUCARE I FIGLI NELL’ERA DIGITALE
Incontro con Luigi Ballerini
• giovedì 21 novembre, 17:00 — Mazzano Municipio (Sala Consiliare), viale Resistenza, 20 (Molinetto)

DA VIOLA A INDACO: TANTI COLORI PER CRESCERE
Incontro con Marco Magnone
• lunedì 25 novembre, 17:00 — Rezzato Biblioteca, via Leonardo da Vinci, 44
• lunedì 25 novembre, 20:30 — Ghedi Sala Consiliare, largo della Pace

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.
Sarà rilasciato un attestato di presenza ai partecipanti.

© 2019 Copyright Bresciabimbi 2019.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987.