rss

In evidenza

  • 0
    Arriva BIMBIINACQUA!

    Arriva BIMBIINACQUA!

    Mi chiamo Monica sono un’istruttrice di nuoto, specializzata in acquaticità neonatale.

    Insieme allo staff, per far conoscere il nostro servizio abbiamo scelto il portale Brescia Bimbi, in quanto molto vicino alle famiglie bresciane, e soprattutto rilascia un numero veramente importante di informazioni su corsi ed eventi vari, in giro per Brescia, dei quali probabilmente non avresti saputo mai nulla! Oltre alla pubblicazione su questo sito sono presente anche su facebook e su internet, con un blog.

    Ho deciso di aprire il blog www.bimbiinacqua.it, per la grandissima importanza di questo argomento e la scarsissima informazione al riguardo, a tutto questo unisco la mia passione per i bambini, per il loro sguardo la prima volta che entrano in piscina, per la totale assenza di paura a contatto con l’acqua e per la velocità e la facilità di apprendimento.

    Ma non sono gli unici motivi, c’è molto di più!

    Detto questo potresti chiedermi….

    Perché portare un neonato in acqua?

    Innanzitutto, come ben sai, quando il bambino è nella pancia della mamma, è immerso nel liquido amniotico, questo fa sì che per il neonato, il contatto con l’acqua lo riporti al ricordo di quello stato.

    Nell’acqua, i piccoli possono muoversi liberamente, si rilassano e trovano un’ambiente pieno di stimoli, tutto ciò porta dei benefici a livello sensoriale, fisico e psichico.

    In “assenza di gravità”, il bimbo, riesce a compiere i primi passi senza aiuti e senza essere in grado di camminare o stare in posizione eretta sulla terra ferma.

    L’acquaticità neonatale negli ultimi anni sta prendendo piede all’interno della vita di un neonato fin dai primi mesi di vita non tanto per costringere il bambino a nuotare, ma per stimolare il bebè nella conoscenza dell’ambiente e in particolare nella conoscenza di se stesso. In acqua come già detto, il bambino riesce a muoversi in libertà, mantenendo vivo il ricordo del riflesso dell’apnea e a sviluppare la muscolatura, si è potuto constatare, che bambini che frequentano costantemente la piscina hanno imparato a gattonare e a strisciare prima di altri coetanei abituati a stare in un passeggino o in una culla senza mai provare conoscere il proprio corpo.

    Ma cerchiamo di capire meglio quali sono i vantaggi di questa attività:

    Benefici emotivi:

    il nuoto da la possibilità al bambino di muoversi da solo, immaginate che soddisfazione potersi muovere senza picchiare contro il bordo del lettino o del passeggino, sapere che può andare a prendere un gioco solo scalciando con i piedi e con il minimo sostegno da parte della mamma o addirittura con un solo attrezzo che lo sostiene, quando battiamo le mani per fargli un complimento la sua autostima migliora.

    Benefici sociali:

    frequentando un corso di gruppo insieme ad altri genitori ed ad altri bambini i propri figli prendere anno esempio dagli altri e cercheranno di imitarli, cercando di interagire gli uni con gli altri e socializzando a modo loro.

    Benefici fisici:

    aiuta a sviluppare l’apparato scheletrico-motorio, l’attenzione, l’equilibrio e la coordinazione, l’acqua permette di muovere muscoli del corpo che altrimenti non sarebbero stimolati. Molti genitori notano che il bambino dorme di più dopo l’ingresso in acqua, più sono piccoli più l’acqua stanca il corpo e favorisce il rilassamento.  Se prendiamo un bambino di 4 mesi abituato a stare in una culla o in un passeggino e lo portiamo in acqua ci rendiamo subito conto che inizierà a “sgambettare” e a muovere le mani per cercare di esplorare l’ambiente e il suo corpo. È bene ricordare che, durante i primi anni di vita del bambino, nel cervello si creano le connessioni neurali più importanti, tutto quello che gli proponiamo viene assimilato sotto forma di stimoli.

