Buoni atteggiamenti nello svolgimento dei compiti e degli impegni

Buoni atteggiamenti nello svolgimento dei compiti e degli impegni
Idee per feste di compleanno Super! 
 

Suggerimenti per rientrare nei ritmi della quotidianità

di Annalisa Croci

Le vacanze sono terminate e pian piano riprendono tutti gli impegni, scuola compresa … pertanto come è possibile aiutare i bambini ad avere un approccio positivo e attivo verso i compiti della giornata ?

Ecco alcuni suggerimenti

Le vacanze sono importanti, ma poi c’è la quotidianità

Comunicare al bambino la necessità di fermarsi talvolta e di bloccare gli impegni per riposare e dedicare tempo a sé e alla famiglia, ma poi c’è la vita quotidiana: i genitori rientrano al lavoro, si torna a scuola, si rivedono gli amici ..e perché no , si riprende lo sport preferito. Tutto ciò alternato comunque a momenti di “ puro relax “ , per evitare la frenesia e costante corsa a riempire ogni minuto della giornata.

Suggerire obiettivi raggiungibili e possibili per età

Ogni bambino è portato per attività diverse, ad esempio per lo studio, chi per lo sport, per la musica. Cari genitori cercate di capire dove il bambino ha più interesse e quindi ha buoni risultati oppure dove ha bisogno di un po’ di supporto. Inoltre possiamo dare la possibilità al bambino di scegliere le attività extrascolastiche che vuole, senza pretendere che faccia ciò piace a noi.

Fornire una motivazione positiva per l’impegno richiesto.

È importante accompagnare con una motivazione positiva l’impegno che viene richiesto a scuola e negli ambienti extrascolastici: è fondamentale impegnarsi in ogni attività che si compie, ma non per diventare i primi, bensì per apprendere cose che non si conoscono o non si sanno fare. Se il bambino riporta successi è bene gratificarlo, anche semplicemente con un complimento, per rinforzare le sue fatiche.

Non sovrabbondare con gli impegni

I bambini oggi sono spesso impegnati in tantissime attività e così la vita è frenetica anche per loro. Occorrono dunque momenti liberi, in cui sia privilegiato il gioco e la tranquillità di casa.

Insegnare ad accettare anche un insuccesso:

Se si verifica un insuccesso, o per obiettivi elevati o per scarso impegno, occorre comunicare con il bambino. Talvolta è normale avere insuccessi,o per una semplice influenza non avere tutte le energie. Importante è impegnarsi ancora e dove possibile, senza arrabbiature, riparare o semplicemente superare la frustrazione.

Non difendere sempre

Non difendere ad oltranza il figlio anche quando ha sbagliato. A volte l’amore per il proprio bimbo porta alla estrema difesa e alla perdita di obiettività; può essere al contrario importante riconoscere e far riconoscere l’errore. In tal modo sarà spronato a perseguire un impegno con forte motivazione.

Buona ripresa dopo le vacanze, ma anche un invito a dedicarsi tempo libero e di puro divertimento e gioco con i figli.

Dott.ssa Annalisa Croci
PSICOLOGA E PSICOTERAPEUTA
www.ascoltopsicologo.it
cel. 334/2357696

Potrebbe anche interessarti:
Bambini hi-tec: le nuove tecnologie per bambini sotto i tre anni?
Come vivono il proprio corpo gli adolescenti?
Per i genitori: staccare la spina da telefono, lavoro e dedicarsi alla famiglia
E’ ora di fare la nanna… alcune strategie per una “Buonanotte”!
Quando utilizzare internet e pc diventa eccessivo: dipendenza da internet
Utile idea regalo… un gioco “reale”: il puzzle!
L’importanza del padre nella crescita
Come limitare la gelosia tra fratelli
Il regalo: quale significato ha?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verra' pubblicato.
Campi obbligatori*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.