    I nostri corsi si svolgono a Torbole Casaglia, in via Mazzocchi, 19. (Torbole casaglia dista solo 10 minuti dal centro di Brescia)

    Siamo l’unica piscina di Brescia a fornire il servizio di acquaticità neonatale con delle garanzie:

    - Acqua calda 32° garantita

    - Prova gratuita

    - Nessuna tessera d’iscrizione a pagamento

    - Visita medica gratuita

    - Garanzia 100% soddisfatti o rimborsati

    Infine presto saremo in Prenatal a Brescia, per fare conoscere il servizio, e con orgoglio posso dire che siamo l’unico sistema di acquaticità neonatale a collaborare con un colosso per i bambini come Prenatal.

     

    PER ISCRIVERTI ALLA PROVA GRATUITA CLICCA QUI SOTTO!

    http://bimbiinacqua.subscribemenow.com/

    Vi aspetto in piscina…

    Monica

    www.bimbiinacqua.it

    info@bimbiinacqua.it

    www.facebook.com/bimbiinacqua

     

  • 0
    Massaggio infantile

    Massaggio infantile

    PARTE IL 30 GENNAIO UN NUOVO CORSO DI MASSAGGIO INFANTILE IN UN NUOVO SPAZIO, AMPIO E ACCOGLIENTE.

    Corso di massaggio infantile: benessere per neonato e genitori.

    Il corso è rivolto ai genitori di bambini 0-9 mesi ed è condotto dalla dr.ssa Erika Zanardini, psicologa insegnante AIMI. Si articola in 4 incontri il venerdì dalle 10 alle 11,15.

    Per partecipare al corso è necessario iscriversi passando in Consultorio e versare una quota di 15€ per le spese del materiale.

    Per informazioni e iscrizioni

    Tel. 030.3099399 – Cell. 3385214063

    E-mail: info@consultoriofamiliare.org

    Quando si parla di massaggio infantile non si fa riferimento ad una semplice tecnica, ma ad un modo di stare e relazionarsi con il proprio bambino.

    Attraverso il massaggio sviluppiamo una comunicazione profonda, basata sul tocco, che fa sentire i bambini accolti, amati e capiti ed aiuta i genitori ad affinare le loro capacità di ascolto, rendendoli più sicuri e sereni.

    Il massaggio sarà insegnato attraverso una dimostrazione pratica con una bambola appositamente studiata.

    Saranno i genitori a massaggiare i loro bambini seguendo la sequenza mostrata.

    Il corso oltre all’approfondimento pratico, prevede momenti di discussione e riflessione su tematiche legate alla genitorialità.

    Il corso si svolgerà a terra su tappeto e sono consigliati un abbigliamento comodo e delle calze.

    ALCUNI BENEFICI DEL MASSAGGIO INFANTILE:

    - Favorisce uno stato di benessere nel bambino
    - Aiuta il bambino a scaricare e dare sollievo alle tensioni provocate da situazioni nuove, stress o piccoli malesseri
    - Favorisce il rilassamento del bambino
    - Stimola, fortifica e regolarizza il sistema circolatorio, respiratorio, muscolare, immunitario e gastro-intestinale, e così previene e dà sollievo al disagio delle coliche gassose
    - Può rivelarsi un buon sostegno nei disturbi del ritmo sonno-veglia
    - Favorisce il legame di attaccamento e rafforza la relazione genitore-bambino

  • 0
    Portare i bambini:le regole per farlo in sicurezza

    Portare i bambini:le regole per farlo in sicurezza

    Grazie alla positiva collaborazione con la pagina Fb “Genitori nidi materne Brescia” vi riporto questo articolo su una “moda” ormai molto diffusa tra le mamme, ovvero di portare i bambini in fascia. Tuttavia è importantissimo sapere come fare!

    PORTARE I BAMBINI: LE REGOLE PER FARLO IN SICUREZZA.

    Se ne vedono sempre di più, delicate testine e piccoli piedini che spuntano avvolti in coloratissime fasce dalla pancia della mamma o dalle spalle di papà. Tutti sereni e a loro agio i bimbi portati scoprono il mondo da li e sembra proprio che sia per loro il posto perfetto dal quale farlo, e in effetti lo è! Sono ormai molteplici gli studi che lo dimostrano e i genitori che lo sperimentano ne sanno qualcosa.

    Ma quali sono le cose da sapere per farlo in sicurezza? Esistono possibili pericoli?

    Quando 7 anni fa iniziai a portare il mio primo bimbo con la fascia lunga non pensavo ve ne fossero ma poco dopo quando decisi di intraprendere il percorso per diventare Istruttrice Portare i Piccoli, scoprii che non era sufficiente legarsi il “pupo addosso” e che, se non si rispettano alcune fondamentali regole alcuni pericoli esistono davvero.

    La prima regola del portare in sicurezza è RESPIRO SICURO. Sono 5 i punti che ci permettono di assicurare al bimbo una buona respirazione:
    1 – il corpo del bimbo è ben adeso a quello del genitore, non si incurva, non dondola e non si allontana
    2 – il bimbo è posizionato alto in modo che si possa baciare
    3 – il suo mento è sempre ben lontano dal suo stesso sterno per evitare il grave rischio di compressione delle vie aeree (rischio che sovviene frequentemente nella posizione a culla)
    4 – la schiena del bimbo è sempre ben sostenuta dal  supporto
    5 – il quinto punto, il più impegnativo ma anche il più arricchente è mettersi IN ASCOLTO DEL PROPRIO BAMBINO.Inizialmente il genitore potrà aver bisogno di concentrarsi chiudendo gli occhi per riuscire a sentire che il proprio bambino sta respirando ed é rilassato. Successivamente, attraverso il contatto consapevole con il bambino portato e l’esperienza, avrà la possibilità di riscoprire i messaggi che provengono dagli altri sensi. Imparerà così a riconoscere attraverso il contatto quando il bambino è sveglio, quando si sta addormentando. Ascoltando i segnali che arrivano dal corpo, sentirà i muscoli del piccolo rilassarsi, riconoscendo quando sta respirando profondamente perché addormentato. Solo così si potrà finalmente arrivare ad affidare l’ascolto del bambino agli altri sensi, senza ricorrere al controllo visivo.

    La seconda regola è POSTURA SICURA ovvero qualsiasi supporto scelgo deve essere ergonomico e rispettare la fisiologica postura di neonati e bambini. Secondo Esther Weber autrice del libro Portare i Piccoli “la posizione corretta del bambino sul corpo dell’adulto è quella verticale, dalla nascita. Questa è fisiologica quando il tronco del bambino e’ appoggiato al corpo del genitore e sostenuto in modo tale che non ci sia il vuoto tra i due corpi, quando le gambe del bambino sono aperte a ranocchio in modo che le sue ginocchia stiano piu’ in alto del sedere, quando la testa del bambino puo’ essere sostenuta e quando il sedere del bambino e’ a livello  dell’ombelico di chi porta, mai piu’ basso”.

    La posizione a culla, cioè quella classica in cui si tiene il bambino quando si allatta e che è ancora oggi promossa da alcuni produttori di supporti mal informati, è invece fortemente sconsigliata sia per i rischi posturali legati  alla chiusura delle gambe del bambino che potrebbe favorire la displasia delle anche, ma soprattutto perché se non eseguita correttamente ed adeguatamente monitorata potrebbe causare la compressione delle vie aeree del neonato.

    Anche la posizione pancia al mondo dove il bimbo è appoggiato con la schiena al tronco del genitore ed è rivolto con il viso all’esterno è assolutamente da evitare sia per motivi posturali, la schiena è inarcata, la testa dondolante e il peso del bimbo è tutto scaricato sui suoi genitali, sia perché il bambino viene esposto agli stimoli esterni senza possibilità di proteggersi e rifugiarsi contro il corpo del genitore.

    La terza regola è SUPPORTO SICURO, che garantisca cioè un sostegno ottimale della colonna e della testa e la posizione divaricata seduta del bambino, che sia regolabile e adattabile al peso, che permetta di portare il bimbo alto e ben adeso a sé. Un buon supporto deve essere comodo sia per il bambino sia per il portatore, non deve avere cinghie e cuciture che potrebbero premere contro i corpi o sottili bretelle che solcano le spalle. Deve anche essere sicuro dal punto di vista delle sostanze utilizzate per farlo, non deve rilasciare sostanze nocive ed essere prodotto nel rispetto di uomo e ambiente. È inoltre auspicabile che si adegui al bambino che cresce, che permetta le tre posizioni davanti sul fianco e dietro e che permetta una completa libertà di movimento al genitore.

    La quarta regola del portare in sicurezza è MI INFORMO E IMPARO SICURO. Vi potrebbe sembrare strano ma non è raro trovare scaltri produttori disposti a rifilarvi (magari a prezzi esagerati) un prodotto di pessima qualità pur di vendere, o incappare sul web in improbabili tutorial di improvvisate consulenti che elargiscono informazioni errate che possono rendere il vostro portare pericoloso. Fate attenzione! Per scegliere il vostro supporto o per imparare ad usarlo affidatevi a personale specificatamente formato libero da interessi commerciali. Un esempio su tutti è l’Associazione Culturale Portare i Piccoli il cui scopo è diffondere un Portare sicuro e di qualità libero da qualsiasi logica di commercio.

    L’ultima regola che vi lascio mi è stata ispirata da anni di consulenze a coppie che volevano imparare ad usare la fascia lunga e che trovandola eccezionale desideravano utilizzarla in qualsiasi situazione ed è questa: mentre portate i vostri bimbi fate un’ ATTIVITA’ SICURA. Vietato andare in auto, in bicicletta o simili, in caso di incidente il vostro bimbo fungerebbe per voi da airbag! E allo stesso modo evitate di dormire con il bimbo legato addosso.

    Infine, vi lascio alcune indicazioni specifiche per i supporti più utilizzati:
    Fascia elastica solo davanti con triplo sostegno: fino a max 5 kg se single jersey, max 7 kg se double jersey.
    Fascia ad anelli e fascia tubolare solo sul fianco in posizione verticale.
    Mei Tai dai 3 mesi in poi NON prima.
    Marsupi ergonomici (dai 3-4 mesi) NON prima nemmeno con riduttore.
    Fascia lunga (non elastica) adatta dalla nascita ai tre anni per tutte le posizioni (verticali) davanti, sul fianco e dietro!

    E se vi rimangono ancora dubbi non esitate a contattarmi, sarò felice di aiutarvi a sentirvi sereni e sicuri coi vostri bimbi portati. Non mi resta che augurarvi un Buon Portare felice e sicuro!
    Arianna Mari
    Istruttrice Portare i Piccoli a Brescia

     ostetrica.ariannamari@yahoo.it

  • 0
    La giusta fatica di crescere

    La giusta fatica di crescere

    (Dalla prefazione di Goffredo Fofi)
    In un’epoca in cui anche l’industria dell’infanzia si è prodigata per proteggere il bambino dalla “fatica” di sperimentare e di sbagliare, sono soprattutto la testa, il pensiero, l’affettività dei bambini che oggi rischiano malanni, carenze, inabilità, alimentando una generazione con forti contraddizioni: “senza sensi di colpa”, ma con grande “senso di inadeguatezza”, precocemente “grandi” e, insieme, fortemente dipendenti. In questo libro curioso, utile ed estremamente provocatorio, felicemente si intrecciano e si contaminano fra loro conoscenze psicologiche e pediatriche, di costume e letterarie, in uno stile di scrittura e di ricerca ironico, spumeggiante, capace di parlare a chiunque si muova, per lavoro o per diletto, nel vasto “pianeta bambino”. Dal ciuccio su misura alle scarpe senza lacci, dal termometro a infrarossi ai baby monitor: una miriade di “cose” oggi accompagna i bambini nei normali processi della crescita. Così gli autori, senza puntare l’indice contro i genitori, ma piuttosto mettendoli in guardia dai falsi alleati, affrontano il “linguaggio delle cose”, riflettendo sul mondo privo di ostacoli che gli adulti hanno creato per i loro figli, ormai indiscussi sovrani, e insieme vittime inconsapevoli, di tante e varie futilità.
    Passando in rassegna l’impareggiabile Catalogo dei genitori di Claude Ponti – dai confortevoli ai fifoni, dagli avviluppanti ai  cicciomou – l’appello e i suggerimenti dei due autori si rivolgono a chi crede nella necessità che l’immaginazione abbia ancora posto nell’educazione e che serva restituire al bambino un suo fondamentale diritto: la giusta fatica di crescere! Le pagine in cui Manuela Trinci con Paolo Sarti raccontano e si raccontano, riflettono e analizzano, si commuovono o si adirano, sono amorose nella difesa del diritto dei bambini al rispetto e aspre nell’accusa, sia quando ironica sia quando veemente, a chi dice di amarli mentre va accanitamente tarpando le potenzialità e i talenti di cui sono portatori, in particolare, i bambini.

     

  • 0
    Corsi di lingue

    Corsi di lingue

    Dal 12 al 23 gennaio 2015 sono aperte le iscrizioni per i corsi di lingue  organizzati dagli Uffici di Zona.
    Per ogni corso è permessa l’iscrizione massima di due persone alla volta per richiedente. I corsi potranno partire solo se si raggiungerà il numero minimo di iscritti necessario. Prima di procedere con l’iscrizione ai corsi di lingua si prega di prendere visione del programma. Il pagamento potrà essere effettuato mediante bollettino postale o pos. Hanno titolo di precedenza i residenti negli Uffici di Zona ( ex Circoscrizioni) appartenenti.
    Le iscrizioni si raccolgono presso gli uffici di zona nei seguenti orari:
    - dal lunedì al venerdì dalle ore 09.30 alle ore 12.15
    Al fine di agevolare le iscrizioni degli utenti che non riuscissero a presentarsi in tale fascia oraria è consentita, previo accordo telefonico con gli uffici, l’iscrizione via mail o via fax. Per le iscrizioni allo sportello, via mail o via fax verrà rispettato l’ordine di presentazione  (data ed ora di ricezione delle stesse).
    Il Settore Partecipazione e Territorio è a disposizione per chiarimenti ai numeri 030/2978272 – 030/2978274 – 030/2978276)

    Tutti i dettagli a questo link

     

  • 0
    Visite dermatologiche gratuite per prevenzione melanoma

    Visite dermatologiche gratuite per prevenzione melanoma

    ANT, NIVEA E COOP PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL MELANOMA.

    L’AMBULATORIO MOBILE ANT ARRIVA A BRESCIA:

    DAL 8 GENNAIO APERTE LE PRENOTAZIONI PER 200 VISITE DERMATOLOGICHE GRATUITE.

    L’Ambulatorio Mobile – Bus della Prevenzione della Fondazione ANT Italia Onlus, impegnato da febbraio 2014 in un tour per l’Italia per la diagnosi precoce gratuita del melanoma, farà tappa anche a Brescia per offrire ai cittadini 200 visite dermatologiche gratuite. Il 27, 28, 29, 30 e 31 gennaio il Bus sarà in P.zza Paolo VI (incrocio via Trieste) dalle 9 alle 18.

    Le visite di prevenzione saranno effettuate sull’Ambulatorio Mobile da un medico specialista ANT con l’ausilio di un videodermatoscopio, strumento sofisticato e non invasivo per la diagnosi precoce delle lesioni sospette. A partire dal giovedì 8 gennaio i cittadini interessati potranno prenotare la propria visita – fino ad esaurimento dei posti disponibili – chiamando la Fondazione ANT al numero 0303099423 in orario di ufficio, oppure recandosi presso la sede ANT di Brescia in Viale della Stazione 51.

    L’iniziativa, a sostegno dei progetti di prevenzione oncologica, è realizzata grazie al progetto solidale che vede NIVEA al fianco di ANT attraverso l’attività di sensibilizzazione e raccolta fondi svolta in esclusiva nei supermercati e ipermercati Coop da settembre a ottobre 2013. Il Comune di Brescia patrocina il progetto ospitando l’Ambulatorio Mobile della Fondazione nel proprio centro storico.

    Complessivamente, il tour dell’Ambulatorio Mobile organizzato insieme a NIVEA e Coop toccherà diverse località italiane. Oltre 2.000 cittadini potranno beneficiare di un controllo gratuito per la prevenzione del melanoma, un tumore aggressivo che si sviluppa sulla cute, nelle mucose e nell’occhio e per cui la diagnosi precoce è particolarmente importante.

    Il calendario complessivo delle visite – passibile di modifiche – è disponibile su www.ant.it e su www.NIVEA.it

     

  • 0
    Iscrizioni anno scolastico 2015/2016

    Iscrizioni anno scolastico 2015/2016

    Da Giovedì 15 Gennaio 2015 si apriranno le iscrizioni per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria 1°grado. Sarà possibile iscriversi fino al 15 Febbraio 2015.

    Come previsto dalla Circolare MIUR n. 51 del 18 Dicembre 2014 le iscrizioni alle istituzioni scolastiche statali per tutte le classi iniziali dei corsi di studio di ogni ordine e grado, per l’anno scolastico 2015/2016, verranno effettuate esclusivamente on- line. Sono escluse da tale procedura le iscrizioni alla scuola dell’infanzia.

     A tal fine, il Ministero ha realizzato una procedura informatica di facile accesso, disponibile sul portale MIUR, per poter effettuare con modalità on line le iscrizioni degli alunni.

     Le famiglie per poter effettuare l’iscrizione on line devono:

    •  individuare la scuola d’interesse (anche attraverso l’aiuto di “Scuola in Chiaro”);
    • compilare la domanda in tutte le sue partiLe famiglie registrano e inviano la domanda d’iscrizione alla scuola di destinazione attraverso il sistema “Iscrizioni on line”, raggiungibile dal sito del MIUR o, preferibilmente, dall’indirizzo web www.iscrizioni.istruzione.it in modo diretto;
    • le registrazioni sono aperte dal 12 Gennaio 2015;

    • il sistema“Iscrizioni on line” si farà carico di avvisare le famiglie, via posta elettronica, in tempo reale dell’avvenuta registrazione o delle variazioni di stato della domanda. La famiglia, inoltre, attraverso una funzione web potrà in ogni momento seguire l’iter della domanda inoltrata.

     

    In caso di genitori separati o divorziati, se l’affidamento non è congiunto, la domanda d’iscrizione presentata on.line deve essere perfezionata presso la scuola entro l’avvio del nuovo anno scolastico.

    Scuola dell’infanzia : L’iscrizione alle sezioni di scuola dell’infanzia è effettuata a domanda cartacea presso l’Istituzione scolastica prescelta. Possono essere iscritti alle scuole dell’infanzia le bambine e i bambini che abbiano compiuto o compiano entro il 31 dicembre 2015 il terzo anno di età.

    Possono, altresì, essere iscritti le bambine e i bambini che compiano tre anni di età dopo il 31 dicembre 2015 e comunque non oltre il termine del 30 aprile 2016.

    Ecco il link: www.istruzione.it/iscrizionionline

  • 0
    Open day  scuole materne comunali convenzionate e statali di Brescia

    Open day scuole materne comunali convenzionate e statali di Brescia

    A questo link potrete trovare l’elenco di tutti gli Open day programmati per conoscere le scuole materne comunali, convenzionate e statali, di Brescia dove iscrivere i vostri bimbi.

    PER INFO: Ufficio Iscrizioni: tel. 0302977482

    e-mail: iscrizioni.infanzia@comune.brescia.it

    apri qui: open day nuovi utenti

    oppure: http://www.comune.brescia.it/servizi/scuolaeuniversita/scuoleinfanzia/Documents/open%20day%20nuovi%20utenti.pdf

     

  • 0
    Cartoni animati in corsia al cinema!

    Cartoni animati in corsia al cinema!

    I film d’animazione nati in corsia incontrano il pubblico

    MERCOLEDì 14 GENNAIO 2015
    Cinema Nuovo Eden
    via Nino Bixio 9 – Brescia

    2 PROIEZIONI
    alle ore 18 e alle ore 21

    Cartoni animati in corsia AL CINEMA!

    Alle ore 20 vi aspettiamo per un aperitivo nello spazio bar del cinema

    L’ingresso è gratuito e aperto a tutti
    Il programma di sala delle 2 proiezioni è identico

    PER PARTECIPARE E’ NECESSARIO PRENOTARE
    scrivendo una mail a info@avisco.org oppure telefonando allo 0304199398 o al 3497938518
    precisando a quale proiezione sarete presenti e in quanti

     

    Dopo mesi di appassionato lavoro, i film realizzati dai piccoli autori durante i laboratori di cinema d’animazione, presso l’Ospedale dei Bambini di Brescia nell’ambito del progettoCARTONI ANIMATI IN CORSIA, approderanno sul grande schermo del Cinema Nuovo Eden mercoledì 14 gennaio alle ore 18.00 e alle ore 21.00.

     

    PEZZETTI#2ALICE CASCHERINAFILASTROCCA DEL MAREFILASTROCCA DELLE NUVOLEDOVE VAI?I GIGANTI VOLANTIICAROIL VIAGGIO e JAMES BONES sono i titoli dei 9 film, che saranno presentati insieme ad un video di documentazione che racconta come si sono svolti i laboratori nei vari reparti.
    Tante storie: alcune brevissime, inventate dai giovani pazienti e subito trasformate in cartoni animati, altre ispirate da filastrocche di Sabrina Giarratana, Chiara Carminati, Gek Tessaro e Gianni Rodari che gli autori in erba hanno fatto proprie realizzando i personaggi, ideando le animazioni e registrando il testo.
    Durante la serata, grazie alla rinnovata collaborazione con Bergamo Film Meeting, sarà proiettato anche un corto d’autore: DUEL del regista ceco Pavel Koutský, anteprima del Festival bergamasco (7-15 marzo 2015).

     

    Il debutto in sala dei nove film non sarà solo un momento di festa e di condivisione con il pubblico, ma segnerà l’inizio di un viaggio nel mondo attraverso il web e la partecipazione a festival nazionali e internazionali dedicati al cinema fatto dai ragazzi.

     

    A questo proposito ricordiamo che alcuni film realizzati negli scorsi anni sono stati selezionati in numerosi e prestigiosi festival nazionali ed internazionali e hanno vinto premi e menzioni speciali, tra cui ricordiamo il 1° premio al Camera Zizanio Film Festival in Grecia, il 2° premio UNICEF al VAFI Festival in Croazia e una menzione speciale al Festival VideoCinema&Scuola a Pordenone.

     

    Nella serata di presentazione, insieme al tradizionale dvd dei film d’animazione, sarà distribuita in copia omaggio alle famiglie e al pubblico interessato, una pubblicazione che ripercorre i primi tre anni di vita del progetto attraverso contributi teorici, pensieri dei giovani autori, schede dei film, immagini di documentazione e fotogrammi.

    L’evento, che ha lo scopo di presentare gli esiti dei laboratori che hanno animato le corsie dell’Ospedale dei Bambini da aprile fino agli inizi di dicembre 2014, coinvolgendo un centinaio di bambini e bambine, ragazze e ragazzi dai 4 ai 17 anni nei reparti pediatrici dell’Ospedale dei Bambini, è promosso dall’Associazione Avisco in collaborazione con l’Ospedale dei Bambini, presidio dell’Azienda Ospedaliera Spedali Civili di Brescia, con la Scuola in Ospedale – Istituto Comprensivo Centro 3 e con UST – Ufficio Scolastico Territoriale.

    Cartoni animati in corsia, progetto unico in Italia e tra i pochi in Europa, è frutto della sinergia tra i soggetti coinvolti: oltre ai bambini e ai ragazzi, gli operatori e volontari Avisco, gli insegnanti della Scuola in ospedale, gli educatori, il personale medico-sanitario e i familiari dei pazienti.
    Sabrina Giarratana, Chiara Carminati e Gek Tessaro hanno contribuito al progetto donando poesie e filastrocche, grazie alla complicità di Cosetta Zanotti, scrittrice e organizzatrice del Festival di Letteratura per bambini e ragazzi Mangiastorie.

     

    Al momento è in corso la ricerca fondi per ripartire con i laboratori nel 2015. Tutte le informazioni sul progetto e su come sostenerlo sono presenti sul sito avisco.org e sulla pagina facebook dell’associazione. È inoltre attivo il blog cartonianimatiincorsia.org che permette di seguire, passo dopo passo, l’andamento del progetto.

     

    Cartoni animati in corsia è realizzato con il patrocinio del Comune di Brescia e dell’Assessorato all’associazionismo e al volontariato della Provincia di Brescia. Il progetto è reso possibile grazie al sostegno di Fondazione Alta Mane ItaliaFondazione della Comunità BrescianaFondazione Asm, da Lions Club Brescia Host e al contributo di Ubi – Banco di Brescia e Gestioni Assicurative snc di Landriscina Germano.

     


    CARTONI ANIMATI IN CORSIA AL CINEMA!
    Brescia,14 Gennaio 2015 ore 18.00 e ore 21.00
    Cinema Nuovo Eden | via Nino Bixio 9
    Info: tel. 030 41 99398 cell. 349 7938518 | info@avisco.org | www.avisco.org

     

  • 0
    Inventiamo o sbagliamo: esperienze di educazione e infanzia

    Inventiamo o sbagliamo: esperienze di educazione e infanzia

    Da venerdì 30 gennaio a domenica 1 febbraio 2015, si terrà a Monte Orfano (Brescia) presso il Convento dell’Annunciata un SEMINARIO/LABORATORIO RESIDENZIALE proposto dalla Comunità di Ricerca Filosofica CDR3 – Ricerca -Studio -Educazione del Centro per la Cooperazione Internazionale dell’Università di Bergamo.

    La proposta è rivolta a tutti coloro che si pongono delle domande sul senso dell’educare oggi, a partire da uno sguardo speciale sull’infanzia, e anche perché la filosofia ha più a che fare con la vita e con l’esperienza che con una formazione o un linguaggio specialistici.

    INVENTIAMO O SBAGLIAMO.

    Esperienze di educazione e di infanzia.

    Laboratorio/seminario residenziale dal 30/01/2015 al 01/02/2015

    presso il Convento dell’Annunciata, Monte Orfano


    La filosofia con i bambini e la comunità di ricerca filosofica sono pratiche che portano a un ripensamento creativo ed inventivo della relazione educativa nei diversi contesti (scuola, famiglia, comunità) e delle diverse discipline (filosofia, ma non solo). 
    Il Seminario sarà un’occasione per esplorare insieme gli orizzonti dell’infanzia, la relazione tra infanzia e pensiero, le pratiche adeguate per un pensiero creativo libero e partecipativo.
    Il seminario/laboratorio è aperto a tutti coloro che siano interessati per passione, ricerca, lavoro.
    L’evento sarà articolato su tre giornate alle quali si potrà partecipare interamente o, se si desidera, anche solo parzialmente nel fine settimana.

    Per iscrizioni (entro il 15 gennaio 2015) e informazioni:

    seminariokohan2015@gmail.com

    o visita  http://www.spazioneomamma.it/?p=2461

     


  • Ultimi articoli inseriti

  • 0
    Inglese 3-5 anni

    Inglese 3-5 anni

  • 0
    Musica 0-5 anni

    Musica 0-5 anni

  • 0
    Magic

    Magic

    MAGIC -
    Il Nuovo Family Show di Erix Logan e Sara Maya
    un viaggio nel tempo per scoprire e ritrovare
    L’illusionista bresciano di fama internazionale Erix Logan, insieme alla sua inseparabile partner, la cantante e attrice Sara Maya, sono a Brescia per le feste natalizie e vi invitano a scoprire la Magia da una nuova prospettiva, che risponde a tutte le curiosità, che [...]

  • 0
    Siamo nati in casa

    Siamo nati in casa

    Giovedì 15 Gennaio alle 20,30 l’ Autrice, Elena Zaccherini  presso studio Ecate presenterà il suo libro.
    Non fatevi ingannare dal titolo. Non è rivolto alle madri, o alle donne che sono in procinto di partorire. Anche, certo. Ma non solo. La riflessione che con l’Autrice vi proporremo è quella che vede protagonista il  CORPO della donna - tema centrale dei [...]

  • 0
    Buon 2015

    Buon 2015

    Manca poco ormai al nuovo anno. Arriva il momento di salutare il 2014 e di fare qualche riflessione sull’anno che si chiude. 
    La speranza per il 2015 è che possiate trovare sempre più tempo per stare in famiglia, magari anche grazie a Bresciabimbi!
    Vi auguro un anno nuovo pieno di sorprese, vita, fatica, soddisfazioni, impegno, gioie, pianti, [...]

  • 0
    Buon Natale!

    Buon Natale!

    Bresciabimbi augura a tutte le famiglie bresciane di trascorrere un Natale coi propri figli!

  • Archivio: